novembre

novembre
novembre

giovedì 11 settembre 2014

STANCHI... CONTENTI O PREOCCUPATI, MA...


IERI... in conclusione di una giornata un po' da definire...

"Ne sono certa perché mi capita sempre, e poi mi va di condividerla questa cosa quando al termine di una giornata, per così dire... impegnativa, so che qualcuno mi ascolta e magari si ritrova pure nelle mie parole.
Succede, se sei troppo stanco, che puoi stentare a prendere sonno perché ogni muscolo e nervo sono tesi come corde di violino.
E lo stesso accade quando si è tanto contenti o molto preoccupati... entra in gioco il Cuore di continuo sollecitato dall'altalena delle emozioni, e gli occhi restano sbarrati nel buio anche se all'apparenza chiusi.
E' così... però si preferisce sempre addossare la responsabilità a qualcuno o a qualcosa di concreto, e allora si dirà che è stato per il cigolio del letto o l'abbaiare del cane oppure il russare incontrollato di un marito raffreddato o in preda all' allergia stagionale per dodici mesi all'anno, e rassegnati si girerà per casa il giorno dopo con l'aria di morti viventi.
Stasera sono tanto stanca ma pure assai contenta, e solo un po' preoccupata... però anche se una parte della notte la passerò a contare pecore che saltano il fosso, so che domani sarà un altro giorno da vivere, con ricordi e aspettative non potrò concedere a me stessa di fermarmi e sempre qui continuerò a... essere per sperare".
Chi mi seguirà?
.

2 commenti:

  1. " essere per sperare" ... molto, molto bene ... io ci sarò, domani e poi domani e ancora, io ti seguirò ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... e se almeno Tu ci sarai per seguirmi, basterà perché io non sia sola...

      Mary

      Elimina