settembre

settembre
settembre

venerdì 23 ottobre 2015

UN'UTILE ALLEATA


Emoticon heart
La seconda parte dell'incontro ha visto quindi riepilogo e conclusione del tema, Ansia... che tocca "sani" e "malati", ma per questi ultimi e i familiari può diventare sconvolgimento totale. Dal momento che con la malattia nulla è più come prima.
Più volte è stato detto che cos'è l'Ansia... è un'emozione, uno stato d'animo, una forma di paura di fronte ad una difficoltà, a un potenziale pericolo.
Essa si nutre di incertezza e disistima, sfiducia e ignoranza. Si manifesta con un'infinità di sintomi fisici che finiscono per alimentarla, creando un circolo vizioso.
Che cosa fare quando assale? A livello comportamentale si può respirare profondamente a intervalli regolari. Passeggiare, ascoltare musica e socializzare... rilassarsi.
E poi ognuno troverà da sé il metodo giusto" che fa bene per sé e potrà condividere o suggerire.
Quando l'Ansia prende, pensare a Chi ci ama e apprezza... visualizzare immagini rilassanti che magari riportano all'infanzia, soprattutto se viene ricordata come epoca felice... scrivere, dipingere, imparare uno strumento.
La creatività dà impulso nuovo all'autostima.
Cercare la causa dell'Ansia per cercare di rimuoverla, a tale scopo può essere utile parlarne con Chi sa ascoltare e capire. Torna dall'esperienza di "musicoterapia attiva" l'Ascolto dell'Altro per la reciproca comprensione, una forma di "ascolto uterino" che "trattiene e contiene" l'Ansia.
Cercando una soluzione tutto si ridimensiona, il momento appare più chiaro e non tanto drammatico. Spesso la persona ansiosa tende a trasformare i sassolini in montagne, si fa prendere da pessimismo improvviso e non crede in se stesso, nella capacità di superamento degli ostacoli. Quando al contrario ognuno ha una dotazione di risorse inconsapevoli, cui si può ricorrere anche senza particolare difficoltà, mantenendo il controllo, la mente lucida e la serenità.
Seguire l'onda... aspettando la "curva discendente" per poterla scavalcare.
L'Ansia può non esserci più matrigna, ma diventare un'utile alleata che spinge all'azione, potenzia lucidità e capacità decisionale, rende creativi.
Va accettata, ascoltata, capita nei suoi messaggi. Di rimando non pretendere da se stessi la perfezione, poiché in nessun ambito è possibile mentre sono reali e da accettare i propri limiti, e i confini di ogni azione. Tale consapevolezza porterà alla Pace Interiore e farà ottenere risultati.
"Nulla consuma il corpo e la mente quanto l'Ansia... ma chi ha fede in Dio è tranquillo perché, se si prende cura degli uccelli e i gigli del campo, figurati di Te..."
Come sempre dico, ripeto ancora...
Confida... Fidati... Affidati.
Non potrai rimproverare nulla a Te stesso, e avrai vinto l'Ansia.

Nessun commento:

Posta un commento