agosto

agosto
agosto

venerdì 11 ottobre 2013

Con poca convinzione

"... che per Noi... è più facile, poichè abbiamo la preghiera cui affidarci. Se siamo credenti!?... perchè Tu lo sei, credente...vero?"
Mi ha guardato negli occhi, poi ha mosso la testa come per dire... si e no.
"A credere... ci credo, ma ora non riesco più a pregare, sono presa dai pensieri e sento le formule vuote e prive di significato. Continuo a... pregare, però... così...", "... con poca convinzione...", l'ho interrotta io, e Lei, sentendosi scoperta e arrossendo, si è aperta in un sorriso ampio, "... e giusto per scrupolo", a questo punto ho concluso, e ancora una volta e sempre più rossa ha confermato con il "linguaggio del corpo" ciò che io avevo sostenuto.
E' tutto sacrosanto e vero... c'è un momento in questo genere di "storia" in cui si realizza, pur da credenti convinti di non riuscire più a pregare come si è sempre fatto, eppure se ne sente il disperato bisogno non fosse altro che per aggrapparsi a qualcosa di concreto. E così persino Dio, al centro della Fede intesa come abbandono senza prova, diventa "concreta possibilità" di un aiuto quando Tutti gli Altri hanno deluso.
E ho ricordato di me dopo la diagnosi... lo sconforto, l'angoscia di perdere tutto e la disperata voglia di "risalire" quando i referti, gli occhi umidi e compassionevoli di Chi mi guardava, e il tono delle tante parole evasive, mi avevano buttato giù senza pietà. Allora "mi legai" ancora di più al Padreterno, e stavo lì a voler recitare a tutti costi, piangendo e col batticuore, il "Padre Nostro"... ma non riuscivo mai a portarlo a termine, mi perdevo per strada seguendo il corso dei pensieri. Poi ogni tanto mi fermavo... E se tutto fosse stato inutile, preghiera compresa? Ma io credevo in Dio con tutta la forza possibile... e un giorno, respirando a fondo presi a dire...
"Hai voluto questo per me... ed io non posso oppormi. TU conosci il mio limite eppure mi hai caricato di una croce pesante. D'accordo... adesso aiutami a portarla, mi affido a TE solo..."
Ho cominciato a pregare così tutti i giorni e anche più volte al giorno... e sono sempre arrivata fino in fondo.

2 commenti:

  1. La fede aiuta molto... ma io non riesco a pregare!!! Un abbraccio Mary e buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi... se vuoi, Ale cara, e non servono nemmeno tante parole.
      Un bacio...
      Mary

      Elimina