novembre

novembre
novembre

martedì 22 maggio 2012

E siamo arrivati a quota "4"...
Beh... c'è Chi spende un patrimonio in interventi pur di vedersi nel pieno rispetto della femminilità, io... tutto sommato... sono ben modesta, mi limito a spese contenute per  reggiseni contenitivi fino a quando il mio seno almeno all'apparenza non sarà simile a quel che era.
Sarà mera illusione? Non lo so... per ora mi adopero perchè prima o poi non lo sia più.
Così stamattina ho indossato il reggiseno acquistato ieri pomeriggio... Tutto bene, buon sostegno e fastidio alcuno ma di vestibilità non proprio perfetta. Infatti, una volta indossato la coppa non restava bella tesa e presentava delle antiestetiche pieghe e grinze visibili anche sotto i vestiti.  Mi sono guardata allo specchio e mi è tornato alla mente di quando da bambina per gioco mi travestivo con gli indumenti della mamma... mettevo anche il reggiseno che, naturalmente "vuoto" riempivo d'ovatta, poi la maglietta e l'effetto visivo, lo ricordo bene, era lo stesso di oggi... dopo 50 anni.
Ma è mai possibile? Troverò pace una buona volta... mi ripetevo stamane alquanto innervosita, e a nulla servivano le parole vanamente incoraggianti di quel santo uomo di mio marito, nè il complimento di un'Amica in reparto... meh, mò s'è aggiustato bello assai!
Mah... unicamente io vedevo solo e sempre una "ricostruzione sulle macerie"?
Comunque... ritornando a quel santo uomo di mio marito... nel pomeriggio mi ha letteralmente trascinato nell'ennesima sanitaria, e lì... spiegando con dovizia di particolari il mio disagio, mi è stato consigliato un altro modello, contenitivo sì ma anche leggermente imbottito in modo da "colmare"qualche mancanza con "ingannevole garbo".
Altro acquisto... spero sia l'ultimo, anzi... ho deciso, sarà comunque l'ultimo perchè mi devo convincere che la "mancanza" non è forse tutta del mio seno, bensì di questa benedetta volontà che m'impedisce ancora di rimettermi in corsa.

16 commenti:

  1. Ritornerai in corsa cara Mary devi solo riuscire a vederti che sei a posto così e che agli interessa solo che "tu" ci sia con loro reggesino nuovo o no.
    Tuo marito ti vuole un gran bene e questo lo sai e già questo ti dovrebbe essere di grande sostegno
    (e lo è ne sono sicura)
    Bacissimo amica mia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, mia cara... so bene che per gli Altri vado bene in ogni caso, e di questo sono felice. Devo solo fare qualche altro passettino in avanti e poi andrò bene anche per me stessa... ed hai ragione, ho un uomo accanto che col Suo essere semplice mi aiuta facilitandomi la vita.
      Un carissimo abbraccio,
      Mary

      Elimina
  2. Cara Mary lo ho detto ancora! mi piaci perché vedo che sei una donna forte e non hai grilli per la testa... BRAVA.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Tomaso... sempre GRAZIE GRAZIE e ancora GRAZIE!
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina
  3. Ci vuole forse ancora un po' di tempo, ma riuscirai ad accettare la differenza e a considerare che tu sei quella di sempre, tu sei la tua mente e il tuo cuore, e non importa se il tuo corpo ha avuto qualche piccola defaillance.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente, Ambra cara...
      Sai, si tratta solo di sensazioni, forse causate da stress emotivo o altro. In situazioni come questa tutto è senza dimensione precisa, perfino il Tempo che scorre via lasciandoti a volte con l'idea di certo non esatta di aver fatto errori. E in questo "mentre" vuoi recuperare e temi di non farcela.
      E' un po' contorto questo mio elaborare, vero? Ma è quello che provo e che poi mi fa soffermare sull'"inezia estetica". Quando mi rendo conto però, riesco a fare un passo indietro e ritornare ciò che in sostanza sono.
      Per ora mi manca la stabilità... ma sto lavorando su me stessa ancora una volta.
      Non si finisce mai.
      Mary

