dicembre

dicembre
dicembre

domenica 18 marzo 2012

E se poi s'aggiunge una domenica di sole e la sensazione che la primavera è sempre più vicina... bene, allora la serenità avvolge in uno stato di benessere che, a saperci fare, dura anche più di un giorno.
E' come sentirsi racchiusi in un guscio... protetti in un nido... inattaccabili! E quello che hai vissuto ti sembra un sogno lontano oppure cominci a credere che ti sia capitato "di passaggio" o " per sbaglio" e che se è così non potrà ritornare... Mai più.
Sensazioni e pensieri danno vita ad emozioni che da intense piano piano perdono forza per trasformarsi in ricordi, ed è allora che occorre essere abili per mantenerne i benefici effetti.
Continuare a... essere sereni, dopo tutto non è difficile... lasciarsi alle spalle la zavorra che pesa... guardare sempre e solo avanti, soffermandosi e gustando le piccole "occasioni" del giorno che viene.
E questa domenica è arrivata con un tepore che fa ben presagire... come non essere contenta?
Stamattina mi sono alzata alla solita ora da giorno festivo... "elastica" da qualche tempo a questa parte... caffè e muffin al cioccolato per colazione, ad imposte aperte per far entrare l'aria che già odora di scirocco.
E a questo punto devo dirlo... fa star tanto bene anche la tavola apparecchiata di buon mattino con un'allegra tovaglia a quadretti. E' una piccola magia che ricarica... a volte anche trasforma, e tutto diventa più buono, non solo quello che mangi ma l'intero momento.
Dopo la colazione presto all'opera... un pranzo "inventato" lì per lì, della serie "apro il frigo e cucino"... per oggi niente programmi e menù stabilito. Quel che è estemporaneo dà più soddisfazione, e allora... perchè non provare, mi son detta... e una volta non l'avrei neanche pensato.
Mi viene un dubbio... sarà stato per tal motivo che tanto spesso mi sentivo "pressata" dalla noia? Sì... la prevedibilità, tra i tanti ha anche questo difetto, infatti.
Così le mie tagliatelle... affatto scontate... dal sapore imprevedibile sono state apprezzate, il tiramisù del supermercato pure, ed anche per questa domenica il pranzo "della festa" è andato.
 Perchè è col Cuore e con la Mente che si deve voler "la festa".
E poi il pomeriggio e pur la sera son volati via...
E' tardi e tra un po' andrò a dormire...
Serenamente, così darò vita al sogno del "Buongiorno" che sarà.

12 commenti:

  1. Risposte
    1. Felice settimana per Te... caro Amico.
      Mary

      Elimina
  2. Sai cara anche noi iniziamo sempre la giornata con un bel buon giorno come dici tu.Assieme a fare colazione davanti ad una tazza di latte e fette biscottate.Tranquilli a goderci questi momenti come non mai prima.
    Buona giornata cara e il solito mio abbraccio forte
    Pinuccia
    Grazie per questa bellissima canzone che hai condiviso con noi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con Voi Tutti... Amici cari, tutto voglio condividere. Quel po' di malinconia e la grande gioia che dà continuare a... VIVERE.
      Un bacio,
      Mary

      Elimina
  3. Cara Mary dopo aver ascoltato la bella voce di Pavarotti, ti auguro una settimana bella per iniziare il primo giorno di primavera.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E a Te, caro Tomaso auguro Buona Primavera... con l'ottimismo che la bella stagione porta sempre con sè.
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina
  4. Sarò ripetitiva ma ti adoro amica mia...Hai fatto trascorrere la tua domenica con l'armonia e il tepore che la primavera "deve" donare a tutti noi.
    Un bacio grande per un buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè... Costy cara... la "festa" è nel Cuore come nella Mente, così pure la bella stagione. Il Sole sarà sempre presente anche con la pioggia contro i vetri.
      Solito bacio e un abbraccio ancor più forte.
      Mary

      Elimina
  5. Bellissima canzone di Pavarotti.Buon pomeriggio-sera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una lieta serata per Te... Olga cara.
      Mary

      Elimina
  6. Buona settimana Mary...che ti sia compagna e a lungo, questa dolce leggerezza che esprimi in queste righe.

    RispondiElimina
  7. Grazie, Sandra... per quest'augurio che colgo al volo, dolce e leggero anch'esso.
    Grazie ancora...
    Mary

    RispondiElimina