dicembre

dicembre
dicembre

martedì 13 novembre 2012

Fortemente motivata... fortemente emozionata o con un'unica semplice espressione... emotivamente determinata a continuare un percorso che terminato lì dove era iniziato avrebbe lasciato dei ricordi neanche troppo belli, un freddo senso di vuoto e tante lacrime...
Le lacrime in verità non è che manchino nell'andare avanti ma sono diverse perchè nascono da sorrisi dati in dono e ricambiati con la gioia dello stupore.
Com'è bello rendersi conto di quello che capita, guardarlo nell'ottica giusta della "non casualità" e gioirne per questo. Ti dici... c'è un motivo e vai alla ricerca, non tanto difficile perchè per primo è stato il "motivo" a cercare Te.
E quando "motivo" e "motivazione" diventano una sola cosa TUTTO è più chiaro e grande in crescendo... man mano si va avanti... si vive.
Stasera ho avuto... lo posso dire? Una folgorazione! Almeno per me è stata tale, ma per evitare di passare da "esagitata" è meglio che ridimensioni un po' il termine o l'espressione...
 Mi è balenata un' "immagine poetica"...
La mia "storia" come una matrioska. Otto bamboline cave, l'una dentro l'altra a formarne una sola, la più grande. Il simbolo russo della "maternità" e per riflesso, della "generosità" incondizionata.
Questo tempo trascorso è stato e ancora continua a... essere vissuto da me allo stesso modo, nella mia storia tante altre o anche la mia in ciascuna di esse con uno scambio di ricchezza  che non ha paragoni perchè è l'unica che dà un benessere duraturo, non conosce crisi e dà frutti senza alcun tasso d'interesse.
Meglio di così!
Di tutto quello che ho ascoltato stasera,  poi mi ha colpito soprattutto un'immagine, e qui torna la forte impronta didascalica della rappresentazione visiva di un'idea...
Rendersi disponibili verso Chi è in situazione di vulnerabilità e sofferenza con l'atteggiamento giusto che prevede esclusivamente l'Amore per l'Altro e non per se stesso, fa sì che sia proprio Chi è in condizione di inferiorità a donare di più.
Un immaginario forziere che si apre al giro di una chiave non qualsiasi ma l'unica adatta.
Si va ad aggiungere una "gioia" e senza rendersene conto ci "si riempie" il Cuore di tante altre.
E a questo punto... Chi dona di più?

8 commenti:

  1. Cara Mary mi piace sempre leggere i tuoi post. Tante volte vorrei dirti di provare a distrarti, e pensare alle cose belle che la vita un tempo ti ha dato, forse così troverai anche qualche sorriso in più. Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che penso alle cose belle che la Vita mi ha dato, proprio per questo l'amo e la rispetto.
      GRAZIE del consiglio... sei molto caro.
      Mary

      Elimina
  2. "l'Amore per l'Altro e non per se stesso"
    Bellissime parole cara amica, spesso difficili da attuare per alcuni ma tu sei favolosa! Continua così cara. Ti voglio bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona... Anna Maria, sei sempre molto gentile nei miei riguardi.
      Sicuro, continuerò ad essere così come sembro e dico, perchè ci credo molto e nel mio piccolo desidero "privare di qualche punto" il senso di vuoto che dà la solitudine nella malattia.
      Non ho grandi pretese, ripeto... è un passo da formica, ma sappiamo Tutti di che cosa son capaci le formiche quando si mettono TANTE e INSIEME.
      Un abbraccio carico d'affetto,
      Mary

      Elimina
  3. Il tuo forziere è pieno di generosità da donare agli Altri... Questo donare ti dà l'energia per continuare a... essere sempre presente, con gioia, con la speranza nel Cuore e sorrisi per tutti quelli che hanno bisogno. Grazie cara Mary, un grandissimo abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai leggere nel mio Cuore, Ale cara... che posso dire di più?
      Solo GRAZIE...
      Con un mondo di bene, un immenso abbraccio.
      Mary

      Elimina
  4. Ciao Mary,
    ammiro sinceramente la semplicità con la quale riesci a dire grandi parole.
    Venendo a cose più leggere, desidero comunicarti che il blog di Fata Confetto si è trasferito a questo indirizzo:
    http://schiaccianoci1.blogspot.it/
    e adesso si chiama "Lo schiaccianoci".Ci si arriva anche dalla home page di Fata Confetto.
    Il malfunzionamento dei feedback e la conseguente mancanza di visibilità degli aggiornamenti ( penalizzazione non indifferente per un blog) sono stati la causa di questo trasloco e speriamo bene.
    Spero vivamente che anche "Lo schiaccianoci" abbia il piacere di ospitare visite e commenti e ringrazio tutti coloro che si uniranno ai lettori del nuovo blog e che continueranno, mi auguro, questa amicizia online, che in questi mesi è diventata sempre più gratificante e significativa.
    Ti aspetto con vero piacere e ti mando un grande saluto:)
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marilena... sono già stata da Te, mi sono "fiondata" immediatamente non appena ho letto.
      GRAZIE per il Tuo commento come sempre molto lusinghiero e... T'abbraccio forte,
      Mary

      Elimina