giugno

giugno
giugno

giovedì 5 luglio 2012

"E in qualche modo riuscirai a superare i giorni vuoti e i giorni pieni, i giorni noiosi, i giorni detestabili e i giorni straordinari, tutti così piacevoli e così deludenti perchè noi siamo così tutti simili e così diversi."
                                                                                Charles Bukowski

Perchè è tutto superabile ogni giorno e in qualsiasi momento della Vita, e quanto più è buio pesto tanto prossima può essere invece la luce. Persino nella stessa giornata possono alternarsi attimi d'elevata contrarietà o nervosismo con altri di inaspettata serenità, perchè nulla è uguale a se stesso tanto meno le situazioni.
Dopo una notte non troppo tranquilla e non solo per il caldo, stamattina ero in piedi pensierosa, ma tanto pensierosa da rischiare di metterli in una chiazza di vomito di Biù Biù.
 Ma guarda un po'... proprio in soggiorno e quasi davanti alla tenda! Mi stupisco ma non più di tanto perchè è nota la sua passione per le passeggiate notturne in tutta la casa.
Vado in cucina per reperire un foglio di asciugatutto e in prossimità del tavolo m'imbatto in altri croccantini semidigeriti. Lo sguardo va verso la ciotola della pappa e poi più in là a quella dell'acqua... entrambe vuote.
Ecco... la "nostra piccola" stanotte s'era data ai bagordi e poi non aveva retto.
Stamattina poi mi seguiva passo passo inquieta e insofferente risvegliando in me pietosi ricordi.
Fra il caldo, gli acciacchi e i pensieri la giornata non si presentava al meglio, e m'ero quasi convinta che sarebbe andata  anche peggio quando è squillato il telefono...
 " Buongiorno, signora Maria... come va ?"
"A me bene, Amico caro e a Te?"
"Benissimo. Oggi... lo sai, faccio la TAC!?"
"Incrocio le dita allora e... crepi il lupo!"
"Crepi crepi, signora Maria e scusami se non ti do del TU (ah, no?!), perchè il tu è comando ed io per "lei" nutro molto rispetto. Un giorno... quando magari conosciamo anche "tuo" marito, allora non mi "frenerò" più."
"Oggi io parlo" stamane m'aveva dato il buongiorno e senza saperlo anche una briciola d'aiuto.
"Mi raccomando, curati... le prendi le medicine?"
"Chi io? Certo che le prendo!" E sono scoppiata a ridere...
"Scusa... "voi" (dopo il "tu", il "lei"... ci mancava il "voi") m'avete abituato all'interessamento... e allora..."
Che persona speciale quest' Amico... desiderava vedermi cinque minuti, ha detto, ma non voleva crearmi problemi...
"Facciamo così... ci vedremo quando porterò in ospedale l'esito dell'esame... Ti va?"
Ma dico... secondo TE... secondo VOI... secondo TUTTI, potevo IO non accettare quell'invito?

Si superano così i giorni che non vorremmo... diciamo un po' contrari, mostrandoci propensi agli ALTRI... a NOI così simili e pur così diversi.

6 commenti:

  1. Cara Mary mi mancavano i tuoi scritti ,le tue sagge riflessioni.
    Quanto è vero che nello stesso giorno si alternano momenti di serenità a momenti di ansia.Lo è anche per me e mi sono sempre chiesta del perchè di questi sbalzi d'umore......
    Un abbraccio forte forte per una serena giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Pinuccia, non sempre dipende dal nostro umore mutevole ma dalle situazioni che lo sono altrettanto se non di più e che dobbiamo essere sempre pronti ad affrontare.
      E se ci esercitassimo all'elasticità?! Amica mia... forse è tutto qui il segreto.
      Un mega-abbraccio,
      Mary

      Elimina
  2. E' così per tutti, Mary. Anche quando la giornata sembra iniziare nel peggiore dei modi, basta un niente (un sorriso, una telefonata, un dolce speciale, una bella notizia) e tutto cambia.
    Sul VOI: così antico e inusuale, ma pieno di riverenza. Dalle mie parti non lo sento mai, ma se mi capita, sorrido... :)

    Un abbraccio, sperando che sempre qualcosa di bello allieti i tuoi giorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Linda cara... ecco perchè in fondo niente è tutto nero o tutto bianco. L'alternanza di momenti di varia natura dona i "mezzi toni" che costituiscono senza estremi ed esagerazioni, l'unico e vero equilibrio.
      Così nella giornata d'ognuno, a ben scrutare c'è sempre qualcosa di bello da scoprire.
      Con affetto,
      Mary

      Elimina
  3. Che dire... Cerca di star vicino a chi te lo chiede, hanno bisogno di TE...delle tue parole, del tuo aiuto, ecc.ecc.
    Gli alti e bassi dell'umore ormai sono all'ordine del giorno... Ho sempre presente la tua ALTALENA... Ti abbraccio. Buona e serena giornata
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Ale... gli alti e bassi sono una prerogativa generale, però bisogna vederli come tali, cioè come caratteristica umana.
      L'impegno di ognuno deve essere quello di tenerli a bada, ristabilendo equilibrio e serenità.
      A volte ci si riesce altre no... ma in fondo che importa?! E' inutile essere troppo severi con se stessi... se non ci amiamo Noi un po' di più!
      Un grande bacio,
      Mary

      Elimina