agosto

agosto
agosto

lunedì 22 ottobre 2012

Strano... la sveglia non aveva suonato, una sbirciatina a guardare l'ora... ho aperto gli occhi solo qualche minuto prima.
Che strana sensazione... la mente sgombra di tutto, non riuscivo a capire che giorno fosse oggi, se mattina o pomeriggio.
La distinta angoscia di non poter "afferrare" il momento... quello preciso.
Alla solita ora la luce non è più la stessa di un mese fa... la stagione avanza confortata comunque da un certo tepore. Sicuramente è questa la causa del mio risveglio di stamattina, molto simile ad un "post anestesia".
O forse no?
Sempre NIKI... NIKI... NIKI !!!
A volte la coscienza fortemente turbata vorrebbe poter tornare indietro... non aver vissuto quello che è stato, neanche dimenticare ma cancellare subito immediatamente... un po' come si fa con un testo già alle prime righe accorgendosi che così non va bene... non si può continuare.
Magari fosse possibile farlo con le situazioni, gli eventi prima che questi ti prendano la mano! Può succedere qualche volta ma così raramente da non poter essere annoverato.
Allora la mia coscienza stamattina voleva annullare l' "intera faccenda" con un colpo solo e il risultato è stato... una "memoria maculata di tristezza".
Volentieri sarei rimasta a letto... più volte ho fatto per alzarmi e altrettante mi sono lasciata andare indietro per non pensare, non soffrire... e perchè niente mi interessava, meno che mai una giornata di monotono e inutile lavoro domestico.
Alla fine comunque l'ho fatto, mi sono alzata insomma cercando tra i pensieri qualcuno positivo che mi desse la motivazione. Poi un caffè e due pasticcini avanzati del giorno prima hanno addolcito il tutto... si parte, mi son detta ed ho cercato di non pensarci più.
Fosse facile... si eviterebbe l'ostacolo prima che si presenti, forse allora è meno difficile cercarlo volutamente, affrontarlo e quindi superarlo, vedendo che dopo tutto non è successo niente... nulla è cambiato.
I legami quelli veri... quelli forti che non Ti capitano per caso ma sono la conseguenza di altri resi tali nel corso degli anni con la tenacia, la forza di volontà ed un pizzico di sacrificio... non sono mai minacciati da improvvisi scossoni umorali.
 Si vola sempre in alto, "turbolenze" improvvise sono prevedibili anche a cielo sereno, ma cautela, buon senso ed equilibrio aiuteranno certamente a riprender quota.

8 commenti:

  1. Che dire? hai già detto tutto tu, hai espresso saggezza e dolcezza nelle tue parole, e quella "compassione" verso le debolezze umane che troppo spesso dimentichiamo.
    Sei grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE, cara Viola... In tutto ciò che ci capita conviene sempre trovare una ragione per uscirne e soffrire il minimo possibile.
      Ti assicuro... si può fare e così si riesce persino ad imparare, crescere e aiutare altri.
      Severità e dolcezza ben temperate sono il segreto per una Vita serena almeno per quel che riguarda il proprio agire.
      Un grande abbraccio,
      Mary

      Elimina
  2. Dolce Mary, ti offro un pezzo di "tiramisù" appena fatto da mio figlio.
    Così ti sentirai allegra e in forma... che ne dici? Buona serata e a presto... Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo accetto volentieri, Amica cara. GRAZIE a TE e complimenti a Davide, Tuo figlio. Buona serata anche a Te, con un sorriso ed un abbraccio.
      Mary

      Elimina
  3. Si cara mary si deve riprendere "quota" e le turbolenze poi passano e torna sempre il sereno
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre più in alto, in perfetto equilibrio con se stessi e gli Altri... soprattutto.
      Un abbraccio, Pinuccia cara!
      Mary

      Elimina
  4. ecco qualcosa che potrebbe funzionare...
    mia cara Mary.. una buona scorpacciata di cioccolato fondente..:D
    Buona serata GABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che devo tentare?! LO FARO' e Ti saprò dire.
      Un abbraccio.
      Mary

      Elimina