giugno

giugno
giugno

sabato 21 gennaio 2012

Stamattina proprio non ce l'ho fatta...
Non ce l'ho fatta ad alzarmi all'ora che m'ero proposta...
C'è qualcuno che ha la pallida idea di cosa voglia dire avere per casa un marito... neo-pensionato... che prende l'influenza addirittura dopo vent'anni?... Ecco, appunto... ha appena finito di starnutire... Li ho contati: 7... dico 7 starnuti, uno dopo l'altro... perchè Lui è così... le cose le fa sempre in grande e... rumorosamente.
Poi rimane sfinito... e mi chiama come se stesse esalando l'"ultimo respiro".
E così ieri è stata una storia continua... termometro, compressa... pasticca per il mal di gola... e di nuovo, termometro, compressa... pasticca per il mal di gola... fino a sera inoltrata. Poi finalmente siamo andati a dormire... anzi Lui era già crollato e russava quando io mi sono infilata sotto il piumone... e a quel punto ho ceduto le armi anch'io.
Ah... sonno ristoratore! Si è impegnato così bene nel suo compito che non voleva lasciarmi... però all'ennesimo squillo della sveglia ho fatto appello alla mia buona volontà e raccogliendo tutte le forze... mi son decisa, ho salutato il "mio nuovo giorno"... un altro "sabato" ancora.
Nei miei "sinceri" propositi questa dovrebbe essere della settimana la giornata più intensa di "lavoro domestico", ma da qualche tempo è diventata la più accidentata...
Prendiamo l'odierna... ad esempio.
Mi alzo... e come tutte le mattine apro la finestra per ossigenarmi un po'... dovrebbe cogliermi una ventata d'aria frizzante, anche alquanto pungente... siamo in gennaio! E invece... qualcuno ha fatto bruciare dell'olio mentre friggeva le zucchine... ne riconosco l'odore. Assurdo... alle 8,30 del mattino! Mi ricordo che ho ancora la biancheria stesa... L'ultima volta che è successa una cosa del genere... povere le mie lenzuola e poveri noi... c'era sembrato di dormire in una friggitoria.
Mi chiedo... ma nel mio condominio si frigge solo di sabato?
Poi esco sul balcone... altra sgradita sorpresa. Il forte vento di ieri ha fatto cadere il grosso vaso dei gerani che s'è rotto... Terra bagnata mista a frammenti di coccio... che meraviglia! M'è toccato pulire e rimediare alla meno peggio... per giunta non dovrei sollevare pesi e invece l'ho fatto... non potevo lasciare tutto lì... comunque è andata.
Mi chiedo... ma nella mia città il vento soffia forte sempre il venerdì sera?
E' ora di preparare il pranzo... Oggi, brodo come al solito... Allora, sedano... carota... cipolla. Apro il frigorifero... nel cassetto delle verdure qualcuna un po' troppo "passatella" ha cambiato connotati... anzi s'è proprio spappolata "inquinando" anche tutto il resto. Benissimo... allora, anche il frigo da pulire.
Perchè sempre il sabato le verdure decidono "d'abbandonarmi"... e nel momento che devo cucinare?
Mi siedo un po' sconfortata ed anche stanca...
Si alza l'Amore della mia Vita... colpi di tosse e uno starnuto ne annunciano l'ingresso. "Ciao... Mary... buongiorno. Sono a pezzi... e a Te... tutto bene?" Come no? Penso tra me, e intanto gli preparo una tazza di tè... con tanto tanto miele. Si sa... per la tosse è un toccasana.

12 commenti:

  1. Giornata di ordinaria amministrazione?
    Buona domenica Mary sperando in un "miglioramento"
    bacione
    Pinuccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi, Pinuccia... le cose vanno molto meglio...
      La Domenica, così procede tranquilla.
      Un bacio grande anche a Te,
      Mary

      Elimina
  2. Buon giorno Mary! Giornate come tante che ci fanno sempre più capire che gli uomini senza noi ritornerebbero allo stato di "neonato alla fase fecale" Povere creature! E noi senza di loro non sapremmo di chi prenderci cura, che fa parte della nostra natura. La rima non era voluta :) Un abbraccio forte cara Mary

    RispondiElimina
  3. Eh sì... carissima Amica... una giornata come tante quando si tratta di "loro" a stare male...
    Comunque va bene così... gli uomini adorano essere coccolati, li fa sentire al sicuro... e Noi donne amiamo farlo... ci fa sentire sicure.
    I "ruoli" sono perfettamente rispettati.
    Un abbraccio e un bacio per Te, Galadriel.
    Mary

    RispondiElimina
  4. Buona domenica Mary... I nostri uomini sono molto bravi e buoni,
    ma quando stanno male.... aiuto scappiamo!!!!!!
    Un abbraccio affettuoso.
    Ale

    RispondiElimina
  5. Proprio così... Ale.
    Quando stanno male... si salvi chi può!
    Bacio grande... solo per Te.
    Mary

    RispondiElimina
  6. Quanto mi piace questo tuo post... sarò ripetitiva ma il tuo modo di scrivere è meraviglioso ci rendi partecipe della tua giornata e dai quel tocco di ironia che ti rende unica...
    Bello bello...e poi tuoi marito che infermiera che si ritrova!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sa, Amica mia... lo sa bene il "maritino" che ha un'infermiera "più che professionale".
      Un bacio grande grande... grandissimo, e... GRAZIE!
      Mary

      Elimina
  7. haaaaaaaaaa questi uomini!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono tutti uguali... vero Patrizia?
      Baci baci.
      Mary

      Elimina
  8. Grande post!!!Gli uomini quando stanno male sono proprio una piaga,penso tutti.Poi i pensionati,non farmi parlare,io non lo sopporto più!!!Buona serata Mary.

    RispondiElimina
  9. E' proprio così... grande stella!
    Per me... sono 23 giorni... e la penso ESATTAMENTE come Te.
    Un abbraccio affettuoso,
    Mary

    RispondiElimina