luglio

luglio
luglio

martedì 15 novembre 2011

Nel pomeriggio ho lavato i capelli...
Shampoo... balsamo... lozione anticaduta di mantenimento... mousse per i riccioli. Veramente di riccioli non ce ne sono più... Son bastati tre "tagli"  e son venuti tutti via... lasciando il posto ai capelli di una volta... delicatamente ondulati. La mousse serve a dare sostegno a quel "mosso"... andante ma non troppo e a ravvivarne l'argento.
Mi son guardata poi allo specchio... ancora una volta... perchè lo faccio spesso. Non sarò diventata a tarda età pure vanitosa? Dio mi perdoni... ma è che ora mi piaccio troppo!
E pensare che ho trascorso i tre quarti della Vita a guardare i capelli degli altri e a disprezzare i miei. Niente... ma proprio niente mi andava di loro... Nè il colore... nè la consistenza... nemmeno che fossero mossi... cosa dai più considerata una dote ma che a me faceva saltare i nervi. Erano i tempi delle chiome lisce... stirate... alla francese... per intenderci... e lì, giù a dar di spazzola e phon e se avessi potuto anche col ferro da stiro li avrei trattati. Quando l'età me l'aveva consentito cominciai a "dar di testa" col colore o coi colori... sarebbe più esatto dire. E il biondo chiaro e quello scuro... e il biondo cenere e quello medio... e ancora colpi di sole e meches in tutte le tonalità possibili. Una volta un'amica (per modo di dire) mi chiese... "Come mai hai tinto i capelli di verde?" Verde?!? Ero rimasta esterrefatta e nei giorni a venire non osai più guardarmi nè mettermi "in luce" per non sottolineare la sfasatura della mia chioma. Questo tanto per far capire a che punto fossi arrivata... E non ero mai contenta... per giunta.
Ora... dopo tutto quello che la "mia testa"... dentro e fuori ha passato... più mi guardo e più mi apprezzo.
Il color argento è di quello più prezioso e la sinuosità delle mie ciocche è la più dolce ed armoniosa che abbia mai visto. Continuo a... guardare le teste altrui... mi piacciono anche i vari modi di acconciare i capelli... ma "sfoggio" il mio taglio corto con naturalezza e disinvoltura anche quando è spettinato e un po' scomposto... anzi allora lo trovo persino più bello. Sarà così? Intendo dire... sarà così anche per chi mi vede dal di fuori?
Al di là del fatto che mi possa interessare o meno... credo proprio di sì... perchè... si sa... gli Altri vedono di Te ciò che Tu vuoi dar a vedere.

16 commenti:

  1. Bellissimo tutto quanto hai scritto masopratutto bella l'ultima tua frase.
    E poi chi è bello dentro non può non esserlo fuori.e tu lo sei.
    Sai che io invece favevo l'opposto di te?
    Hosempre avuto i capelli lisci e molto sottili e invidiavo chi li aveva ricci.Chissà perchè non eravamo mai contente di come erano!!!
    E comnque cara mary per dirtela tutta mi piaci mi piaci tantissimo anche nella foto che hai messo.Sei la nostra cara e dolce Mary e ci piaci così per quella che sei.
    Un abbraccio fortissimo
    Pinuccia

    RispondiElimina
  2. E' proprio vero che quando noi siamo sicuri ed in armonia con noi stessi,emaniamo una luce particolare e piacciamo anche agli altri!Dipende tutto da noi....
    Eppoi tu da quello che vedo dalla foto hai un bel viso, dolce dolce...ed il taglio ti sta proprio bene!
    Bacioni!
    Cri.

    RispondiElimina
  3. L'argento è un gran bel colore...se poi piace a Te, allora è il colore giusto per Te...naturale e spontaneo...sereno divenire nel giorno Mary Cara..
    dandelìon

    RispondiElimina
  4. Anche io sono una di quelle persone che apprezza più i capelli degli altri che i propri.
    E il colore (non li ho mai tinti, quindi mi accontento da 21 anni del mio colore naturale), il taglio, il volume... Non siamo mai contente! :-)

    Buona giornata e un abbraccio! Era da un po' che non passavo a salutarti!

