dicembre

dicembre
dicembre

sabato 7 maggio 2016

QUELL'UNICA VIRTU'


Il continuo esercizio dei pensieri in ogni momento delle mie giornate, mi porta inevitabilmente a "partorire" concetti raffigurati in immagini che restano maggiormente impressi perché ancor più efficaci. Una specie di "scrigni" personali, unici e preziosi.
Poi succede che certi giorni sembrano "monotematici". Incontri persone che parlano tutte della stessa cosa, o altre che coi loro atteggiamenti contraddittori riportano alla... medesima cosa.
E così concludi... sarà la giornata dell'Umiltà, ad esempio.
Proprio come oggi. Guarda caso.
E ti stupisci che qualcuno ti venga incontro e ti abbracci con calore, un altro dica che gli sei mancato, un altro ancora metta fuori con Te... e con Te solo... tutta l'ansia che ha dentro.
Ti meravigli perché non pensi di essere chissà chi, di fare chissà che cosa. Sai solo che ti affezioni per un sorriso che poi memorizzi con il Tuo sorriso. Che ogni volta ti porti a casa e non pesano, uno sguardo, una mezz'ora di vita, un bel progetto. Qualcosa che appunti sul Cuore, l'agenda perfetta di Chi vuol bene per principio e non fa distinzione, ma che non vuole neppure scordare nessuno.
E ancora... pensi come mai tanti chiedono di Te, ti regalino appellativi importanti che fanno sentire ancora più responsabili e timorosi di deludere le aspettative. Ci sarà un motivo, pensi... ma subito dopo riprendi il filo di quel discorso astratto e dici... tante cose non ce l'hanno un motivo, magari sarò simpatico e basta.
E pure la simpatia appare come un privilegio.
Quando al termine di un giorno qualunque, poi arriva un messaggio con una domanda a cui prontamente rispondi e segue come replica... sai, la tua grandezza è nell'umiltà che vesti... beh, il viso diventa di fuoco. Arrossisci come un'adolescente al primo amore.
Pudore di qualcosa che pensavi non potesse appartenerti mai.

2 commenti:

  1. Cara Mary, oggi che è la festa della mamma, eccomi per un augurio di una buona domenica. Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Tomaso! Gentilissimo e inappuntabile come sempre.
      Un abbraccio...

      Mary

      Elimina