settembre

settembre
settembre

lunedì 7 dicembre 2015

ROSSO E ORO... SOTTOSOPRA


Strano titolo stasera... ma perché?
Sarà per questo tempo di Natale che sento precipitarmi addosso, insieme a tante coincidenze. Una via di mezzo tra prove da sforzo e test di... impermeabilizzazione. A farmi scivolar tutto di dosso temo che un bel dì non mi resterà più nulla, nemmeno il necessario, neppure ciò che mi fa bene.
E avrò pagato due volte.
Va be, abbiate la bontà di perdonare questi pensieri "sottosopra", mi sento "rivoluzionata" dentro, forse per quella scadenza tanto temuta e attesa, forse per gli accidenti che aspettavano proprio dicembre.
Devo comunque impedire che qualsiasi cosa prenda il sopravvento.
Un bel respiro profondo, ne sento quasi il "suono"... IO CI SONO.
Passa e non torna più quel che è stato,
e nel caso sfortunato non potrebbe mai essere peggiore del peggio vissuto. Guardo solo avanti e ai tanti sorrisi che di lì in poi la Vita continua a... regalarmi.
Gli anni passano, è vero... senza chiedere il permesso, però mi congratulo di invecchiare in modo giovanile. Ho entusiasmo ancora, voglia di cambiamento e novità, anche piccole che valgono solo per me, e del resto deve essere così perché sono IO la persona più importante per ME. Senza autostima sarei nulla anche per Chi amo. Non riuscirei ad amare.
Così quasi per gioco, stasera ho comperato in uno di quei negozi dove si trova l' "introvabile", un comune berretto da Babbo Natale, e mi son fatta fare più che quattro scatti.
E come non bastasse, in bella posa ho messo anche una di quelle famose testine, che sull'altrettanto famoso comò, sfilavano "parruccate" ogni sera davanti ai miei occhi. Prima di addormentarmi.
L'ho fatto per riderci su, perché ancora una volta, è Natale. Il sesto da allora.
E non potrà che essere Rosso come la Gioia, quella vera che resta solo sopita, momentaneamente disabilitata quando sei triste... e Oro come il più bell'abito da festa. Quello che non indossi ma porti dentro ogni giorno, se lo desideri veramente.

4 commenti:

  1. Tu a sei, io a uno. Ma va bene.
    Sottosopra o no, va bene.
    Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si, va bene. Ma vedrai, col tempo... sarai pignola nell'osservare i banali, indifferenti atteggiamenti altrui.
      Dimenticheranno quando fa comodo, ricorderanno quando potrebbe tornare utile. Ma va bene ugualmente... è giusto per essere pignoli.
      Un carissimo abbraccio.

      Mary

      Elimina
  2. Care le mie donne.... Vi mando un abbraccio infinito!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Ale... un altro abbraccio per Te.

      Mary

      Elimina