giugno

giugno
giugno

domenica 31 luglio 2016

VIVI LA VITA ORA...


In due giorni di seguito sono scomparse due persone note. Molto note ma per caratteristiche differenti. Non ho detto, qualità nel senso di virtù, perché potrebbero non esserlo oggettivamente, per ulteriore precisione chiamiamole peculiarità.
Eppure erano conosciute, tutti possiedono caratteristiche uniche e speciali, e comunque dopo non vengono ricordate. Perché?
E' probabile che la vita non sia stata vissuta pienamente, solo toccata e fuga ogni tanto, accenni di entusiasmo subito spento. Stasera, manco a farlo apposta l'ha detto anche il sacerdote durante l'omelia...
Che aspetti a vivere veramente?
Si accumulano giorni che non potranno essere spesi in seguito. Il Passato non torna e solo il Bene torna indietro, anche quando fisicamente non saremo più.
Essere contenti e reinventarsi la vita... anche quando va storta. Non puoi raddrizzarla... perché non è Tua facoltà, asseconda l'evento che la guasta, raddrizzando Te, o meglio il modo di viverlo.
Del resto tutto cambia, ed è inutile restare attaccati all' "identità" di sempre che è strettamente intrecciata a "certezze" create nel corso degli anni. La paura nasce quando all'improvviso le vediamo minacciate, perché le consideriamo parte di Noi stessi, mentre in realtà sono del tutto arbitrarie e mutevoli.
Converrà lasciar andare qualsiasi attaccamento ricordando che siamo un "gradino " più su di qualunque idea di certezza.
La Vita ci pone di fronte a continue sfide, viviamole come cambiamento adeguandoci, e sarà "vita piena" e non solo ferma al "primo quarto".

Nessun commento:

Posta un commento