novembre

novembre
novembre

mercoledì 23 novembre 2011

L'ho già detto che quando sono confusa... tesa o preoccupata mi viene sempre  lo "sghiribizzo" di mettere ordine nell'armadio?
Certo che l'ho detto... e da sola mi sono spiegata anche il motivo. Non so se è giusto... magari un esperto potrà smentirmi... ma è comunque plausibile...
L'armadio... forse... è il mio animo, il contenuto... i miei sentimenti, gli stati d'animo... i turbamenti... messi a casaccio... lì, per la fretta. Quando poi non riesco a scorgere più niente e... mi perdo, l'unica è darsi da fare per rimettere tutto a posto e... ricominciare.
Certo è che dopo "aver messo ordine nell'armadio" sono rilassata e serena... e ritrovo quello che non vedevo più.
Un'altra "autoterapia" che adotto quando la mia autostima è "così così"... è la Cucina... cioè cucinare. Forse perchè il cimentarsi con la creatività... metterla in atto, potenzia le capacità e la fiducia nelle stesse.
Sì... penso che sia questo il motivo... perchè dopo un paio d'ore trascorse nel "mio laboratorio di Mago Merlino", ritrovo sempre l'entusiasmo e l'allegria.
E ieri pomeriggio questo ho fatto... mi sono rifugiata nel mio laboratorio.
Mi ero ricordata che oggi due amiche avrebbero terminato i loro cicli di chemio... le settimanali, un'occasione da festeggiare... niente di straordinario... più che altro da fissare simbolicamente perchè di una cosa non piacevole restasse almeno in parte un ricordo lieto. Così ho preparato ... indovinate cosa? Ma... la mia famosa, onnipresente "Torta di mele"... panacea per ogni male, jolly per ogni occasione.
A me basta sentirne il profumo che dal forno si diffonde in ogni dove per sentirmi meglio... è un po' come tornare indietro ai tempi dell'infanzia... quando un dolce fatto in casa rappresentava una gratificazione... una coccola in più. Ed evidentemente non solo a me fa questo effetto, se ieri sera l'Amore della mia Vita, tornato  a casa ha esclamato, "Mi hai fatto un dolce... ho indovinato?" In verità mi è costato un po' dirgli che la torta non era per lui... mi son sentita in difetto... quasi gli avessi negato una carezza.
"Dai... te la faccio per domenica... promesso!"
Ma poi... sarà stato per un piccolo senso di colpa... oppure, solo perchè gli voglio tanto bene... oggi  gli ho fatto trovare una creme caramel... svelta svelta.
Un bacetto al posto di una carezza mancata.

8 commenti:

  1. Mary che bello e che dolce questo tuo "bacetto"
    Anzi è stato ello leggere tutto,come sempre con il caffè in mano devo passare da te per ricaricarmi per affrontare nella giusta maniera la mia giornata.
    Un abbraccio cara dolce e specialissima Mary
    Pinuccia

    RispondiElimina
  2. Che carina che sei Mary...e immagino che l'amore della tua vita sia stato felice di trovare questa "romantica" sorpresa a tavola!Ti abbraccio!
    Cri.

    RispondiElimina
  3. Buon giorno Mary| Vero che gli oggetti attorno a noi rispecchiano il nostro stato d'animo e la nostra psiche. Per me è stato un procedimento inverso. Dopo ad una forte e bella crisi(ero molto giovane) mi rivolsi a letture di filosofia orientali, e capii di dover mettere ordine nel mio "io". Iniziai un lungo percorso fatto di riflessioni, esercizi, e meditazioni che mi portarono ad un ordine apprezzabile. Da quel momento la mia vita, abbastanza disordinata, prese ad avere un ordine e anche i miei armadi, lasciati a se stessi presero forma ordinata. Una mia personalità completamente disordinata in tutto, è mutata in una vita ordinata in una casa ordinata quel tanto, ma non troppo, da essre tutto così gradevole.
    I nostri amori, sicuri di noi, si accontentano anche di un crem caramel. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ciao mia dolce...dolcissima Mary... Sai che i nostri amori sono "golosi" e anche un po' gelosi...
    Un bacio,
    Ale

    RispondiElimina
  5. Anche per me... cara Pinuccia... è stato molto dolce scrivere questo post... sempre col Cuore.
    E poi... non ci crederai... anch'io mi ricarico... due volte... Quando scrivo e quando mi rileggo. Per questo continuo a...
    Un grandissimo abbraccio... Amica cara.
    Mary

    RispondiElimina
  6. Certo, Cri... è stato molto contento perchè anche con poco cerco sempre di dimostrargli quanto tengo a Lui.
    E d'altra parte per me è cosa facile... non faccio altro che ricambiare quanto Lui tiene a me.
    Con tantissimo affetto,
    Mary

    RispondiElimina
  7. Carissima Amica... tutto quello che appartiene alla Nostra Vita rispecchia ciò che siamo dentro... momentaneamente e no.
    La casa... gli arredi... gli oggetti, persino i gusti e l'abbigliamento.
    Quando ci rivediamo in vecchie foto... qualche volta... non ci riconosciamo...
    Così pure quando ripensiamo a noi stessi in un periodo passato ci sembrano assurdi certi atteggiamenti e decisioni.
    Ma l'esistenza Nostra non è mai statica... le varie tappe dell'età ne sono la dimostrazione, per questo "nel nostro armadio" è un continuo "cambio stagionale". Però... va bene così... se ci troviamo in sintonia con la stagione.
    Un forte abbraccio,
    Mary

    RispondiElimina
  8. Ale cara... non a caso si dice... "L'ho preso per la gola!"... no?
    E poi anche Loro diventano dolcissimi...
    Un abbraccio... tutto... e solo per Te.
    Mary

    RispondiElimina