settembre

settembre
settembre

martedì 3 luglio 2012

Non devo stancarmi... devo poter continuare a... credere che qualcosa cambierà.
Lo devo a me stessa perchè sono stata capace di stupirmi per quello che ero e non sapevo... lo devo agli Altri perchè contano su di me.
Comunque mi è legittimo un dubbio...fanno finta o invece fa loro comodo scaricare parte del peso sulle mie spalle?
Certo è che al momento vorrei che la giornata fosse già finita.
A volte ci penso sul serio... davvero "osanno" all'esistenza della Notte. Scende quieta, toglie affanni e porta pace ovunque... E' vero, bisogna lasciarsi andare e non pensare... ma intanto esiste e già questa è una certezza. Come il fatto che ci siamo e vogliamo continuare a... esserci, e non credo che sia solo un mio desiderio anche se a volte sento dire... ma che campo a fare? Non ha senso una vita così.
Oggi questa affermazione l'ho sentita ben due volte... da due persone diverse per motivazioni diverse.
Che strana combinazione, vero? Forse anche stavolta è un messaggio, uno sprone a riflettere su quello che per la seconda volta m'è stato donato.
Stamattina ho rivisto "Ma che c'mport"... Sapevo che sarebbe andata in ospedale al reparto dove ora si è rivolta per i controlli  e le eventuali terapie, e l'ho raggiunta.
"Hai visto che ci siamo incontrate lo stesso?" "E per forza... noi non teniamo niente da chiudere... hai voglia a vederci, almeno speriamo. Tieni... guarda un poco 'sti esami, tu capisci di più."
Per accontentarla ho preso i "suoi" fogli, ma non certo perchè io capissi qualcosa in più, solo per dimostrarle interessamento ed affetto.
"Allora... che dici, che fac' 'sta bestia... resiste?" "Resiste... non resiste, non lo so... il dottore Ti spiegherà. Ma Tu come ti senti in fondo?" "Quasi magnifico... solo 'nu poco stanca. Vuo' sapè 'na cosa? L'altro giorno m'è venuta 'na nervatura... agg' buttato tutt' all'aria, ma che campo a fa'... semp' stanca e accis', senza capill e co' i ven' che s'hann pers e tutti l'at' guai appriss'?"
C'aveva ragione l'Amica mia, non ho saputo dirle niente perchè capivo bene che cosa l'era passato per la mente. Mi sono limitata ad una semplice frase forse anche non troppo azzeccata ma che m'è venuta spontanea e di getto... "perchè Noi ci dobbiamo sempre sentire e vedere... questo conta, e per il resto..." allora Lei precedendomi m'ha tolto la parola... "... per il resto, ma che c'mport?"
Amica mia, anche nei momenti bui resti sempre TU, forte e combattiva... "tosta"come ami definirti.
Oggi pomeriggio... la stessa frase pronunciata da altra persona  che vive sì un momento di difficoltà ma ha certamente prospettive diverse. La speranza non l'abbandona ma le manca la fiducia.
L'ho ascoltata, ma davvero sono rimasta senza parole perchè le "parole" non le sarebbero bastate anzi sarebbero state del tutto superflue.
E a pensarci bene non sapevo neppure che cosa dirle, "certe cose" le capisco ma fino ad un certo punto...

8 commenti:

  1. Cara Mary come te a volte ho invocato la notte per avere la pace,ma è anche vero che i pensieri piu' cupi spesso l'attraversano e sembrano mille volte piu' grandi,neppure io capisco chi dice cosa campo a fare,perche' comunque la vita è un dono meraviglioso e se sollevassero il velo attraverso il quale lo guardano capirebbero...forse è davvero un limite e forse sono concentrate troppo su se stesse queste persone . le stesse persone che ti dicono Oddio se mi fosse capitato quello che è capitato a te non so cosa avrei fatto...e anche rispettando profondammente il loro dolore, penso che siano un pochino egoiste,sai Mary cara a volte sono cosi stanca di portare avanti una barca che rischia di affondare perchè i marinai non hanno il coraggio di guardare oltre l'orizzonte e vedere la terra finalmente..ecco io caparbiamente la voglio vedere ..insieme a persone come te ..che la vedono..
    Un bacio e scusa tanto lo sfogo .!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Col Tuo "sfogo", Amica mia hai dato parole al mio sentire.
      Non sei la sola a pensare in questo modo... ma a Tua e mia consolazione proviamo a riflettere. Se anche Noi, "capitane coraggiose" decidessimo, stanche allo sfinimento di tirare i remi in barca e lasciare che la stessa vada alla deriva, riusciremmo a resistere? Penso proprio di no, perchè siamo ben intenzionate a tener duro fino alla fine e la speranza non la perdiamo mai. E se il resto dell'equipaggio non collabora? Poco importa e in fondo è anche meglio così perchè si creerebbe il caos... come dice il vecchio detto, "Quando troppi galli cantano non fa mai giorno".
      Allora, mia cara... pur tra alti e bassi teniamo ben fermo il timone e lo sgardo fisso all'orizzonte.
      Per Te... un mondo di baci!
      Mary

      Elimina
  2. Mi dispiace leggere questa sofferenza, anche da Anto... mi dispiace...
    Vorrei avere più fiducia nel futuro, vorrei stare bene, ridere, scherzare e farvi felici tutti, tutti quelli che mi circondano.
    Mi mancano le forze... Un abbraccio, a tutti quelli che passano da Te cara Mary, e a quelli del terzo piano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Ale... di una cosa almeno puoi esser certa al 100%... Tu ci fai già felici TUTTI... con la Tua costante presenza, la sensibilità davvero notevole, con il desiderio anche sofferto di andare avanti. Ti manca un po' di fiducia, è vero... però ce n'è il seme. Prova a coltivarlo giorno per giorno e sarai ripagata dai frutti.
      E la forza ce l'hai... oh sì che ce l'hai!
      Un abbraccio immenso,
      Mary

      Elimina
  3. Mary scusa mi permetto di rispondere ad Ale...ti ringrazio per la comprensione ,per la dolcezza,per i buoni propositi,ma ti sbagli quando dici che ti mancano le forze,la tua forza esiste e funziona !!!altrimenti io non sarei stata felice e non avrei tratto tanto conforto dalla tua risposta..GRAZIE.
    Un abbraccio...

    RispondiElimina
  4. Ops..cara Mary..mi sono resa conto che il mio commento non c'è...deve esserci stata una sorta di interferenza mediatica..ihihi ^_^
    A questo punto posso solo mandarti un abbraccio e un soffio di vento carico di speranza e di "frescura!!!"
    Bacio
    Costy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso aggiungermi qui di nuovo... Un grande abbraccio a Mary, un abbraccio ad Anto e tante grazie per le parole che mi ha scritto.
      Infine un abbraccio alla cara Costy... che piano piano mi sta aiutando. GRAZIE CARE AMICHE.
      ale

      Elimina
    2. ahhhhhhhh!! Ale..non ti sto aiutando..sei tu l'artefice di tutto. Come scrissi tempo fa in un'altra occasione lo ripeto a te...tu sei il dipinto, il quadro di valore..noi siamo solo cornici che possono cambiare a seconda dell'arredamento o abbinamento che dir si voglia. Ma è il quadro quello da apprezzare, non dimenticare mai il Tuo grande valore
      Costy

      Elimina