luglio

luglio
luglio

venerdì 25 novembre 2011

Ed oggi... giorno di prelievo in vista del "follow up" semestrale...
E' incredibile come passa in fretta il tempo... sono già trascorsi sei mesi dall'ultimo controllo. Agli esami richiesti mancavano solo quelli del sangue, previsti per stamane.
Mi sono svegliata prima del solito, anzi... si può dire che stanotte ho dormito "con un occhio solo"... più volte ho guardato l'ora a causa di una sottile ansia che mi prende sempre... quando devo fare il prelievo. Le mie vene non hanno ancora dimenticato... e neanch'io.
L'aria frizzantina del primo mattino mi ha scrollato comunque di dosso un residuo senso di torpore e d'impigrimento e una volta salita sull'autobus ero completamente sveglia.
Non poteva essere diversamente tanto era affollato e chiassoso, e in piedi cercavo di schivare gli urti e gli scossoni ma nulla potevo per il brusio ad alto volume e il pianto dei bambini. Due, in particolare, erano seduti sullo stesso sedile... di fianco c'era la loro madre con un'altra piccola in un passeggino. Voleva calmarli perchè stavano litigando... dalla lingua e non solo ho arguito che era una nomade... ho guardato meglio... ho notato che era incinta... di nuovo. Probabilmente quello sarebbe stato per lei il quarto figlio... incredibile!
In condizioni economiche e sociali non felici è cosa molto frequente in quei  gruppi trovare famiglie che definire numerose è alquanto riduttivo. Il ruolo di una donna non è altro che di "fattrice"... una sorta di macchina genera-figli da mettere ancora in fasce per l'elemosina. Una vera e propria violenza... oserei dire... anche se lei non la vive così... essendo questo il tipo di cultura che anima quei gruppi.
E mi torna in mente... ricordate... Margheta ( il suo nome posso dirlo... senza timore... dò per certo che se potesse leggere non sentirebbe violata la Sua privacy)... Vivendo in campagna... fuori città... dormiva in una chiesa vicino all'ospedale per poter fare la chemio il giorno dopo. E dopo l'infusione, tornava a piedi e a lavorare... nonostante la stanchezza... la nausea e tutto il resto. E quando aveva cominciato a perdere i capelli? Emarginata dal resto del gruppo... perchè considerata una poco di buono. Questa è in loro cultura radicata... ma può non essere giudicata "violenza" tutto ciò?
Oggi e così dal 1999, il 25 novembre è la Giornata contro la violenza alle donne... Tante sono le forme di violenza... fisica, psicologica.... fisica e psicologica insieme...
E a tal proposito il mio pensiero va ad un'altra delle "mie amiche"... conosciuta in ospedale quando sono stata operata.
Con un candore disarmante... addirittura sorridendo... "confessava" o forse sarebbe meglio dire "affermava" quasi con vanto di aver sempre preso botte dal marito, anche... sono sue parole... "con la pancia avanti". E alla vista del nostro ostentato stupore, aggiungeva... "però m'ha voluto sempre bene!"

14 commenti:

  1. Cara mary come può essere bene la violenza ,comunque essa sia,sulle donne?
    Un augurio grandissimo per il tuo controllo che sono sicura darà risultati ottimi.
    Un abbraccio fortissimo perchè suia un sabato sereno e gioisoso.
    Pinuccia

    RispondiElimina
  2. Ancora mi stupisco...non ne posso fare a meno...la crudeltà dell'uomo che ancor oggi si perpetua sotto gli occhi distratti di una società che ancor non sà dove focalizzare le attenzioni...indirizzare gli aiuti...

    auguri...tanti per gli esami Mary Cara...Ti pernso..
    un abbraccio ed un raggio di Sole Ti raggiungano in affetto e calore..sereno week end..
    dandelìon

    RispondiElimina
  3. Ti faccio i miei auguri per il controllo; saluti a presto.

    RispondiElimina
  4. ...passa velocissimo il tempo, e di nuovo altri esami... Ma andrà tutto bene Mary cara.
    Un sereno fine settimana... ti abbraccio.
    Ale

    RispondiElimina
  5. Certo che non lo è... Pinuccia cara... solo la "mia amica" era condizionata psicologicamente dal marito che le faceva credere... nonostante tutto... di volerle bene.
    Lei ne era convinta perchè non aveva mai conosciuto un "amore" diverso da quello.
    Grazie per gli auguri e un sereno fine settimana anche a Te...
    Mary

    RispondiElimina
  6. Dandelion cara... purtroppo in ambienti non elevati soprattutto culturalmente si ritrova ancora questa atavica convinzione... la donna, essere inferiore rispetto all'uomo... trattata come bestia da soma... in tutti i sensi.
    Viene da chiedersi... perchè la Società... che si reputa civile... si comporta come le tre scimmiette?
    Forse le farà comodo... oppure è stupida ed arrogante ignoranza che le impedisce di agire per il meglio.
    Un abbraccio e un augurio di buon fine settimana,
    Mary
    P.S. Grazie... perchè mi pensi...
    Grazie per essere sempre qui... con tanto affetto.

    RispondiElimina
  7. Grazie mille... Maria, e buona domenica anche a Te.
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  8. Grazie Cavaliere, per gli auguri e la fedeltà nel seguirmi.
    Un felicissimo fine settimana,
    Mary

    RispondiElimina
  9. E'vero... carissima Ale... il tempo trascorre velocissimo...
    Meglio così... il passato sbiadisce più in fretta e lascia i ricordi tenui e lieti.
    Grazie per il buon auspicio... e un abbraccio grandissimo ed esclusivo solo per Te,
    Mary

    RispondiElimina
  10. ciao cara: in bocca al lupo per gli esami!!! per quanto riguarda la violenza sulla donne... quella donna che confessava di essere picchiata dal marito anche con "la pancia avanti"... vedi da bambina era una frase ricorrente che sentivo pronunciare... solo l'istruzione e la conoscenza può sradicare certi modi di pensare... quando lei confessa che il suo uomo "le vuole bene" non scherza... le vuole bene per davvero... è che in certe culture si ragiona così... è l'ignoranza...
    ti abbraccio forte amica mia!

    RispondiElimina
  11. Infatti... cara Patrizia... addirittura "le botte" sono una manifestazione d'interesse... peggio sarebbe l'indifferenza... "Logiche" che ci riportano indietro di secoli o nel bel mezzo di culture tribali ove parole come "amore" e "rispetto" non sono proprio conosciute.
    T'abbraccio forte...
    e... grazie per l'augurio a cui rispondo... come al solito... Crepi il lupo! Sempre e solo lui.
    Mary

    RispondiElimina
  12. E questo è l'assurdo del pensiero femminile...la sindrome della crocerossina, della salvatrice che scambia il bene con le botte! Assurdo...

    Ciao Mary, grazie per queste perle che ci doni ogni giorno.
    Costy

    RispondiElimina
  13. Ciao... Costy cara! Come ho già detto per Patrizia ... a volte sono "preferibili" gli schiaffi al non essere proprio guardate...
    Avessi sentito come parlava la mia amica... Non avresti saputo se ridere o piangere...
    Mah... l'hai detto... è l'assurdo di un certo pensare femminile.
    Un bacio grande con l'augurio di una felice notte.
    Mary

    RispondiElimina