dicembre

dicembre
dicembre

venerdì 24 ottobre 2014

TANTO... QUANTO


Ieri nel vedere quanta gente ha partecipato al saluto di commiato per Stefy, ho quasi provato un'intima gioia. Davvero si può non morire mai.
Sembrava quasi fosse una grande festa... tanti amici, occhi lucidi ma sereni.
E quell'unico raggio di sole alla fine, e insieme il volo di 12 colombi che erano rimasti per tutto il tempo appollaiati dietro la vetrata a tessere colorate, sovrastante l'altare. Li avevo notati durante la celebrazione, sembravano macchie scure e informi, e invece si erano raggomitolati su se stessi perché pioveva a dirotto, poi quello "strale" di luce all'improvviso li aveva destati e spinti al volo.
Ho provato brividi di emozione grande...
All'uscita si raccoglievano fondi a favore dell'ANT, Associazione di supporto ai malati terminali di tumore, per volere di Stefania stessa e della Sua famiglia, mentre Tutti si scambiavano abbracci e promettevano di vedersi ancora, magari per una passeggiata o un caffè.
LEI, pur consapevole di avere una vita a rischio di scadenza, aveva in questi anni sempre scelto la Vita nella sua pienezza, godendone tutti gli aspetti.
Stava male e combatteva... si riprendeva e lottava.
Ironica sempre, accarezzava il Suo "bottoncino dell'amore", così Lei chiamava l'uscita del port, e aveva scelto da sé l'"ultima foto", perché la si ricordasse come era sempre stata... sorridente.,
Anche se sofferente ha vissuto con grande allegria, amando l'azzurro del cielo e del mare.
Era giusto che in cambio ricevesse tanto... quanto aveva donato.

Nessun commento:

Posta un commento