dicembre

dicembre
dicembre

sabato 17 dicembre 2011

Sembra che l'inverno stia proprio arrivando...
Nel pomeriggio avevo l'uscio del balcone socchiuso, causa "vampate", e un odore di "fritto", tipico di questo periodo, s'infiltrava nella mia cucina, mescolato ad un'aria più che frizzante. L'aveva lasciata il vento forte che aveva soffiato fin da ieri sera, ed ora era cessato... dopo aver portato via nuvole ed umidità.
Ho messo appena il naso fuori ed ho respirato profondamente... poi ho ripensato ai fatti di stamattina.
 Sì... perchè oggi è stato un sabato diverso... poche faccende in casa... dovevo accompagnare una persona a me molto vicina per un'ecografia al seno. Tre giorni fa mi aveva chiamato... era preoccupata... molto agitata perchè con una telefonata l'avevano informata che la dottoressa riteneva opportuno fosse effettuata anche un'ecografia dopo la mammografia fatta a settembre. Ma perchè, si chiedeva... se era tutto a posto? Probabilmente per rendere più completo ed esauriente l'esito dell'esame... ciò non toglie che logica fosse la Sua paura  e l'ansia per l'eventualità peggiore.
Altre donne erano là ad attendere... tutte nelle medesime condizioni, alcune non volevano neppure sedersi tant'era il disagio.
 Hanno incominciato a parlare tra loro... a confrontarsi in quel dubbio che le accomunava...
"Ma dico... proprio a Natale! Potevano slittare di qualche giorno... no?! Bel regalo ci fanno." Quasi fosse sicura la presenza di "un qualcosa" e certa la responsabilità di chi le aveva convocate...
"M'avevano detto che chiamavano se avessero trovato qualche anomalia. Ed ora mi sento raggelare... Non si può stare tranquille... con tutto quello che si sente in giro!"
"Io ho sempre fatto quello che m'era stato detto... compresa la palpazione... non ho trovato mai niente."
"Basta! Non voglio neanche pensarci..."
Quest'ultima battuta sembrava quella pronunciata da me tante volte prima di avere il tumore. A questo punto... toccando la paura quasi con mano... non ho potuto più tacere ed ho cominciato con "la mia storia".
 Mi ascoltavano quasi incredule... e piano piano il gruppo diventava più nutrito. Accanto a me... una signora molto giovanile che poi ho saputo avere cinquant'anni, ha continuato con "la sua"... l'essere rimasta vedova del marito morto di tumore al cervello... il dolore per non aver potuto fare niente... oppure aver fatto troppo allungandogli la sofferenza...
Poi è arrivato il suo turno per l'ecografia... Dopo quindici minuti è uscita fuori... rossa in viso e con gli occhi lucidi... di gioia. Era tutto a posto. Mi sono commossa anch'io e l'ho abbracciata forte.
Questo Natale... una vittoria... e il ricordo del mio Natale di due anni fa mi ha fatto meno male.

10 commenti:

  1. Gioisco anch'io con te per la tua amica.Vedi com'è bello aver vicino qualc'uno che ti capisce,che ti comprende anche perchè ha vissuto sulla propria pelle la stessa terribile esperienza.
    Eì bello avere amiche come te.
    Un abbraccio per una bellissima giornata
    Pinuccia

    RispondiElimina
  2. Che soddisfazione!
    Bel post, da leggere tutto d'un fiato!
    Buona domenica a te e alla tua amica. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Emozioni a pelle...
    grazie Mary...
    penso che il Tuo intervento in quel discorrere ed esternare ognuna il proprio turbamento, abbia portato un pò di buono nel divenire delle Anime che attendevano conferme positive...
    grande Anima,la Tua...
    sempre abbiamo l'opportunità di far del bene, anche a noi stessi...
    sereno divenire Mary Cara..
    un abbraccio..
    dandelìon

    RispondiElimina
  4. Che gioia per questa Amica.
    Che bel Natale sarà per lei.
    Io sto aspettando l'esito e spero tanto che non telefoni nessuno...
    Un abbraccio.
    ale

    RispondiElimina
  5. Ad ogni buona notizia come questa , io gioisco... gioisco di cuore... fino a commuovermi. Per me è una vittoria che si rinnova... una "ricarica" per la mia Anima.
    Un abbraccio... Pinuccia cara... e buon inizio di settimana... natalizia.
    Mary

    RispondiElimina
  6. Grazie... Arianna del complimento e soprattutto del passaggio qui da me...
    Ne sono felice.
    Un abbraccio,
    Mary

    RispondiElimina
  7. Come al solito... Amica cara... hai compreso.
    Con la condivisione si fa del bene prima a se stessi e poi agli altri... si elaborano gli eventi effettivi o eventuali... si ricomincia a vivere.
    L'ho capito strada facendo... non lo dimentico più.
    A presto... Amica cara... con un abbraccio,
    Mary

    RispondiElimina
  8. Ale cara... sarà un bel Natale anche per Te... stai tranquilla. Poi mi farai sapere la bella notizia e "festeggeremo" insieme... virtualmente, è vero... ma con una gioia reale... profondamente sincera.
    Un bacio... solo per Te,
    Mary

    RispondiElimina
  9. è sempre pura magia passare a leggerti..

    Un bacio da Costy

    RispondiElimina
  10. E per me... sempre gioia grande sapere che ci sei.
    Un bacio,
    Mary

    RispondiElimina