agosto

agosto
agosto

lunedì 12 dicembre 2011

E non riesco... proprio non riesco a passare oltre... a non pensarci.
Già in  passato  aderivo sempre alle iniziative promosse a favore della ricerca... La reticella con le arance dell'AIRC... la stella  di Natale e le uova pasquali dell'AIL... ed altre ancora. Magari... è una sciocchezza, ma ho sempre creduto che tante gocce fanno l'Oceano... gocce che evaporano al sole per uno scopo... "tornare" a quel mare immenso.
Ognuno dovrebbe fare la propria parte, sì... a favore degli altri, ricordando però che il tutto gli potrà tornare forse anche con gli interessi. Chi sa infatti che cosa succederà domani?


A ben interpretare lo spirito di una di queste iniziative, ecco la lettera di Valentina che di leucemia non ha sentito solo parlare...
 Alle Sue parole c'è poco da aggiungere... da sole sono testimonianza forte di grande coraggio e voglia di vivere.
Possiamo Tutti Noi restarne indifferenti?


Dietro ogni stella di Natale si cela quel rosso che sa di momenti di festa. Che sa del freddo invernale e insieme di calore umano. In ogni stella di Natale c'è la gioia e la speranza e l'allegria. Dietro quelle stelle di Natale ci sono nascoste delle storie di vita; storie uguali e diverse. Sono stelle di Natale speciali, quelleche raccontano di storie speciali...
La preoccupazione nei loro sguardi e nei nostri. La sofferenza di dure terapie e la volontà di andare avanti, fino in fondo. Nomi e sigle impronunciabili che diventano la normalità. Le ore interminabili in una sala d'attesa e i minuti che vorresti non passassero mai per stare con lui un po' di più. Le iniezioni e le flebo e le lastre e le camere isolate, lontane da tutto, che alla fine, non fanno più tanta paura. L'affetto e la comprensione che provi per chi è accanto a te e di cui capisci perfettamente ogni pensiero senza neanche sapere chi sia. Il rigore austero di impenetrabili camici, la loro competenza e professionalità. Le mascherine, il sapone antibatterico e gli allarmi. La cena alle sei e mezzo e la pastina scotta, sempre la stessa. La pacca sulla spalla di un infermiere che ti dice che è passato tutto e che sta meglio, adesso. Le persone che si affidano al loro Dio e tu che ti affidi alla tua forza. I suoi occhi che diventano ancora più profondi nel suo viso pallido. I sorrisi più forti di qualsiasi parola, le risate per ogni piccola cosa. E le lacrime.

Quelle stelle di Natale racchiudono corridoi e reparti e medicherie e interi ospedali. Dove gente e gente lavora per sconfiggere una malattia che non deve far più paura. Dove gente e gente soffre e non si arrende. E gente e gente, come me, aspetta che tutto passi, che tutto finisca, e lui torni come sempre, come prima.

Dietro quelle stelle di Natale si celano strette di mano e abbracci forti più di ogni altro. Si celano visi e sguardi che non dimenticherai mai. Si celano bimbi e vecchi e uomini e donne accomunati dallo stesso dolore e dallo stesso desiderio. Dietro quelle stelle ci sono, velate, paure e lacrime taciute, ma più di tutto l'attaccamento profondo alla vita.

Dietro queste stelle si nasconde la leucemia e la nostra voglia di combatterla e sconfiggerla.

Dietro queste stelle ci sono tante persone speciali. Io dedico una stella al mio piccolo eroe.
Valentina



13 commenti:

  1. e quante mamme come Valentina.......Grazie ancora una volta di più.
    Buona giornata di Santa Lucia cara Mary
    Un abbraccio
    pinuccia

    RispondiElimina
  2. Cara Mary, questa lettera di Valentina e' davvero toccante...mi ha colpita ed in particolare mi ha colpita la frase "dietro quelle stelle ci sono, velate, paure e lacrime taciute, ma piu' di tutto l'attaccamento profondo alla VITA!Ed e' cosi' davvero...purtroppo ho avuto modo di conoscere da vicino questa brutta malattia e negli occhi di chi amavo ho visto proprio questo, un grande attaccamento alla vita che per me e' stato un grande esempio...Spero che i ricercatori riescano a fare dei passi avanti per riuscire a sconfiggere questo male e sicuramente iniziative lodevoli come questa possono essere di grande aiuto!
    Ti abbraccio!
    Cri.

