luglio

luglio
luglio

sabato 21 aprile 2012

"Ognuno non è lasciato mai solo con se stesso, soprattutto quando la partita si fa dura... Come pedine ci muoviamo sulla scacchiera della Vita e ciascuna da protagonista fa il  proprio gioco contribuendo al buon esito generale. Ne risulteranno Tutti vincitori e Nessuno... sconfitto".

Quando sono tornata a casa, lunedì scorso... ho ripercorso ciò che ho vissuto in questi ultimi due anni, e in particolare il ricordo è andato ai ricoveri in ospedale, alle mie compagne di stanza.
Sicuramente quello che sto per dire non sarà stata una mia esclusiva, e proprio per questo voglio condividere tale pensiero perchè Chi legge possa dire a se stesso... è vero, non sono stato nè mai sarò solo.
Di Chi ha fatto con me un tratto di strada ho già parlato, anche ampiamente... ognuno occupa un "posto" speciale tra le mie righe e nel Cuore... mi limiterò ora a rapidi accenni. Basta poco infatti per "riportare in vita" il bene che si è ricevuto...
Marzo di due anni fa... tre compagne di stanza, ognuna con una Sua caratteristica... tutte più anziane di me. Mi sentii protetta, confortata e a tratti anche coccolata. Mi aiutarono a non aver paura, a non piangere più e a guardare sempre avanti. Tutte insieme furono la "mamma" che invocavo spesso perchè mi fosse vicino in un momento tanto difficile.
Giugno di due anni fa, data del primo intervento... un'unica compagna, più giovane di me... con Lei, subito in sintonia... ho pregato... ho sorriso, non ho temuto per la prima volta di mostrarmi senza parrucca. Mi disse con aria soddisfatta... perchè quando Uno è bello è bello sempre... ed io volli crederle e fu un pizzico di serenità in più.
Otto giorni fa, data del secondo intervento... due compagne di stanza in successione, una ad accogliermi, l'altra a congedarmi. La prima, nello scambio di comuni informazioni riguardo le Nostre vite, scopro essere una collega di lavoro di mio fratello. Quant'è piccolo il mondo, verrebbe da dire... ma per me non è stato solo questo...
L'arrivo della seconda compagna in un momento di particolare insofferenza ha reso chiaro ciò che avevo intuito...
"Come ti chiami?"... All'udire il Suo nome un brivido lungo la schiena... lo stesso nome, non proprio comune, di mia sorella morta all'età di otto anni... del "Nostro Angioletto"...
Si chiudeva una sorta di cerchio, figura perfetta...
Il cammino era iniziato pensando a mia madre, chiedendole aiuto... era continuato con tanti Altri conosciuti per strada... si concludeva oggi con il ritorno alla mia realtà, alla famiglia con la protezione di Colei che da "quel giorno" fu l'Angelo Custode.
Non so se il mio è farneticare o quant'altro, ma di una cosa sono certa... Qualcuno mi è sempre accanto ed io non mi sento mai sola.

14 commenti:

  1. Risposte
    1. ... che infonde speranza e dona gioia.
      GRAZIE...
      Mary

      Elimina
  2. Ed è cosi!!!!Un abbraccio forte amica mia per una buona domenica
    Pinuccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è questa consapevolezza che tanto aiuta ad andare avanti.
      Un carissimo abbraccio, Pinuccia cara.
      Mary

      Elimina
  3. Nulla è mai per caso...I nostri cari che non ci sono piu' ci sostengono ...a volte velatamente a volte piu'palesemente,ma non ci lasciano mai soli...
    A volte nomi date si combinano tra loro e non sono mai coincidenze,ma è il loro modo di farci capire che sono con noi...
    Un sorriso e un caldo abbraccio per te.
    Anto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sei convinta anche Tu allora, Amica mia?!
      Tutto si combina in modo meraviglioso, come un mosaico perfetto in cui sempre è visibile un'unica mano e una volontà superiore. Se si è veramente convinti di questo... niente mai potrà far paura.
      Con tanto affetto e calore,
      Mary

      Elimina
  4. Sono quelle coincidenze nella vita che ci fanno veramente pensare che ci sia qualcuno che ci segue e ci protegge Lassù...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... e a questo punto non sono più coincidenze.
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina
  5. bisogna credere sempre che accanto a noi c'è chi ci accompagna sempre.

    Un abbraccio e una dolce domenica

    Costy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, cara Costy... Tutti dovremmo esserne convinti.
      Un abbraccio affettuoso con tutto il Cuore,
      Mary

      Elimina
  6. Quante belle cose hai scritto... Spero che i miei angeli da lassù mi sostengano sempre, e poi ci siete voi amiche care, che non mi lasciate mai sola, specialmente nei momenti "no"... Grazie Mary per il tuo post.
    Serena domenica. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi esserne certa, Ale cara... i Tuoi Angeli Ti proteggono e guidano. Con questa certezza vivi serena e fiduciosa... non sei mai sola. E anche Noi, Tue Amiche siamo strumenti nelle mani di Chi lassù Ti ama.
      Un abbraccio forte forte,
      Mary

      Elimina
    2. Ogni volta che si tocca questo argomento.... scendono le lacrime.
      Grazie cara amica. Ti abbraccio.

      Elimina
  7. Ero convinta di averti lasciato un commento qui.. Tanto più che risulto iscritta per email... Non capisco. Comunque mi pare di ricordare che ti dicevo di aver letto anche i due precedenti e che il tuo non era un farneticare ma è vero anche per me che non siamo mai soli.. Qualcuno che ci pensa e che ci protegge c'è sempre, e specialmente quando qualcuno dei nostri cari viene a mancare, ce lo sentiamo sempre vicino, pronto a darci forza con il suo infinito amore. Abbraccio grande

    RispondiElimina