giugno

giugno
giugno

martedì 16 luglio 2013

Da un vento leggero...

"Ci sono battaglie che non abbiamo scelto. E poi c'è la vita. E io quella non smetterò mai di sceglierla."


Così scriveva qualche tempo fa Carlotta Nobile sulla Sua pagina Facebook... un po' più avanti affermava, "Ho bisogno di tempo per me stessa... so che mi capirete. Vi voglio bene".
Oggi, Carlotta si è spenta...
Non aveva ancora 25 anni e già alle spalle un'intensa vita, fatta di successi in campo artistico a 360°. Diplomata giovanissima in violino, era direttore artistico ed anche scrittrice... da quasi due anni lottava contro un melanoma metastatico al IV stadio.
Lo faceva con il coraggio di una tigre e il sorriso della speranza... non ha mai mollato, fino ad oggi e forse neanche, vista l'eco che ha suscitato la Sua scomparsa.
 "Kalè kai agatè", bella e brava... l'avevano definita con l'intenzione di mettere in rilievo l'aura di classicità che le donava quel fascino in più, tanto raro in una giovanissima quale Lei era.
E che dire del Suo modo di scrivere... del raccontarsi con dolcezza ma anche ironia, sdrammatizzando mentre conduceva alle lacrime.
Solo ora riesco a mettere insieme più frasi di senso compiuto, alla notizia sono rimasta senza parole o meglio ne avevo così tante che si accavallavano sovrapponendosi... se avessi dovuto parlare, avrei farfugliato.
Carlotta avrebbe potuto essere mia figlia, una figlia di cui andar fiera però non per quello che aveva raggiunto già nella Sua vita o almeno non solo, ma per "come era".
So che cosa ha provato quando ha saputo della malattia... conosco le Sue ansie e paure perchè sono state anche le mie... non posso immaginare però come si sia sentita qualche giorno fa, la notte scorsa quando un "vento leggero" se l'è portata via. Lei non può essere uscita di scena che così, accompagnata da tante dimostrazioni di affetto, simpatia e stima... ultimi applausi per aver fatto della Sua breve vita, un'intensa sinfonia.

2 commenti:

  1. Un pensiero vada a Carlotta, lassù... avrebbe l'età di mio figlio... Cara Mary, perchè la vita deve essere così crudele. Un abbraccio tutto per te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... perchè è la Vita, Amica mia ed è tutta da accettare, nel bene e nel male.
      E se nulla avviene per caso anche il passaggio pur breve di Carlotta sulla terra ha un senso profondo e importante. Non è una vittima sacrificale ma testimone unica di quanto di meglio si possa lasciare in eredità a Chi resta, guadagnando l'immortalità.
      Carlotta è nei Nostri Cuori e vi resterà per sempre.
      Un forte abbraccio, cara...
      Mary

      Elimina