    RispondiElimina
  3. Grazie Mary Cara...
    grazie Valentina...
    un abbraccio..
    dandelìon

    RispondiElimina
  4. Tu sai cos'è il percorso di una malattia; tu sai la forza e la volontà che ogni giorno devi tirar fuori dalle tue viscere perchè non te le regale nessuno forza e tenacia di lottare controcorrente ed arrivare in cima alle cascate senza scendere di sotto.
    La malattia e gli eventi luttuosi fanno ricondurre al vero valore della vita che spesso dimentichiamo e tu cara amica ci riporti all'essenziale,con garbo e umiltà.
    Ti voglio bene e che il nostro amore si espanda per Valentina e per tutti quelli che si trovano nella solitudine a combattere una malattia, e sono tanti, che si affidano solo a quegli angeli delle corsie. La speranza per questo Natale è lasciare spoglio l'albero per vestirlo di propositi per una solidarietà degna di un essere umano.
    Ciao tesoro grande e grazie ancora per le tue perle.
    Costy

    RispondiElimina
  5. Condivido il tuo pensiero...
    nessuno sa cosa ci sarà in serbo per noi, domani... toccante la lettera di Valentina...
    un abbraccio cara♥

    RispondiElimina
  6. Tantissime... cara Pinuccia... e se guardiamo accanto... sicuramente ce ne sarà una... come Valentina.
    Un bacio,
    Mary

    RispondiElimina
  7. Non posso allora "io"... aggiungere commento al Tuo che nasce tra l'altro da un vissuto sofferto: avresti da insegnarmi.
    Dico solo questo... sappi conservare nel Tuo cuore ciò che hai imparato... continua a... vivere seguendo sempre quell'"esempio".
    Un abbraccio fortissimo,
    Mary

    RispondiElimina
  8. Grazie a Te... Amica cara, che sempre recepisci.
    Con l'abbraccio più caloroso Ti giunga tutto il mio affetto,
    Mary

    RispondiElimina
  9. Carissima Amica mia... hai colto, come sempre il mio intento... l'invito a non essere ciechi e sordi alla presenza delle molteplici realtà che "balenano" nella nostra esistenza. A volte sono rapide apparizioni... "lampi di luce", ma non così veloci da non lasciare il segno...
    Per questo... come Tu dici giustamente... sia la Solidarietà l'addobbo più bello per la festa più sentita dell'anno... e poi diventerà anche il dono più grande.
    Grazie per tutte le belle cose che mi dici... sempre, e un abbraccio grande grande... quanto il mio affetto,
    Mary

    RispondiElimina
  10. E' proprio così... mia cara... Nessuno mai lo potrà sapere.
    Operiamo sempre nel BENE per il BENE...e senza accorgercene sarà IL BENE DI TUTTI!
    Un bacio,
    Mary

    RispondiElimina
  11. Un abbraccio a Valentina e a tutti quelli che combattono con queste brutte "bestie".
    A presto cara Mary, ti stringo forte,
    Ale

    RispondiElimina
  12. Certo... Amica mia...stringiamoci Tutti in un unico forte abbraccio.
    Un bacio... solo per Te.
    Mary

    RispondiElimina
  13. Sai Mary abbiamo vissuto un'esperienza analago proprio in questi periodo l'anno scorso.Il mio consuocero però non ce l'ha fatta e aveva tanta tanta voglia di veder crescere i suoi nipoti.
    A volte la vita non va come vorremmo nonostante il grande lottare e la grande speranza.
    Ma anche questo fa parte del vivere.
    Un abbraccio forte
    Pinuccia
    una cosa positiva e bella però c'è stata
    mia nuora è diventata donatrice di midollo osseo.Lo doveva ,per il suo papà!!!

    RispondiElimina