agosto

agosto
agosto

lunedì 5 novembre 2012

Ma sì, continuasse pure a suonare la sveglia... oggi non m'interessa. Sono in ferie... o quasi.
Stamattina l'Amore della mia Vita è uscito prestissimo ed io sono tornata a letto dopo avergli preparato la colazione e averlo visto varcare la soglia di casa.
Sono tornata a letto come non avrei mai fatto prima... se necessità momentanea imponeva che fossi in piedi alle 6 del mattino non c'era verso di fare un passo indietro, anche se cascavo dal sonno e non avevo niente da fare. Ero una stakanovista convinta del dovere a tutti i costi ed ora pensarmi come un tempo è come stare a guardare la "caricatura" di me stessa.
E' un po' quello che provo quando mi guardo allo specchio e sosto sui capelli... così brizzolati con argentei colpi di luna, non riesco ad immaginare colore più bello e mai tornerei alle varie tinte di biondo con relative meches più scure... più chiare... tono su tono che mi hanno dato tormento per tanti anni.
Ora ci rido e penso...
Chi me l'ha fatto fare?... per qualche capello bianco che manco si vedeva e niente provava visto che giovane ero e tale restavo nonostante quella presenza scomoda.
E così con la grande consapevolezza dell'essenzialità della persona che ormai è per me guida del Vivere saggio e sereno... sono tornata a letto. Non tanto per riprender sonno quanto per pensare e "gratificarmi"... in questo periodo con un controllo a settimana  ogni volta è come entrare in una stanza buia e cercare immediatamente dov'è la finestra e spalancarla per respirare e vedere la luce.
Poi però mi sono riaddormentata e se ho lasciato correre la sveglia che suonava, ad un certo punto non ho potuto esimermi dal rispondere al telefono e a Chi dall'altra parte mi chiedeva... "... ma stavi dormendo?" ho dovuto dire la verità tanto era evidente.
Ma dopo tutto...
Chi se ne importa? Non devo dimostrare niente a nessuno se non a me stessa che finalmente sono libera dalle false convEnzioni e convInzioni che per troppo tempo mi hanno privato della serenità.
Alla fine nonostante il sonno extra ho fatto quel che dovevo, forse anche meglio e la "tabella di marcia", anche se ora per me molto elastica, è stata rispettata.
Ah... dimenticavo, c'entra e non c'entra con ciò di cui sopra... ma capirete, è per onor di cronaca di questa mia giornata di "ferie" da quel che ero...
Nel pomeriggio sono riuscita a glissare con garbo e divertimento sulla proposta di un'operatrice di call-center che voleva piazzarmi a costo zero un depuratore per l'acqua del rubinetto a patto che la manutenzione fosse fatta tramite abbonamento presso la Loro azienda e che al momento del contratto fossimo in due a firmare... mio marito ed io.
Un'occasione "ghiotta", limitata nel tempo...
"Mi dispiace, allora dovrete richiamare... mio marito è fuori sede e torna..." l'ho buttata lì... "torna tra un mese!"
E così mi sono liberata definitivamente... non di un marito, ma di un depuratore a costo zero.

14 commenti:

  1. Quante volte le signorine ( così le chiamava mia suocera quando, ancora a casa sua, le capitavano simili telefonate) ci provano a convincerci.... E quante volte, con il dovuto rispetto per il loro lavoro, ho dovuto convincerle che la "cosa" non ci interessa....
    Sai, fai proprio bene a vivere così, senza preoccuparti più delle convenzioni.... È la miglior cosa... Tanto, alla fine, chi ce lo fa fare di preoccuparci se c'è una sveglia che suona se non abbiamo un vero e proprio impegno?
    Ti lascio, e ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, cara Paoletta hai ragione... sempre con rispetto e garbo conserviamo il sacrosanto diritto di non accettare proposte che non c'interessano. E' importante comunque non provar fastidio per questo nè tanto meno mostrarlo alle malcapitate "signorine". Farsi poco coinvolgere da fatti simili allunga senza dubbio la vita e riuscire persino a riderci su regala un bonus a favore dell'ottimismo.
      In conclusione è un po' il segreto di Pulcinella ma è verità... sorridi alla Vita e la Vita Ti sorriderà.
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina
  2. Hai fatto bene, il dormire ringiovanisce (l'ho letto da qualche parte, non mi ricorso dove) ed il seguo a ruota....Abbiamo corso sempre in gioventù, almeno adesso rallentiamo e riposiamo no? Baciobacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma perchè, Anna Maria... siamo già anziane? Non me n'ero accorta... si vede proprio che ho imparato a dormire di più, sono tanto ringiovanita da aver perso il conto degli anni.
      Un abbraccio grande.
      Mary

