ottobre

ottobre
ottobre

martedì 8 maggio 2012

Quando si dice che gli "accidenti" non vengono mai da soli è una verità sacrosanta.
Perchè?
Un "caos" che si rispetti è perfetta confusione, qualcosa che sovverte la normalità e il logico progredire dei fatti.
Mi meraviglio di come mi sia venuta rapida e spontanea la descrizione del momento che sto vivendo... che è appena iniziato e non so nemmeno quando finirà.
E va bene anche questa. Occorre aspettare che passi... "Ha da passa' a nuttat" diceva il grande Eduardo in "Napoli milionaria"... e la nottata passerà, bisogna pazientare e sperare senza mai forzare la mano.
Pensando un po' al "Tutto" di quest'ultimo periodo, trovo delle analogie con la mia malattia... Angoscia, disperazione... speranza e voglia di ricostruire. E in quanto a quest'ultimo passaggio... aspettare che si assesti ciò per cui sono stati fatti sacrifici sofferti.
A dieci giorni dall'intervento io "scalpitavo" un po'... ero delusa, mi aspettavo altro... giovedì scorso il chirurgo mi ha detto... occorre del tempo perchè la protesi si assesti, scenda in loco e lì resti, e poi... poi faremo anche il capezzolo e sarete completata.
Mi ha prospettato un altro traguardo... probabilmente sarà consolatorio anch'esso, un'altra piccola illusione, ma va bene lo stesso per andare avanti e sperare che Tutto sia come una volta. Che non sarà, ma potrà sembrarlo solo che vorrò vederlo con altri occhi.
Mi sento meglio... vero che si capisce? E per fortuna... perchè in questa fase di passaggio a "novello benessere" sono riuscita persino a tollerare senza andare in paranoia un rinvio con immediato rientro dello stesso di un altro  esame per il prossimo FOLLOW UP, l'eco-addome completo.
 L'ecografo è guasto... lamentatevi anche Voi con la direzione sanitaria, noi l'abbiamo già fatto.
 Ed oggi... ma perchè dovete fare l'ecografia? FOLLOW UP oncologico... allora perfetto, venerdì... ma... raccomandiamo la preparazione e gli esami precedenti!
Ma no... che novità! Non l'avessi mai fatto!
Piuttosto... voglio farla anch'io una raccomandazione... professionalità e giorno giusto per gli esami che verranno.

10 commenti:

  1. Buona giornata Mary ....hai toccato un tasto dolente ma tanto dolente ..la malasanità che c'è dappertutto.
    Ti sento combattiva e questo è bello.
    Un abbraccio grande grande e vedrai che la notte finirà deve finire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quasi l'alba... finalmente, Amica mia.
      Continuiamo a... sorridere sempre sperando.
      Un grande abbraccio,
      Mary

      Elimina
  2. Forza grande Mari sei in prima linea e ce la fai...ti porto nel cuore giornalmente e nella preghiera....Un abbraccio forte:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io nel mio ne sento tutta la forza...
      Un grazie di Cuore,
      Mary

      Elimina
  3. ciao grande Mary, anche io credevo meglio per la ricostruzione... e anche io dovrò aspettare la prossima chiamata per il capezzolo, mi hanno assicurato che l'intervento si farà alla fine di maggio... e... aspettiamo... ma ho imparato... ora prendo le cose più alla leggera!
    la malasanità: a volte ci tocca anche quella sarebbe troppo bello altrimenti, ti lascio un abbraccio forte e un bacio♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patrizia cara, da sempre me la prendo "allegramente"... Conviene!
      Per quanto riguarda la ricostruzione, sara' il cervello che fara' assestare prima o poi la protesi secondo i nostri desideri. Saremo ugualmente "belle"... Perche' avremo una bellezza diversa da mostrare con orgoglio.
      Un bacio grande, Amica mia.
      Mary

      Elimina
  4. Bene Mary,vedo che sei combattiva.Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre combattiva, Olga mia!
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina
  5. Cara Mary,mi riempie il cuore vedere che sei sempre più combattiva e ottimista.Purtoppo il problema della malasanità è un tasto dolente della nostra società,non è possibile che per fare una risonanza bisogna aspettare 1 anno,quando ti va bene....Un abbraccio forte forte,Letizia.

    RispondiElimina
  6. Bisogna essere sempre ottimisti, cara Letizia... Altrimenti non si potrebbe andare avanti con tutti gli intoppi che s'incontrano!
    Per Noi col codice oncologico il tempo di attesa e' di quattro mesi! Pensa un po'... Quante cose possono succedere in quattro mesi!?
    Un abbraccione,
    Mary

    RispondiElimina