agosto

agosto
agosto

lunedì 6 dicembre 2010

E sentendomi parte di una globale normalità cominciai a stare meglio; è vero, permanevano alcuni fastidiosi disturbi , quali la stipsi, la nausea solo per alcuni cibi e tutti gli odori forti, la stanchezza, ma avevo trovato anche per questi "inconvenienti" la strategia e i rimedi giusti per non risentirne più di tanto. Contro la stipsi, mela cotta con un cucchiaino di miele,che andava bene anche per la stanchezza, per combattere la nausea avevo abolito tutti gli alimenti "sbagliati" per me, al primo posto la carne e i salumi, e privilegiato frutta e verdura, dal sapore fresco e profumo delicato; i miei uomini, poi continuavano a rinfrescarsi il viso dopo la rasatura con l'acqua del rubinetto. Era tutto a posto quindi, ed io in quattro giorni  avevo smaltito la sbronza di rossa e potevo riprendere la mia vita come se niente fosse. O quasi. Al terzo giorno mi ero sentita di "osare" e mi ero spinta fino all'ASL per inoltrare la richiesta di esenzione dal ticket spettante alle patologie oncologiche; ed ero sopravissuta nonostante la strada fatta a piedi e la coda allo sportello, uscendo fuori orgogliosa del mio 048(codice dei malati oncologici) e fiera di essere riuscita a portare a termine qualcosa per me stessa anche se non ero al pieno delle forze. Mi era sembrato di camminare sulle nuvole perchè avevo la sensazione di un cuscinetto sotto i piedi e un orecchio tappato che mi ovattava i suoni, però CE L'AVEVO FATTA e ne ero davvero felice. Al quarto giorno ero riuscita persino a mangiare la pizza, non tutta, ma l'odore non mi aveva dato fastidio; al mattino avevo fatto le grandi pulizie in casa perchè la stanchezza era meno pesante, e poi... la stipsi... anche la stipsi andava in ferie per un paio di settimane. Come mi sentivo bene!! Magari per altri poteva essere una condizione di salute normale, ma per me no. L'essere uscita da quella spirale di malessere ed essere tornata più o meno come prima mi dava una gioia grandissima, come quando si crede di aver perso un oggetto caro e prezioso e lo si ritrova all'improvviso.

Nessun commento:

Posta un commento