      Elimina
  3. Sveglia dalle 4... Con la luna storta e le lacrime che scendono... perchè? Perchè questa giornata così nera? Fuori c'è il sole... Ti mando un grande abbraccio Mary...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale cara... ma come mai ti sei svegliata alle 4? Forse il malumore, la tristezza dipendono proprio dallo scarso riposo. Quando poi si resta svegli a lungo e fuori è ancora buio, i pensieri si rincorrono in fretta senza lasciar spazio ad immagini serene.
      Amica mia, cerca di recuperare... non è niente di così grave dopo tutto, la prossima notte sarà di certo più felice e di maggior ristoro per Te. Ci puoi contare! Ti ho mai detto sciocchezze? Fidati, allora!
      E intanto Ti regalo un immenso abbraccio ed un radioso sorriso...
      Mary

      Elimina
    2. Da quando siamo passati all'ora solare è così Mary...
      E poi sono arrabbiata con me stessa... perchè sono rimasta a casa, invece d'andare al corso di ginnastica. Mi darei gli schiaffi da sola. Non faccio nulla per migliorare... Ascolto le tue parole. Grazie, Ti abbraccio anch'io.

      Elimina
    3. Beh, allora tempo, una settimana e tornerai alla normalità. Prova intanto ad andare a letto almeno mezz'ora più tardi... magari funziona!
      Per quanto riguarda l'assenza al corso di ginnastica... un "salasso"( si dice così anche da Voi?) non è mica la fine del mondo! C'andrai la prossima volta... e, dammi retta... perdonati qualcosa una volta tanto! Altri sbagliano di continuo convinti di essere sempre nel giusto.
      Bacio.
      Mary

      Elimina
  4. Ciao Mary, scusa la lunga assenza è un periodo che anch'io, che mi sono sempre alzata prestissimo, al mattino sto volentieri a letto un po' di più...invece alla sera nn dormirei mai e vado avanti a gocce e rituali ripetitivi ma è inutile...
    Ciao, scusa ancora l'assenza, a presto.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Antonella... hai provato a pensare prima di addormentarti a tutte le cose belle che Ti hanno gratificato durante il giorno appena trascorso? E se non ci sono state a programmarne per il giorno che verrà? Da sempre io faccio così... e solo qualche volta l'insonnia mi ha preso mio malgrado.
      Ti abbraccio con affetto e non preoccuparti per l'assenza... non c'è problema, so che ci sei sempre o quasi e questo basta.
      Mary

      Elimina
  5. C'è un'evoluzione di noi stessi quasi naturale o meglio costruita dalle esperienze vissute ma anche dalla diversità dei bisogni, che cambiano a seconda dell'età.
    Questi tuoi cambiamenti sono gli stessi che sento in me da un certo tempo e credo facciano parte dell'evolversi di ognuno di noi. Se siamo meglio o peggio di prima, beh, non saprei. Siamo diversi.
    P.S. - Sul mio blog uno dei volontari ha scritto un lungo post sul cancro che forse ti interessa leggere. Se ne hai voglia, prova a vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente hai ragione Tu, Ambra cara... con gli anni si cambia a prescindere dagli eventi. Sta a Noi adeguarci nel modo migliore e andare al passo col Tempo che va.
      Un abbraccio.
      Mary
      P.S. Ho letto quel bellissimo post... mi ha commosso. Vi ho lasciato un commento. GRAZIE, Ambra!

      Elimina
  6. Quando ci vuole ci vuole...è evidente che sentivi il bisogno di coccolarti e rilassarti..lo farei più spesso amica mia. Poi l'autunno è la stagione dei letarghi quindi!! Vai piccola ghiro ^_^
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con un marito in pensione che parla di continuo... eh sì, che avevo bisogno di coccolarmi! Così ho approfittato della Sua uscita mattiniera per recuperare in forze e "silenzio".
      GRAZIE come sempre per i Tuoi commenti che arrivano giusti per tempo e tono a risollevare spesso un umore giù di... tono.
      Un bacio al quadrato per Te, Costy cara.
      Mary

      Elimina