marzo

marzo
marzo

domenica 29 aprile 2012

"Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio, per incapacità o per superbia: semplicemente perchè quella cosa esula ormai dalla tua vita. Chiudi la porta, cambia musica, pulisci la casa, rimuovi la polvere.
Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei."
       Paulo Coelho

Dovrò farlo... dovrò decidermi a non seguire le bizze della "novella", far andare libera la mia mente ad altro che non sia l'atteggiamento inquieto e dispettoso di un qualcosa che fa fatica ad abituarsi ad una nuova vita dagli stretti spazi.
Ieri era andato tutto bene, avevo lavorato contenta. Nel pomeriggio ero stata dalla parrucchiera a "rinfrescare" il taglio e poi la sera in pizzeria. La protesi riposava dopo il tanto "errare", ed io pure.
Stamattina mi sono svegliata di ottimo umore con il sole che filtrava tra le feritoie della tapparella e il profumo d'erba fresca che invadeva tutta la casa. Sarebbe stata una domenica tranquilla, speciale perchè cominciavo ad abituarmi ad una nuova condizione... la definitiva, ma anche di "altre novità" dopo la coperta grigio- perla di ieri...
 Ho cambiato pure la copertura di un divano e mi sono soffermata a guardare soddisfatta.
Ma... l'Amore della mia Vita era uscito da poco quando è iniziato il solito disagio da protesi "vagabonda"... non era come mercoledì, ma m'impediva ugualmente alcuni movimenti, anche elementari.
M'ha preso all'improvviso una stanchezza ed anche il cervello pareva volesse sopirsi. Dovevo reagire... e l'ho fatto, ho chiamato come ogni settimana,  l'Amica della domenica... "Ma che c'mport"...
"Uè... ma che t'era successo?"... a me, niente a parte quel "piccolo problema", ma non gliel'ho detto... "... so' arrivate le 12 e 2 minuti e non m'hai chiamato. Ho pensato... è succiss' quacchècosa... per forza. Allora ho chiamato io, ma non hai risposto"... ma com'è che non ho sentito il telefono squillare?
Credo che questa storia... intendo della "novella capricciosa" mi stia prendendo troppo. Devo fare qualche cosa... non posso lasciarmi distrarre, distogliere da  quello a cui tengo di più... essere vicino, condividere la normalità dei giorni con i miei Amici più grandi, tra "quelli che contano".
Che brutti scherzi fa il "mettersi al centro di se stessi"... si finisce nel vittimismo e col piangersi addosso. Beh... magari quest'ultimo proprio no... non m'è mai piaciuto, però che spesso sono nervosa, questo è vero...
Dovrò fare qualcosa... per forza.
 Questo "capitolo" della "mia storia" va chiuso per sempre... si gira pagina, perchè non sono più quella di due anni... nè di un anno e neppure di un mese fa.
Di ogni "sosta" della Vita si devono levare presto i resti scomodi e dannosi, e delle cose positive con lucidità  servirsene per diventar migliori... trasformarsi ancora.

12 commenti:

  1. Ce la farai, vedrai! Penso che il tuo nervosismo sia dovuto anche alla stanchezza, all'attesa.... Ora devi pensare che il peggio è passato. Certo che quel "vagare" della "capricciosa" influisce non poco.... Ma chi ti ha operato ti aveva avvisato di questa possibilità ? Spero, con tutto il cuore che oggi tu possa avere una giornata bellissima e tranquilla, piena di altri bei colori.... E che tutto si risolva nel più breve tempo possibile. Un caldo abbraccio e arrivederci a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente tutto ha contribuito e contribuisce al mio stato di tensione che, per fortuna non è costante...
      Tra alti e bassi si continua ad... andare avanti, con la speranza che ciò che non si conosce ancora diventi noto e faccia meno paura.
      Come finora è stato e come sempre sarà.
      Grazie, Paoletta!
      Con un affettuoso abbraccio,
      Mary

