dicembre

dicembre
dicembre

lunedì 16 maggio 2011

La mia attuale, naturale fragilità fa sì che nel cuore lascino il segno emozioni fortissime che si susseguono al ritmo del quotidiano; nell'ambito familiare vicende o condizioni d'animo dei miei cari vengono da me vissute con un'intensità tale da sentirmene quasi responsabile, riguardo quelli poi che percorrono la mia stessa difficile strada, una forte empatia mi permette di essere con loro sempre, quasi a voler non dico dimezzare, ma almeno ridurne in parte la sofferenza. Per questo motivo a volte la partecipazione è così sentita da far venir meno le parole e da non riuscire ad esprimere raccontando tutto ciò che provo, un misto di rabbia, di dolore, d'incomprensione e... di tanto altro ancora: le parole non basterebbero.
Oggi è una di quelle volte, il senso d'impotenza non mi abbandona, mi sento un po' una sopravvissuta con un carico sulle spalle troppo pesante, vorrei dar forza, coraggio a chi mi è molto vicino, conforto e rassegnazione a chi in me ha trovato un'oasi, ma non posso, lo vorrei tanto ma forse non ne sono capace o non ne ho i mezzi. E il peso intanto aumenta non riuscendo a scaricarlo almeno in parte con le parole.Tuttavia non posso concludere questa mia giornata senza cercare di "sviscerare" ciò che ho dentro, non riuscirei a riposare, a prender fiato, allora proverò col ricordare un evento di tantissimi anni fa, quando avevo poco più di dieci anni, il giorno della mia Prima Comunione. Ricevuta nella semplicità estrema, senza feste nè fronzoli inutili perchè fortemente voluta da me che l'aspettavo da troppo tempo, segnò il mio futuro immediato e non, in quanto meno di due settimane dopo una delle mie sorelline volò in cielo lasciando tutti sgomenti ed increduli. Non so ma di quella combinazione di fatti per un certo periodo mi sentii "colpevole" e ancor oggi quando mi torna in mente senso di forte responsabilità e d'impotenza si fondono insieme a turbare la mia anima. Proprio i sentimenti che mi sono stati compagni in questo giorno che lentamente sta scivolando via.

Nessun commento:

Posta un commento