aprile

aprile
aprile

giovedì 12 luglio 2012

Da oggi ho deciso una cosa...
Una cosa che nel mio piccolo m'aiuterà ad uscire dal cerchio vuoto della solitudine che a volte sento stretto e ad allontanare il magone quando il mio pensiero andrà a quei tanti giorni trascorsi fra una lacrima e molti sorrisi.
Ogni mia giornata non comincerà se prima non avrò sentito o addirittura visto almeno due dei miei Amici tra "quelli che contano".
Dopo un tempo ragionevole per elaborare un lutto è necessario dargli un senso, senza rimpianti e cedimenti di sorta. Perchè per me di lutto s'è trattato, sentendomi privata di quella "nuova me" che... inizialmente a fatica e con grande dolore... cercava di venir fuori condividendo la propria esperienza e arricchendosi di altre.
E' tempo ormai che io mi dia da fare, senza più guardare al passato se non per quello che ho imparato.
E non è cosa da poco.
Così stamattina non avevo ancora rifatto i letti che ho chiamato due Amiche... la prima non l'ho trovata perchè per oggi aveva la scintigrafia ossea, l'altra sono riuscita a sentirla anche se un po' "acciaccata" a causa dell'inserimento del port a cath a cui si è sottoposta ieri.
E' incredibile... anche le sole Voci sembrano che s'incontrino e s'abbraccino.
Mi fermo a pensare...
Prima che la malattia entrasse a far parte della mia Vita,  IO esistevo ma solo "con" e "per" me stessa. Anche gli  ALTRI c'erano ma "da soli" e concentrati su di sè.
Poi la "sfida" improvvisa e TUTTO cambia, e non solo... cambiano anche TUTTI quelli che s'incontrano durante il cammino che se tortuoso non fosse manco si noterebbero.
E se lo spirito è giusto ci si accorge di NON ESSERE PIU' SOLI e non si vuole neanche tornare ad esserlo.
E' come se tanti Cuori battendo all'unisono sia pure con ritmo diverso per le ansie, le inquietudini e la sofferenza, ad un certo punto si stringessero in un unico ABBRACCIO...


... "Ecco, prendi te per esempio.Tu sei unico" spiegò la mamma "e anch'io sono unica, ma se ti abbraccio non sei più solo e nemmeno io sono più sola."
"Allora abbracciami" disse Ben stringendosi a lei.
La mamma lo tenne stretto a sè.
Sentiva il cuore di Ben che batteva.
Anche Ben sentiva il cuore della mamma
e l'abbracciò forte forte.
"Adesso non sono solo. Adesso non sono solo."
"Vedi" gli sussurrò la mamma,
                 "proprio per questo hanno inventato l'abbraccio."
                                 
                                  da "L'ABBRACCIO" di David Grossman

15 commenti:

  1. Che bella, quant'è poetica questa immagine dell'abbraccio! La pena più grande per l'essere umano è la solitudine, dalla quale spesso non sa uscire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma spesso dalla solitudine non si esce perchè non si è in grado o non si vuole per prima cosa uscire da se stessi.
      Forse con una maggiore consapevolezza e un pizzico d'umiltà...

      Un caro saluto.
      Mary

      Elimina
  2. Ciao Mary,anche se non è in tema con il post, trascrivo qui un invito:
    L'iniziativa dei blogger per la sensibilizzazione sul disastro di Tambouctu, dopo la pubblicazione il 10 luglio di un post collettivo, continua con la proposta di mettere

    un'immagine nella sidebar, in modo che vi rimanga, almeno finché, speriamo, questa dolorosa vicenda non avrà una soluzione accettabile,affinché la nostra iniziativa,

    recepita da molti blogger, non resti il grido isolato di un giorno,
    Per evidenziare la continuità con l'iniziativa precedente io ho usato come slogan il titolo del post.
    In mancanza di altre idee o soluzioni personali, se vuoi puoi prelevare l'immagine e il testo da me.
    Volendo si potrebbe collegare l'immagine all'URL di un testo,
    ma anche la sola immagine può essere un richiamo utile allo scopo,
    un piccolo contributo della blogsfera contro la distruzione di un patrimonio storico
    culturale che impoverisce tutta l'umanità.
    Grazie per l'ascolto saluti cari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ERRATA CORRIGE:
      la gatta frettolosa...ho scritto Tambouctu invece di Timbouctu, chiedo venia!

      Elimina
    2. Ecco, Fata Confetto... anche stavolta ho dato il mio contributo.
      A presto.
      Mary

      Elimina
  3. ti faccio solo tanti auguri ,sperando che tu riesca sempre e solo a vedere il lato bello e solare della vita,del giorno.Il buio e la solitudine,fa che non entrino nella tua vita
    lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara Lu... m'impegno costantemente perchè nella mia Vita ci sia sempre il Sole. E anche quando per un po' viene oscurato da qualche nuvola non dispero... TORNERA', prima o poi torna sempre.
      Ti abbraccio forte... Ti sono vicina per tutto e spero tanto che per Te finalmente non ci siano più nubi.
      Mary

      Elimina
  4. Se ti mancano Amiche da chiamare, puoi chiamare me... cara Mary.
    E' vero quello che hai scritto... Qualcuno mi ha detto che non voglio guarire, perchè non avrei più l'appoggio degli ALTRI... E l'abbandono, mi fa rivivere il passato... quando i miei Angeli se ne sono andati.
    Mi hai fatto piangere con questo video... Cercherò questo libro. Grazie.
    Mary sei grande!!! ABBRACCIAMOCI FORTE, NON SIAMO SOLE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, cara Ale che hai avuto un'idea favolosa? Certo che Ti chiamo se me ne dai la possibilità, e Ti chiamo anche se ho altre Amiche a cui stare vicino. TU non saresti d'avanzo... NESSUNO lo è quando non vuole essere solo e s'apre agli altri.
      T'ABBRACCIO FORTE... NON SIAMO SOLE.
      Mary

      Elimina
  5. Che bella cosa quella di svegliarsi avendo già il proposito di sentire due persone che quel giorno potrebbero avere bisogno di noi. Dovremmo farlo tutti perchè tutti abbiamo bisogno di qualcuno da ascoltare e di essere ascoltati. Ciao, A presto.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Antonella... in questi due anni è negli Altri che ho trovato la motivazione per continuare a... Vivere e credere nella Speranza. Diciamo che tutto è iniziato per una specie d' "egoismo" da parte mia che però in questo caso ha dato frutti insperati. Una sorta di "catena" d'Amore e di Fiducia, un "contagio" positivo che ha portato un po' di bene per Tutti.
      Un GRAZIE di Cuore,
      Mary

      Elimina
  6. Ti abbraccio forte forte oggi più di ieri .
    Grazie di questo bellissimo abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo ricambio, dolce Amica mia... con tutto il Cuore.
      Mary

      Elimina
  7. è bello vedere come la paura e la tristezza per una malattia si converta in gioia di dare.....gioia di dare aiuto e conforto a chi vive le tue esperienze a chi forse sta peggio di te.... la solitudine del primo momento sparisce davanti alla condivisione del tuo destino con quello degli altri....ad un tratto si trovano tanti amici....ciao e un abbraccio zia etta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima... è stata questa meravigliosa "trasformazione" a rivalutare un evento particolarmente difficile come la malattia.
      C'è sempre un rovescio della medaglia, positivo o negativo che sia... bisogna saperne cogliere il significato più nascosto.
      E' alla portata di Tutti, basta volerlo.
      Grazie con un forte abbraccio,
      Mary

      Elimina