luglio

luglio
luglio

lunedì 2 luglio 2012

... e se è possibile ancora meglio di una volta, più paziente con un pizzico di superficialità, meno insofferente con tanta buona volontà.
Solo... facesse meno caldo! Sarei per l'occasione anche meno fiacca e il che non guasterebbe.
 Al mattino è davvero dura dare inizio alla giornata quando dai un'occhiata alla sveglia e un'altra al termometro che è sul comò e ti rendi conto che alle 8 sono ben 33° in casa... e per ogni giorno che passa c'è qualche decimo in più. L'ho detto diverse volte all'Amore della mia Vita... ma perchè mai dobbiamo farci del male del tutto gratuito con un termometro in camera da letto? A questo punto ho paura perfino di addormentarmi! Ma Lui dice che va bene così perchè almeno ci rendiamo conto... e possiamo a giusta ragione lamentarci e sbuffare con "equa" intensità, aggiungo io.
Comunque oggi dopo una mattinata di tipo "sahariano", ad un certo punto il cielo s'è velato di nubi non proprio scure, quelle che mia nonna chiamava "nuvole di calore" e che in teoria non minacciano pioggia. Del resto le previsioni  non mettevano precipitazioni nella nostra zona, quindi eravamo pronti ad un pomeriggio coperto e nulla più. Abbiamo portato anche Biù Biù dalla dottoressa per il vaccino annuale e s'udiva in lontananza ogni tanto solo qualche brontolio.
 "...temporale sulla costa... nooo, qua non piove di certo!"
Beh, se lo diceva Lui, l'Amore della mia Vita potevo esserne certa... "Fidati, lo sai che di queste cose me ne intendo. Quando andavo a pesca..."
Ah... quando andavi a pesca,  cioè 40 anni fa! E da allora quante cose sono cambiate!? E son cambiati pure i temporali, gli acquazzoni estivi e il loro modo di presentarsi.
"Ma no, vedrai... anzi dopo facciamo fare una lunga passeggiata a Biù Biù".
Giusto... perchè no?
Tornati a casa per rinfrescarci un po', eravamo sul punto di uscire di nuovo quando le "nuvole di calore" sono diventate scure, poi rossicce, s'è levato un vento del tipo a mulinello e goccioloni prima radi poi più frequenti  hanno cominciato a cadere. Pioggia e polvere entravano dalle finestre aperte e abbiamo avuto il nostro bel gran da fare per limitare i danni di questo "simpatico" temporale estivo. Dopo dieci minuti la situazione è tornata sotto controllo.
"Abbiamo fatto bene a non uscire... te l'avevo detto io!"
Certo... come no?!

2 commenti:

  1. Anche qui 33 gradi... io non mi muovo da casa, con tutte le finestre chiuse e un po' di condizionatore siamo a 29... Ma ogni tanto mi sembra di svenire. Un saluto affettuoso Mary.

    RispondiElimina
  2. Oggi è un tantino meglio dopo la pioggia di ieri, ma niente di che.
    Facciamoci forza, cara Ale... l'estate è ancora lunga!
    Un abbraccio ed un sorriso solo per Te.
    Mary

    RispondiElimina