maggio

maggio
maggio

domenica 21 luglio 2013

Ognuno ha la propria storia

"Prima di giudicare la mia vita o il mio carattere... Mettiti le mie scarpe, percorri il cammino che ho percorso io. Vivi il mio dolore, i miei dubbi, le mie risate... Vivi gli anni che ho vissuto io e cadi là dove sono caduto io e rialzati come ho fatto io... Ognuno ha la propria storia. E solo allora mi potrai giudicare.
(Luigi Pirandello)


Dovrò rassegnarmi ad un "percorso ad ostacoli", d'altra parte Chi non ha vissuto o vive esperienze del genere?
Solo pensavo fosse più facile, non essendo di tipo obbligato ma per libera scelta e soprattutto in quanto vissuto con la spontaneità del Cuore.
Mah!... evidentemente non è così e quindi dovrò essere molto cauta e attenta a non inciampare... perchè io comunque non mi fermo, non mi ritiro... non mi arrendo.
I pensieri, l'autoanalisi, la ricerca continua di maggiore consapevolezza in un breve arco di tempo però non portano completamente un bene... e così stasera mi sono ritrovata con un mal di testa "importante"... per intensità e motivazione.
E mi sarei fermata qui, tanto quel che avevo da dire una volta tanto in sintesi l'ho detto... poi son tornata sulla lunga citazione iniziale di Pirandello e mi son chiesta... perchè non commentarla quasi parola per parola visto che ognuna sembra essere stata scritta "da" e "per" me? Ci proverò, e mi scuso in anticipo se troppo avrò osato.
Premesso che nessuno potrebbe arrogarsi il diritto di giudicare l'altro mai, sbaglia ancora di più Chi lo fa e non ha la cognizione dei fatti, compresi eventi e vissuti. Dopo dovrebbe garbatamente tentare di mettersi nelle condizioni di Chi ha di fronte e valutare le proprie capacità in quel nuovo contesto. Un "dolore" improvviso, acuto che tende nel tempo a cronicizzarsi con i dubbi e le ansie... i tentativi poi di reagire con risate esagerate fino alle lacrime per nascondere il pianto "dentro"... cadere e rialzarsi a fatica... reggersi in piedi con un equilibrio precario.
Chi sta per giudicare l'altro, provi a chiedersi se mai sarebbe stato in grado di vivere "tutto questo" senza colpo ferire... forse non ci sarebbe risposta e magari porterebbe come scusa e giustificazione, la "propria storia".
Ma comunque va bene... ci starebbe pure, un bel pareggio in campo e nessuno avrebbe di che giudicare l'altro.

1 commento:

  1. Da quale opera di Pirandello è tratta questa citazione?

    RispondiElimina