dicembre

dicembre
dicembre

martedì 31 luglio 2012

Devo continuare a... parlare della giornata di ieri, e raccogliendo le idee mi rendo conto di quante volte mi verrebbe di mandare Tutti e tutto al diavolo, controlli compresi. Poi, per fortuna prevale il senso di responsabilità e, diciamolo pure, la paura e ritorno sui miei passi, stanca e delusa. Il fatto è che la strada non è mai piana... è sempre in salita "possibilmente" con qualche intoppo, e non trovi quasi mai Chi Ti dà una mano e se lo fa una volta, la seguente se l'è bell'e dimenticato... o fa finta... o è costretto a far finta d'essersene dimenticato.
Ma perchè mai la vita, soprattutto la Nostra... degli 048... deve essere così complicata? Forse siamo troppi... tanto che se qualcuno di Noi manca all'appello nessuno se ne accorge se non per il fatto che la "cartella" va archiviata una volta per tutte.
Va bene comunque... STOP e fine dello sfogo.
E tornando a ieri... dove eravamo rimasti?
Ah già... col marito di "Ma che c'mport" c'eravamo ritrovati nella sala d'attesa a cercare d'ingannare il tempo, ad un certo punto mi sono ricordata di dover fare ancora una prenotazione in vista del controllo semestrale di novembre... un'eco-addome completo. Le ultime due volte m'ero sottoposta a tale esame al reparto vicino all'Oncologia medica... il dottore era stato "gentilissimo" in entrambe le occasioni, raccomandandomi di prenotare sempre in reparto e non attraverso gli sportelli del CUP per evitare lungaggini e liste d'attesa.
 Che diamine, trattandosi di 048 un po' di comprensione e rispetto, no!?
Bene, ieri ci sono tornata in quel reparto... e lo stesso dottore m'ha detto il contrario... dovevo passare per la cassa ticket, poi anche se avesse voluto chiudere un occhio... era la mia un'emergenza? No? E allora non si poteva fare nulla tanto più che andava di fretta... aveva un'emergenza! Ma guarda... e a questo punto se la lista d'attesa avesse visto slittare la mia prenotazione oltre i sei mesi prescritti, non avrei potuto io trovarmi improvvisamente ma non tanto inaspettatamente in emergenza?
D'accordo, ma Lui che poteva farci... i medici sono pochi e i pazienti in tanti... con le soppressioni dei reparti, gli accorpamenti... non si va più avanti.
E il guaio più grosso è che si torna indietro.
Così, sempre "scortata" dal simpatico marito della mia Amica, sono scesa giù al CUP... Fila lunghissima, oltre la porta. Mi faccio strada facendo finta di nulla, ma sguardi "cattivi" mi ricacciano indietro...
"Niente da fare, devo ritornare..." ho detto rassegnata al mio accompagnatore... " così porto l'impegnativa già timbrata, speriamo che vada bene quella e non debba farne un'altra".
"Aspetta... leggi quest'avviso." Attaccato alla bacheca c'era un foglio... per prenotare o disdire chiamare il numero verde...
Ho esultato a tale vista... ma forse troppo in fretta.

9 commenti:

  1. Qui da noi il numero verde funziona bene,poca attesa e di solito si riesce a prenotare senza fare code estenuanti,ma il punto è che chi già è provato ,stanco e deluso deve sobbarcarsi questo percorso ad ostacoli che è la nostra sanità,una volta trovi un medico comprensivo e ti sembra di
    aver vinto alla lotteria ...invece dovrebbe essere la normalità...non si chiede comprensione ma solo rispetto!!
    Coraggio....un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E per fortuna che il coraggio l'ho acquistato strada facendo, altrimenti... Altrimenti mi sarei persa come tanti altri e mi sarei lasciata andare pensando, come la va la va.
      Sono stanca, è vero... spesso delusa ma non grido mai allo scandalo e resto piuttosto ironica. Almeno ci rido su, e poichè il riso fa buon sangue devo dedurre che in fondo godo di ottima salute.
      Un bacio da me anche per Te, carissima Amica mia.
      Mary

      Elimina
  2. Anche da noi il numero verde funziana bene e forse è rimasta una delle poche cose della sanità.
    E' davvero mortificante vedere e sentire certe cose e come ti ha detto Anto si chiede solo il rispetto ma a volte nemmeno quello c'è.
    Avanti tutta Mary come sempre
    Un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pinuccia cara, pur riconoscendo la massima buona fede devo dire che il rispetto in questo campo è cosa assai rara. Trovi il medico disponibile e magari l'infermiera scorbutica... l'impiegato scortese e invece un inserviente che si offre di fare la fila al posto Tuo... in fin dei conti si tratta di adattarsi.
      Andiamo avanti così, sperando almeno che si continui nel migliore dei modi.
      Con tutto l'affetto possibile...
      Mary

      Elimina
  3. Ciao Mery, anche qui il numero verde funziona molto bene, spero che anche dove vivi tu sia così. A volte sono mortificanti tutte queste attese, devo dire che da noi tutto funziona abbastanza bene, anche dal punto di vista umano, ma certo il nostro è un piccolo ospedale in un piccolo centro...speriamo che ce lo lascino! Ciao, un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende, mia cara Antonella... se sei in un momento fortunato o meno, come ha detto Anto... è una sorta di lotteria.
      Qualcosa funziona pure per il verso giusto... non tutto però e sta a Noi l'abilità di adattamento.
      Comunque meglio non lamentarsi... vuoi che ci sentano e tolgano il poco che abbiamo?!
      Un bacio,
      Mary

      Elimina
  4. Ciao Mary vedrai che si risolveranno bene tutte le Tue preoccupazioni e le prenotazioni....purtroppo è così io dico sempre che se ci sono problemi di salute le cose burocratiche ti complicano di più la vita e per fortuna che riesci a fartele da sola. Io ho corso tanto per mio marito e per controlli lo facciamo ancora adesso (più di 20 anni) e mi son sempre chiesta ma perchè oltre avere il male bisogna sempre correre per carte ecc.. a volte per stupidaggini che si potrebbero risolvere con meno burocrazia.Auguri ....e sii sempre ottimista perchè l'ottimismo fa miracoli....abbracci genny

    RispondiElimina
  5. Ciao, Genny... sono le lungaggini che ti sfiancano, null'altro. Però bisogna sempre trovare la forza per riprendersi e continuare a...
    E a tale scopo... hai ragione perfettamente... l'ottimismo aiuta, davvero aiuta tanto.
    Abbracciandoti forte e con affetto,
    Mary

    RispondiElimina
  6. Ho provato una volta, esultante come te, a chiamare il numero verde...... Mamma mia!!!! Risultato ? Rabbia , solo rabbia e nientr'altro che rabbia..

    RispondiElimina