aprile

aprile
aprile

giovedì 18 luglio 2013

E la vita continua...

Che stupida frase... come del resto tutte le frasi fatte, giuste solo per "tappare un buco" di inadeguatezza o "aprire bocca" per farle prendere aria.
E la vita continua... che poi è cosa talmente scontata da irritare in certi momenti in cui un solidale silenzio sarebbe più che sufficiente.
Però questi ultimi giorni sono stati così particolari e dolorosi che stasera la "detestata" frase me la sono ripetuta da sola ma con un senso diverso.
Dobbiamo continuare il cammino, Tutti ma soprattutto NOI che procediamo col timore di inciampare ogni tanto, lo dobbiamo a Carlotta, divenuta già icona di coraggio e simbolo di vittoria sempre e comunque. LEI lo vorrebbe sicuramente e se potesse ci spronerebbe a "scegliere la vita" anche a costo di sacrifici.
Continuare vuol dire non spezzare l'invisibile catena di solidarietà che ci lega... aiutare, confortare... donare un sorriso ed insegnare a fare altrettanto, per non restare soli e rendere la vita degna di questo nome. Spingere altri a venir fuori  con coraggio... a raccontarsi e condividere... perchè in questo modo qualsiasi fardello pesa meno e con le spalle dritte si può guardare il nemico negli occhi e magari sperare di sconfiggerlo per sempre.
E allora sì che la vita continua... nel suo significato più profondo ed assoluto, e si è pure disposti a conquistarla ogni giorno con le unghie e coi denti, abbattendo le ansie del giorno dopo, riuscendo a dar colore ai pensieri più cupi.
Quando qualcuno, stanco... termina il "Suo percorso" mi capita di pensare a quando la "stanchezza" prenderà anche me...
Allora chiudo gli occhi... e vedo che niente cambia perchè mi sento serena... non ho paura, e penso che anche Altri se riuscissero a raggiungere una tale consapevolezza, proverebbero una sensazione simile...
Come approdare ad una spiaggia e finalmente riposare dopo aver tanto nuotato.

6 commenti:

  1. Cara Mary, mai come in questo tempo sento e capisco la sensazione di essere approdata , stanca e sfinita, su di una spiaggia dopo ad un naufragio...e la vita continua.
    Ti sembra di essere al sicuro sulla spiaggia, ma poi i piedi sprofondono nella sabbia affaticando e rallentando il cammino......e la vita continua. Penso che Dio ci stia mettendo alla prova in ogni istante e questa prova, la voglio superare..........e continuerà fino alla fine. Continua così Mary, stai lasciando una traccia. Ti abbraccio forte forte.
    Ps. Hai ricevuto la mia mail?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Katia cara... capisco come Ti senti anche se non so i fatti nè di quale prova parli. Sicuramente però sarà per Te un momento difficile.
      Hai ragione quando dici che a volte non puoi sentirti stabilmente al sicuro perchè tante sono le prove che si susseguono da far sentire il terreno franare sotto i piedi... la sabbia non più liscia e piana. Ma... mia cara, arriverà prima o poi perchè è nella logica degli eventi... una "pioggia" anche violenta che poi appianerà un sentiero e il percorso ed ogni pausa torneranno ad essere sereni.
      E' più che una speranza, lo sai... e devi crederci per rendere meno pesante il presente.
      Ti abbraccio forte... passerà ogni cosa, vedrai... sei intelligente e solida come una roccia e ne uscirai non a pezzi ma temprata.
      Mary

      PS. Mi dispiace... non ho letto la Tua mail, probabilmente non l'ho ricevuta

      Elimina
  2. Cara Mary, come sempre mi lasci a bocca "aperta" con i tuoi racconti. Come ti ha scritto l'amica qui sopra... continua così cara Amica.
    Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, mia cara Ale... continuerò per questa strada perchè per me è la più serena da percorrere, nonostante le apparenze e qualche difficoltà di certo superabile.
      Un grandissimo abbraccio anche per Te...
      Mary

      Elimina
  3. Ciao Mary, ti saluto con un'altra frase fatta: Dai, che ce la fai". Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo... ce la faccio e ce la farò, caro Elio, anche perchè ho amici cari come Tutti Voi a "sUpportarmi" e "sOpportarmi" con tanto affetto.
      Un caro saluto...
      Mary

      Elimina