agosto

agosto
agosto

lunedì 2 maggio 2016

PREGARE...


Come non dovessero finire mai il "bisogno" e la "gioia".
Prego sistematicamente ma non sempre nella forma comune, a volte non mi riesce proprio in questo modo, perché... mi perdo per strada. E' che ho necessità di fare viva e personale la preghiera, anche quando a Lui affido Chi è in quel momento nei miei pensieri.
Mi riesce più semplice mettere via formalità obsolete e rivolgermi con parole ordinarie ma sempre piene di grande amorevole trasporto. Poi mi segno con la croce, come già all'inizio, e mi sento in pace con la rassicurante sensazione di non essere più sola, qualunque cosa accada.
E il bisogno di colmare un "vuoto" è pienamente soddisfatto. Almeno fino a quando si ripresenterà.
Forse Angelo, incontrato l'altro giorno, si riferiva a questo quando parlava semplicisticamente di "credenze" per aiutarsi a vivere. In parte aveva ragione, ma la risposta che dava al Suo grande bisogno restava comunque a metà, e si negava così la speranza.
Quando durante la malattia non riuscivo a recitare completamente il Padre Nostro, non è che io non credessi più. Anzi, ci credevo a tal punto da "abbandonarmi" in piena fiducia. Fosse andata anche male, ero sicura, non avrei sofferto e poi... poi non sarebbe finita là dove era cominciata.
Questa convinzione mi fece recuperare la serenità, un senso "quasi" di onnipotenza che mai rasentò il delirio, perché... lo sapevo... non era tutto merito mio. La forza non era la mia, come pure la facoltà di decidere i tempi. In seguito è andata come è andata, ed io naturalmente ne sono stata felice. Lo sono ancora, ed ogni giorno vissuto non per me sola, è diventato così un'espressione di "gioia" per ringraziare. Credo che la preghiera di sole parole non abbia la forte valenza di opere fatte con Cuore sincero. E' Pregare anche questo, ed è grande perché non stacchi mai ed ogni luogo è buono, e quando sei per gli Altri, Dio è sempre al centro come "motore" e "oggetto d'Amore".
Vai, nel modo più semplice che puoi, senza mai brancolare nel buio.

Nessun commento:

Posta un commento