dicembre

dicembre
dicembre

mercoledì 15 ottobre 2014

STELLE


Conosco i "sintomi", i segnali che manda l'animo mio, e quando più giorni si susseguono e il cielo resta sempre lo stesso, mi rendo conto... qualcosa non va. Penso... passerà tutto, e tornerà il sereno in questa "volta" che pure di notte si priva di stelle.
Non mi adagio di certo, affliggendomi... al massimo sono più silenziosa, e questo però già preoccupa non poco Chi mi è vicino e cerca di arginare i danni del tempo uggioso.
Nuvole vanno e vengono, qualche rovescio d'acqua... nulla di serio.
Torno comunque alla mia attività, in ospedale e a casa, ed è soprattutto nel primo che paradossalmente ritrovo l'entusiasmo, perché necessariamente deve essere così. Lo cerco rapidamente con affanno, ne trovo sempre un briciolo e prendo a condividerlo... diventa "lievito madre" e in breve il "contagio positivo" cresce e si diffonde.
Ne sono contenta, la mia vita vale più di qualcosa.
E a casa poi... mi chiedo spesso com'è che riesco a destreggiarmi tra mille cose... anche se stanca, a volte pure confusa... fra una "melanzana" da grigliare e un "pensiero" da condividere.
E non è facile.
E nonostante questo non ci rinuncerei mai... neanche a pensare di tornare solo alle melanzane, voglio continuare a... immergermi tra cento e più pensieri pur di ricavarne uno buono... che doni speranza, riporti il sorriso e dia un valore aggiunto a questa mia vita.
Non mi stanco perché non do affatto per scontato che io sia ancora qui... voglio ripagarlo questo "privilegio", dimostrando che tutto sommato ne è valsa la pena e non è stato un "cattivo affare".
E intanto sorrido... a Chi mi accoglie col sorriso rendendo più facile il concretizzarsi dei buoni intenti, e anche se non di più, pur se in modo diverso, a Chi ha gli occhi lucidi di pianto.
E poi accarezzo quel volto di Chi colpito ancora, rivela sfiducia e delusione per essere stato tradito di nuovo da se stesso. Credici... ripeto, non smettere di farlo, vedrai Ti sentirai meglio, e dimenticherai quello che è stato.
Mi "guadagno" un abbraccio per un sacchetto con qualche caramella, ed un "grazie" col Cuore ed un sorriso per un incoraggiamento estemporaneo venuto non so come né perché.
E alla fine, come oggi mi fanno pure un regalo, un complimento, bello per il senso che si coglie.
Per questo giorno andato via, di quel dono ho gioito davvero e un po' è mitigata la delusione che a volte la Vita riserva.
Stanotte le stelle sono qui a ricoprire il cielo, non importa se non tutte sono luminose...

4 commenti:

  1. ▓▓▀▀▓▓▓▓▓▓▓▓▓▓▓▀▓▀▓▓▓▓
    ▓▓▌█▀▓▓▓▀▀▓▀▀▓▓▌▀▐▌▄▐▓
    ▓▓▄▄▄▌▄▐▌▐▓▌▐▓▓▓▌▓▌▀▐▓
    ▓▀▀▓▓▌▀▐▓─▓─▌▄▄▓▄▓▀▓▀▓
    ▓▌▐▓▓▓▓▓▓▌┼▐▌▄▄▓▓▓▐▓▌▓
    ▓▄▄▓▓▓▓▓▓█▄█▄▄▄▓▓▓▄▄▄▓....★MaRiBeL★

    RispondiElimina
  2. Tante emozioni in questo racconto.... Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Ale... un grande abbraccio anche a TE.

      Mary

      Elimina