giugno

giugno
giugno

domenica 7 settembre 2014

UNA SECONDA POSSIBILITA'


Quando ero bambina e ancora di più da ragazzina capitava che, credendo di aver ricevuto un torto o mortificata da rimproveri "di riflesso" e quindi non giusti, fossi presa dalle lacrime. Prima sommesse, nascoste dietro un luccicore improvviso poi rotte in singhiozzi.
Allora ero considerata una "piagnona" che non si decideva a crescere, poi quando la stessa cosa è successa sia pur di rado da "grande"... "una che si piangeva addosso" senza motivo.
Nessuno diventa triste senza una causa, la differenza la faceva il pianto, forse esagerato ed anche inopportuno.
Poi fu... l' "avventura"...
Non riuscivo più a pregare... il "Padre Nostro" mi restava a metà come non lo ricordassi più, eppure ne avevo bisogno... Lo volevo... Lo cercavo.
Un giorno mi decisi e Gli parlai quasi con stizza ma anche supplichevole con le lacrime agli occhi... ok, accetto questa "prova", TU però conosci i miei limiti, accompagnami alla meta... qualunque essa sia.
Fu quella l'ultima volta che furono sprecate lacrime per un "torto" subito. Ma era davvero tale?
Tutto andò come doveva perché mi fosse data una "seconda possibilità", dopo aver girato pagina. Ed ho capito.
La gioia, la gratitudine per quest'altro "regalo" mi ha insegnato a non piangere più per ciò che ricevo e non mi piace... a riflettere e mettermi in discussione... infine a chiudere occhi e orecchie, e iniziare un "nuovo capitolo". Concedendo un'altra opportunità a Chi ho di fronte ma pure a me stessa.
La vita è così breve, complicata già di suo... prolunghiamo il piacere di esserci con qualche carezza e sorriso in più ogni giorno.

4 commenti:

  1. Le tue parole confermano che bisogna chiedere con fiducia, soprattutto nelle circostanze non facili, quando la nostra natura umana ci porta a disperare.
    Un caro saluto:)
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fu detto... chiedete e vi sarà dato.
      Alla luce della mia esperienza aggiungo... chiedere sempre con umiltà di Cuore che rende accettabile anche ciò che non si pensava.
      Un abbraccio, carissima Marilena...

      Mary

      Elimina
  2. Grazie a Dio per questo dono... ♥ sì, completamente d'accordo con la tua ultima frase, c'è ultrabisogno di sorrisi per tutti!
    un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Vivy...!
      Vada pure per qualsiasi tipo di crisi, ma che non ce ne sia mai di serenità e sorrisi.
      Un bacio...

      Mary

      Elimina