novembre

novembre
novembre

domenica 24 luglio 2016

FIDUCIOSA CURIOSITA'


Riprendo da ieri. Dal confidare nella grazia di Dio che mai abbandona, da uno sguardo smarrito che ritrova la via in un pianto sommesso, da un amore mai espresso.
Situazioni complicate e controverse, eppure si continua. Qual è la forza che le alimenta anche tra alti e bassi, incredulità e certezze?
Se faccio riferimento a quel che fu ed è per me, la definirei "fiduciosa curiosità", uno degli aspetti della speranza.
Un percorso di vita che procede senza ostacoli o buche improvvise. Sempre in piano, alcun avvallamento o salita. All'improvviso il cielo si oscura, un forte fortissimo temporale per una notte intera. E al nuovo giorno lo scenario apparirà diverso. Completamente. "The day after"... e si dovrà riprendere.
La gioia di avere tutto alle spalle riempie di novello entusiasmo e grande energia, ma diffidenza e sospetto che prima non erano, ora accompagnano i singoli passi per continuare.
Si procederà così cauti, guardinghi per non essere colti di sorpresa, e nello stesso tempo fieri e contenti per aver superato qualsiasi ed eventuale fermata d'obbligo.
Dalla saggia accettazione nasce l'atteggiamento fondamentalmente sereno di quell'Amica che si fa bastare la grazia di Dio, e non solo e poi "inneggia" alla chemio a vita purché si viva.
E il pianto sommesso di un'Altra ancora serve a questa stessa per ritrovarsi, vederci meglio, come le lacrime fossero piccole lenti a rendere più chiaro il percorso e le scelte.
Quell'Amore poi mai espresso troverà finalmente coraggio e parole. Un'occasione non può ripetersi infinite volte nella vita, ma quel temporale è stata la pausa giusta per trovare dopo aver cercato ciò che si era smarrito.
La Curiosità muove e la Fiducia sostiene.

Nessun commento:

Posta un commento