ottobre

ottobre
ottobre

venerdì 24 agosto 2012

"Nessun uomo sulla Terra muore davvero se c'è qualcuno che lo ricorda".
E' questa un'affermazione in cui credo fortemente da  tempo, c'arrivai un giorno non tanto lontano, mi piacque perchè rendeva meno triste l'idea della Morte. Per questo la credevo oggettivamente valida ma fino ad un certo punto, poi stamattina l'ho sentita ripetere durante l'omelia dal celebrante al funerale di quella mamma.
Allora è verità, ho pensato tra me ma non perchè venisse proclamata in tale maniera e in quella occasione.
Davvero una persona che ha tanto e bene operato non può essere scordata. Io la conoscevo quella mamma, la Sua vita... il Suo "grande cuore" e certamente non la dimenticherò, quindi non muore.
Quando sette anni fa mi fu chiesto di scrivere qualcosa che embleticamente rappresentasse mia madre, pensai di andare a cercare nella Bibbia ma la ricerca si presentò subito alquanto difficoltosa...un libro così immenso!
Ma sapevo che solo tra quelle righe avrei potuto trovare l'"espressione" giusta... equilibrata e senza retorica ma efficace. Non sapevo comunque come fare ed allora m'affidai a Lui  che non sbaglia mai... m'avrebbe guidato.
Aprii il libro di scatto, ad una pagina a caso e il mio occhio cadde su una frase... "... alla morte di un uomo si rivelano le sue opere." dal Siracide.
Leggere e decidere fu tutt'uno... quella sarebbe stata la frase per la mia mamma, perchè in effetti era stato proprio così. Alla morte siamo venuti a conoscenza di cose grandi che aveva fatto e di cui non solo non si era vantata ma non aveva neppure parlato. La Sua figura, l'alta statura morale erano venute fuori all'improvviso pubblicamente procurando in Noi motivo d'orgoglio anche se in realtà non ce n'era bisogno.
Ricordo il giorno del Suo funerale, quando al momento del commiato s'avvicinò una donna che non avevamo mai visto... "Voi non mi conoscete ma un giorno la Vostra mamma mi ha aiutato... non avevo come fare la spesa, senza un soldo... mi diede centomila lire."
Mia madre non era una benestante, non aveva nulla di Suo... era moglie di un impiegato, casalinga con cinque figli. Quella cifra l'aveva tolta dallo stipendio mensile che amministrava... e Noi non ce ne siamo mai accorti.

8 commenti:

  1. Buongiorno Mary, com'è bello leggerti, rinfranca i cuori... è vero quando qualcuno muore non viene dimenticato, se ne va il suo corpo ma ci restano tante cose, i suoi ricordi, le sue opere....
    Buona giornata Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BENVENUTA! Sono felice di averti tra gli Amici che hanno la pazienza di seguirmi, cara Marina.
      Non si muore mai del tutto allora, la pensi come me. E in effetti nel tempo sbiadiscono solo i ricordi fisici ma ciò che riguarda l'animo anzi assume lineamenti più marcati e aspetto nitido... da non poter essere scordato mai.
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina
  2. Che verità in questo tuo scritto e che bello leggerti sempre.La tua mamma è lei sicuramente che ti guida in quello che fai ora come prima ti ha dato insegnamento.
    Un abbraccio amica cara e sereno sabato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente sono gli esempi quelli che contano e restano una volta che non saremo più.
      Mia madre c'ha lasciato un grande testamento spirituale più ricco e prezioso di qualsiasi tesoro; ognuno di Noi ha investito al meglio ciò che ha appreso e probabilmente i frutti si vedranno un giorno. Ci resta comunque al momento la serenità per non aver disperso ciò che c'è stato donato.
      Un abbraccio grande,
      Mary

      Elimina
  3. Buongiorno Tesoro!, leggerti è adrenalina pura. Un bacio e ricordati sempre che sei una donna eccezionale!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu dici, Amica mia?! Beh, per farti piacere... ci credo e me lo ricorderò... ma solo ogni tanto.
      Bacio.
      Mary

      Elimina
  4. Cara Mary son so se riuscirò sempre ad esserci ma il tuo blog sarà l'ultimo che lascerò, qui trovo qualcosa che dal profondo scava per trovare la vera umanità... Grazie di esserci.
    Buona domenica con il mio forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE, Tomaso... sei davvero molto buono.
      Sono contenta di rileggerti, vuol dire che stai meglio e ti è tornata la voglia di stare con Tutti Noi.
      BRAVO! Non possiamo fare a meno di TE, lo sai.
      Un abbraccio grande,
      Mary

      Elimina