      Elimina
  2. Scusa Mary, ma io mi farei vedere... almeno così ti metti "il cuore in pace" e l'ansia si placa. Buon lunedì...
    p.s. oggi cercavo il dentista ma non si trova nessuno, fanno tutti il ponte. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti... Ale cara, è ciò che farò. Ho appuntamento per il prossimo controllo giovedì.
      Le recenti feste non mi sono state d'aiuto.
      Comunque non sono in ansia... in tutto questo tempo ho imparato a controllarla... è solo disagio quello che provo, e molto probabilmente è dipeso dalla realtà che m'aspettavo diversa.
      Passerà anche questo momento...
      Un grandissimo abbraccio,
      Mary

      Elimina
  3. Cara Mary non rimproverarti di niente,il tuo non è certo vittimismo ,confidarsi con i VERI amici aiuta molto e loro di sicuro ti daranno più forza ed energia.Comunque fatti controllare.Ti auguro che il bianco si trasformi in un arcobaleno di serenità.Un forte abbraccio,Letizia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Letizia! Come ho detto ad Ale ho a giorni il prossimo controllo e certamente farò presente la cosa. Può darsi che nelle prime settimane un certo disagio sia normale perchè comunque si è parlato di un assestamento da raggiungere nel tempo. Spero che questo sia breve, allora... ed è meglio non pensare ad altri accidenti.
      Grazie per l'augurio e ricambio l'abbraccio con tutto il cuore.
      Mary

      Elimina
  4. Non avere paura....so che è dura ...ma prendi il telefono e chiedi al tuo medico...so che piuttosto di chiamare o mettere in discussione anche il minimo dubbio sul tuo intervento vorresti essere a mille chilometri di distanza....ma fallo poi starai meglio,per quando riguarda il vittimismo non ho mai Visto una persona rivolta verso il mondo e gli altri piu' di te...percio' cara Mary ...quando ci vuole ci vuole ... .arrabbiati purè ..grida !!!!...e dai!!!gli amici servono a questo..no?!!!.
    Baci Anto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anto... i giorni di festa hanno reso le cose più difficili, poi trattandosi della struttura pubblica puoi ben immaginare. Però mancano a giovedì, poi vedremo...
      Sai... dopo tanto tempo la stanchezza è tanta ed è facile ritrovarsi in uno stato che si è sempre deprecato. Ma basta rendersene conto e si vien fuori in un attimo, magari anche più temprati. Basta volerlo... questa è l'unica condizione indispensabile, e a me... ringraziando il buon Dio... la volontà non manca.
      Grazie, Amica mia per la disponibilità che sempre mostri ad ascoltarmi... T'abbraccio forte.
      Mary

      Elimina
  5. Ciao carissima, non ti seguo da molto, ma mi pare di aver capito che hai dovuto sopportare prove durissime e sei CORAGGIOSISSIMA. Meno male che andrai al controllo presto così esporrai i tuoi dubbi. Io quando non sono tranquilla, ROMPO, fino a quando non mi danno risposta, se sono cose riguardanti la salute. A volte, da sole, ci si fa assalire dall'ansia, e ci facciamo castelli in testa, molto pesanti da sopportare. Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  6. Sai, cara Viola... forse quest'ultimo "intoppo" non è gran cosa, ma il problema è che arriva al termine di un lungo percorso di due anni, dopo un'aspettativa che almeno per il momento pare disillusa.
    Per questo mi sento ancora "in bilico" e non so se essere contenta o meno.
    Confido che non sia sempre così e comunque va bene lo stesso perchè si continua a... vivere. Alla fin fine è solo questo che conta veramente.
    Un abbraccio forte anche per Te,
    Mary

    RispondiElimina
  7. I am really inspired together with your writing skills
    and also with the format on your blog. Is this a paid subject or did you
    modify it your self? Anyway keep up the excellent
    quality writing, it's rare to peer a nice weblog like this one today..

    Also visit my homepage; click here

    RispondiElimina
  8. Gray Summit rosacea laser treatment

    Also visit my site rosacea doctor Valliant

    RispondiElimina