    RispondiElimina
  5. Come in dentro così in fuori, cara amica. Se ti ami e ami i tuoi capelli, ti ameranno anche gli altri. Funziona così.

    RispondiElimina
  6. Cara... nessuno mai è contento di quello che è... di quello che ha... è proprio dell'essere umano lamentarsi sempre...
    A meno che... non si trovi sul punto di perdere... TUTTO... ma TUTTO davvero... allora la situazione cambia e gli va bene qualsiasi cosa, anche il minimo del minimo indispensabile...Siamo fatti così!
    Pinuccia cara... grazie per i complimenti che mi lusingano e scaldano il mio Cuore.
    Un abbraccio forte,
    Mary

    RispondiElimina
  7. Grazie... Cri... grazie anche a Te... tanto.
    Certo che è così... dobbiamo essere Noi per primi ad accettarci per farci accettare dagli Altri... E poi... credere sempre in se stessi... non c'è niente... nessuno che l'impedisce se non la volontà di ognuno.
    Grata per i complimenti e la fedeltà che dimostri nel seguirmi in queste pagine, Ti abbraccio con affetto,
    Mary

    RispondiElimina
  8. Dandelion cara... in verità l'argento prima mi piaceva proprio poco... poi sono cambiata, e quando si cambia il mutamento è totale... Non sono più gli stessi i gusti... il modo di pensare e di porgersi, o meglio... sono sempre quelli, ma... riveduti e corretti perchè si acquista la conasapevolezza delle "priorità"... che è tutt'altra cosa.
    Felice serata... dolce Amica.
    Mary

    RispondiElimina
  9. Chiara... piccola... è naturale che Tu sia così... sei ancora molto giovane...
    Pensa... io lo sono stata fino a due anni fa!
    Col Tempo imparerai anche Tu... vedrai... e... secondo me... anche molto presto... Ne hai tutti i numeri.
    Grazie per essere tornata a trovarmi... mi hai reso molto felice.
    Mary

    RispondiElimina
  10. Il "meccanismo" l'ho compreso sul campo... cara Maria... soffrendo... soccombendo... e rialzandomi. Ora... chi lo scorda più?
    Un fortissimo abbraccio,
    Mary

    RispondiElimina
  11. Ti sei risposta da sola verso la fine del tuo racconto. Ed è la risposta giusta...almeno è quella che ho pensato io.
    Trovo bellissima ed azzeccata l'immagine che hai scelto a corredo di questo testo.

    RispondiElimina
  12. Certo... carissima Amica... è l'unica risposta possibile ed è anche uno dei segreti per essere sempre sereni in quanto si arriva a non temere più il giudizio altrui.
    Grazie per essere di nuovo qui... la Tua presenza mi onora... il Tuo commento ancora di più.
    Un abbraccio,
    Mary

    RispondiElimina
  13. Cara Mery! L'argento è il colore più bello in assoluto. Io lo sfoggio con fierezza (con un taglio molto giovane e sbarazzino). Gli anni passati a tingere con colori naturali, che puntualmente lasciavo sul cuscino, mi Hanno sfinita. L'argento è bellissimo e i capelli corti alla nostra età ci danno un'aria givanile. Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Condivido in pieno... cara Galadriel... ora condivido! E soprattutto mi sento LIBERA... di mostrarmi come sono... di non rinnegare ciò che è stato.
    Come ogni evento della Vita... positivo o negativo che sia... la malattia ha rivelato il suo lato magnanimo... mi ha donato appunto la libertà... la sicurezza in me stessa... la serenità che più niente può togliermi... neanche temendo il peggio.
    Grazie di Cuore,
    Mary

    RispondiElimina
  15. certo, con quello che abbiamo passato, ora i nostri capelli sono bellissimi!! ne abbiamo sentito la mancanza, mentre non c'erano ci siamo sentite in colpa per come li avevamo trattati e disprezzati... ancora una volta mi riconosco nei tuoi scritti, siamo sicuramente più vicine di quello che crediamo... un abbraccio...♥

    RispondiElimina
  16. Sempre vicine... Patrizia cara... vicine per affinità di carattere... vicine per lo stesso percorso... vicine perchè lo vogliamo con la condivisione e l'affetto.
    Un bacio,
    Mary

    RispondiElimina