settembre

settembre
settembre

lunedì 26 dicembre 2016

NATALE E'... nuova opportunità di vita



La festa appena trascorsa mi riporta alla gioia di esperienze passate.
Mettere al mondo i miei figli... donare di nuovo a me stessa la vita dopo aver temuto di perderla.
Travaglio e parto... fatica e sofferenza... ma alla fine, solo il trionfo della Vita stessa.
Ché poi il Natale è niente altro che questo, la festa della Vita, il venire di nuovo alla luce dopo il buio della coscienza. 
L' Attesa è stata la "gestazione" vissuta con trepidante gioia, tra preparativi ed aspettative. Buoni propositi da mettere in atto.
Oggi poi finalmente, il "lieto evento". Il memoriale di un qualcosa che accade ogni giorno e di continuo dovrebbe rinnovare l'esistenza. Perché si percepisce che non può essere sempre lo stesso, è come un sobbalzo avvertito nell'intimo più profondo, che prende e trascina anche Chi non crede, è in dubbio o in crisi. Tutti, infatti pronunciano le due parole unite insieme... Buon Natale, e non è solo per pura convenzione. Diventano un augurio che non si può non accompagnare con un sorriso. E il sorriso è contagioso come lo è la gioia, che vuoi o non vuoi migliora. Si cambia così, ed ogni cambiamento è una sorta di rinascita.
Natale, come fosse il primo giorno di vita. Tra incoscienza e ansia di ricominciare, fiducia e desiderio di essere compresi. Affidarsi senza timore di essere giudicati e ancor meno condannati, ma benedetti comunque. Rimettersi in discussione, e poi di nuovo in corsa... perché se Dio non giudica ed io sono vivo che senso avrebbe non cogliere l'opportunità di nuova vita? 
Avvicinarsi a Lui senza indugio, come fu per i pastori quella notte a Betlemme.

1 commento:

  1. Carissima, passato il Natale ora ce pure il mio compiblog e poi arriverà il nuovo anno, prepariamoci tutti al brindisi!!!
    Tomaso

    RispondiElimina