agosto

agosto
agosto

domenica 5 maggio 2013

Entusiasmo: che magnifica parola d'azione! E' una forza che trascina, contagiosa. Ti aiuta a realizzare l'impossibile, e rende il futuro pieno di promesse. Sii entusiasta!





E meno male che l'entusiasmo lo ammazzi solo se vuoi veramente farlo fuori... che nello specifico nostro vuol dire autocommiserarsi, piangersi addosso, iniziare un ipotetico "conto alla rovescia" per niente sicuro, frutto di un connubio infelice tra un pensiero fisso e un'ossessione assurda.
La Vita è bella! Non si può dimenticare, e non solo... è tesi da verificare ogni giorno con dimostrazioni concrete, che per "Noi" non sono certo per assurdo ma per "Altri" che dal di fuori ci guardano sbalorditi potrebbero esserlo, a meno che... a meno che un "C(ome) V(olevasi) D(imostrare)" non venga proclamato a gran voce, con il sorriso e la gran voglia di continuare a... vivere e non "lasciarsi vivere". C'è una bella differenza infatti.
"Hai visto come ci guardavano Tutti quanti? Avranno pensato... questi scoppiano di salute!... e invece, se sapessero!" Beh... se sapessero, avrebbero da modificare solo l'ultimo termine... scoppiano di "entusiasmo" e non certo per sopravvivere ma perchè l'hanno considerato a giusto titolo, "rovescio della medaglia".
Ah... lo potessero capire "Tutti quanti" senza passare per la dolorosa trafila!
 "Noi" comunque, effettuato tale passaggio e raggiunto il livello di "privilegiati", trabocchiamo di entusiasmo e sia pure nelle piccole occasioni vediamo il "buono" di questa Vita che un giorno non troppo lontano  sembrò voltarci le spalle.
Delusi, la guardammo indispettiti... arrabbiati, spesso c'abbiamo litigato... stanchi, qualche volta l'abbiamo mandata a quel paese... più sereni, comprendendo che nonostante tutto non è poi tanto male, oggi con LEI ci siamo riconciliati.
Una gita ad un santuario vicino... un pranzo al ristorante TUTTI INSIEME... quattro salti a suon di musica, e dei pazienti oncologici hanno dimostrato di essere più sani di .. beh, forse è meglio ridimensionare la cosa... diciamo sani quanto Chi li stava a guardare a bocca aperta.

5 commenti:

  1. Hai ragione! Quest'entusiasmo lo vedo tutti i giorni in mia sorella; qualche volta è vacillato, anche recentemente, ma sono momenti che durano poco. A volte sono più io che tremo per lei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, cara... perchè non puoi conoscere a pieno il malessere eventuale e reale di Tua sorella. Ma non hai nulla da temere... il cielo di Chi si è imbattuto in un'avventura come questa, si copre spesso di nubi, per questo il "Nostro" sole poi è tanto luminoso.
      Un caro abbraccio per Te e un affettuoso saluto per Tua sorella.
      Mary

      Elimina
  2. Sappiamo bene che la vita ci appare preziosa quando temiamo di perderla ma,dovremmo essere cosi' saggi da considerarla unica e meravigliosa ogni giorno ,senza lasciarci imprigionare da piccoli sciocchi imprevisti che ce la rovinano.Ma non è facile ,come tu dici molte persone subiscono la vita senza viverla e vederla veramente , ti confesso che molte volte anche per me è una bella lotta!!
    Un bacio carissima e saggia amica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amica mia, non saremmo quelli che siamo... fragili, volubili ed anche incoscienti. Quando le difficoltà ci pongono di fronte alla vita vera, solo allora vediamo e comprendiamo... come se qualcosa o Qualcuno avesse tolto una patina opacizzante dalla realtà. Basterebbe invece procedere passo dopo passo, concentrandosi, dopo aver fatto un'accurata analisi, su pochi e piccoli pensieri da sviluppare per farne la realizzazione di progetti semplici per la quotidianità. Così si diventa della vita consapevoli "autori" che non rischiano di soccombere ad essa.
      Un abbraccio immenso...
      Mary

      Elimina
    2. Si Anto è preziosa... ma non è facile, e condivido quello che hai scritto. Un grandissimo abbraccio a te e uno a Mary.

      Elimina