      Elimina
  4. Credo che devi solo abituarti Mary. Vedrai piano piano... Buona giornata e un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo è così, Ale cara. Piano piano mi abituerò e finalmente non sarò tediosa nè con me stessa nè con gli altri.
      Un abbraccio grande,
      Mary

      Elimina
  5. Forse sei un po' troppo critica nei confronti di te stessa: se ci osserviamo allo specchio tutte abbiamo un seno un po' diverso dall'altro, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lella, sei un tesoro! Pratica minimizzi la cosa e la ridimensioni ai miei occhi... pure simpaticamente.
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina
  6. Cara Mary, non posso che esserti vicina e comprendere il tuo disagio,
    Io un anno fa ho fatto un'operazione per risolvere il problema dell'obesità. In poco tempo sono calata di 25 chili: immagini il mio seno (e non solo quello) come è diventato? Posso addirittura arrotolarlo su se stesso!
    Ci sono momenti che ci costringono a cambiare stile di vita, ci cambiano nell'aspetto, ci danno o tolgono forza. In ogni caso, seppur cambiati, siamo sempre noi. Vuoi forse rinunciare ad essere te stessa? Evviva il nuovo reggiseno! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai e poi mai, cara Susanna rinuncerei ad essere me stessa.
      Questa malattia mi ha cambiata e non solo nel fisico, ora per come sono dentro mi piaccio molto ma molto di più. Per quasi due anni ho portato un espansore che negli ultimi tempi era diventato una mostruosità, eppure non ne tenevo conto perchè simboleggiava quella "nuova me" che tanto mi piace. Inoltre era transitorio, prima o poi l'avrei tolto, e immaginavo anzi sognavo la mia nuova immagine. Quella aspettativa disillusa è all'origine della mia inquietudine che... sono certa... passerà.
      Dare tempo al tempo, disse qualcuno e non è stato mai smentito.
      Mary

      Elimina
  7. Carissima Mary ,ho la sensazione che la tua ansia il tuo disagio sia rivolto piu' verso la parte di te che ti ha tradito che verso l'esito della ricostruzione,sei troppo in gamba ,per preoccuparti della piega del reggiseno...a volte la nostra insofferenza viene da lontano...non sprecare il tempo con la perfezione ..tu lo sei già ...e hai tanto di piu' profondo da dare da fare che tutto cio' ti porterà ad essere bellissima...
    Un abbraccio forte!!!
    Anto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto probabile che sia vero quello che dici, cara Anto... la mia insofferenza viene da lontano oppure è causata da una banale stanchezza che mi fa sentire non più all'altezza della situazione.
      Prove dure sono state affrontate e superate, momenti bui hanno reso a volte la Luce pur presente, debole e fioca... ma io ho sempre guardato avanti, cosa che continuerò a... fare perchè voglio andare fiera di me. Passerà questo momento, anzi sento che già sta passando, e poi... poi ogni reggiseno sarà perfetto.
      Un grandissimo abbraccio,
      Mary

      Elimina
  8. Cara Mary..la tua non è ansia né disagio..è la tua voglia di femminilità più che legittima sopita per un po' ma pronta a dar sfoggio di se. Beh c'è chi può permettersi un parco macchine..ihih tu puoi permetterti un parco di reggiseni ^_^.
    Fa i miei complimenti all'amore tuo per come delicatamente cerca di venire incontro alle tue esigenze.
    Un abbraccio, Costy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E per fortuna, direi Amica mia! Benchè se continuassi così sarei costretta a chiedere un mutuo.
      Scherzi a parte, è vero... m'aspettavo qualcosa di meglio, ma è altrettanto vero che m'è stato detto che occorre del tempo perchè la situazione s'assesti. Si tratta d'aspettare e quindi dovrò tenere a freno la mia impazienza. Intanto continuo a... sperare, e perchè no, a credere che un giorno non dovrò più attendere perchè più che soddisfatta di me stessa.
      Un carissimo abbraccio,
      Mary

      Elimina