novembre

novembre
novembre

martedì 17 maggio 2016

STASERA...


Vi meraviglierete. Non ho dato segni di preavviso, ero come sempre.
Ma è così. Vado a recupero totale.
Mi sento a metà. Forse lo sono.
O è di Altri la responsabilità di tale sentimento?
Stanchezza, eppure voglia di fare ancora. E sono certa non mi fermerò.
Domani sarà diverso,
perché la consapevolezza che ho conquistato voglio mantenerla.
Qualcuno ci crederà poco o niente. Non importa.
Costi quel costi, con le unghie e coi denti.
Al termine di un giorno come pochi, quando torni ad una realtà che stride con ciò che provi, ti capita qualche contrarietà, e persino il pc prende a fare i dispetti... forte sarebbe il sospetto di un qualche "sabotaggio" da parte di chissà chi.
Pare mi si voglia dire... ti stai montando la testa, datti una regolata. E mi fermo a pensarci, non dico di no, ma poi un abbraccio... proprio quello... certi sorrisi... solo quelli, mi riportano alla famosa consapevolezza di cui sopra. E allora, non c'è niente da fare... mi ricarico e già da domani torno in campo.
Ho tanto da fare e da dire, scrivere e condividere.
È la "nuova me" che si ribella e afferma volta per volta, a fatica. Ma non si fermerà.

Nessun commento:

Posta un commento