dicembre

dicembre
dicembre

giovedì 4 ottobre 2012

Oggi... giornata dei ritorni storici di questa mia avventura, un excursus in flashback per ricordare quello che è stato ma con un sorriso.
C'eravamo date appuntamento a stamattina per ripetere il "percorso" delle prenotazioni, l' "Amica che non ha neppure la compagnia di se stessa" la scorsa settimana aveva portato quasi tutte le impegnative con la dicitura errata... è stato necessario tornare dal medico di base e nonostante la stanchezza e riluttanza alla fine ce l'abbiamo fatta.
Ma non bastava...
Con la chiusura di "quel terzo piano" Noi Tutti che lì abbiamo visto prender forma la Speranza, siamo rimasti senza una guida... nessuno ha dato un indirizzo preciso, un'alternativa che venisse incontro alle affannate esigenze di pazienti oncologici.  La via da intraprendere poteva essere solo una, restare nell'ambito della struttura... non si può andare troppo per il sottile o fare valutazioni soprattutto quando sono in corso terapie di vitale importanza. Ed infatti, coloro che avevano gli appuntamenti già fissati si sono rivolti all'Oncologia Medica, ottimo reparto con bravi medici ma affollato all'inverosimile. Tutti gli altri per i FOLLOW UP e i piani terapeutici avrebbero avuto maggior tempo per decidere ma non tanto di più.
E' incredibile come i mesi passino in fretta quando ci sono da fare i "temuti" controlli.
Grande... NIKI !
Ora... in questa ampia cerchia di "esaminandi" rientriamo anche la mia Amica ed io... FOLLOW UP per Lei e piano terapeutico del FEMARA per me... e poichè non possiamo presentarci "impreparate" ovvero senza le varie cartelle cliniche che ripercorrono in lungo e in largo la "nostra storia" siamo andate a farne richiesta.
Un'unica fila per due "enciclopedie" ma nessuna offerta speciale perchè nonostante tutto e persino in questo caso sconti non ne fanno.
Però va bene... la polemica è fuori luogo, bisogna continuare... no? E Noi... continuiamo.
Così ci siamo avviate all'ufficio competente... "Scusi, dovremmo... ma sei proprio TU?", "Sì, ma non mi sembra di ricordare!?...", "Come... non Ti ricordi... Mary? Sono io... sono Mary!"
Quanto l'avevo cercata in questi due anni! Il ricordo di quel sorriso "a prescindere" sempre e comunque mi era stato di sostegno nei momenti più duri, anche quando all'indomani delle ferie di quell'estate non l'avevo rivista più. "E' stata trasferita... non lavora più qui", mi avevano detto, poi avevo saputo dove ma era al di fuori della struttura centrale ed era stato difficile rintracciarla. Ed oggi l'ho rivista... all'indomani delle ferie di questa estate è tornata dov'era... più o meno, all'ufficio "Cartelle Cliniche". Non mi aveva riconosciuto subito... è normale, due anni fa ero curva su me stessa, spelacchiata o al massimo parruccata... pallida e con due solchi per occhiaie.
"Sei fiorente, direi..." ed ancora il Suo sorriso, umano e sincero...l'animo ha preso vigore come un tempo e  il vissuto di quello che seguì ho preso a raccontarle con gioia.

6 commenti:

  1. Tu aiuti proprio tutti... Sei speciale.
    La Sanità sappiamo tutti come funziona, ma a volte incontriamo le persone giuste al posto giusto!!!
    E ritorna la speranza... Un abbraccio cara Mary.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che nel mio piccolo che davvero è tale io possa essere d'aiuto a Chi mostra d'averne bisogno.
      Aiutare gli Altri è un ottimo modo per supportare se stessi... l'ansia si perde nelle reali difficoltà altrui fino ad annullarsi dopo essere stata persino uno sprone.
      Un bacio, Amica mia...
      Mary

      Elimina
  2. Che bella parola sei fiorenti.
    Si sei proprio così.
    Oggi ho ricevuto una di quelle notizie che non vorresti mai sentire e ora la tristezza e i ricordi la fanno da padrini.
    Basta un attimo e ...non ci sei più.
    Basta davvero un attimo
    Un abbraccio e che la tua notte sia serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara... dovrebbe essere un pensiero costante quello sulla precarietà della Vita... saremmo senz'altro migliori soprattutto gli uni con gli altri. Per il resto guardare alla cosa nella giusta ottica perchè non diventi un chiodo fisso e maniacale.
      Sia per Te questa notte che s'appresta serena... nonostante tutto.
      Un caro abbraccio,
      Mary

      Elimina
  3. Ciao MARY, sei davvero una persona straordinaria e dai tanto aiuto a che ti sta accanto. Anche per me, e penso per gli altri che ti leggono, sei diventata un punto di riferimento.
    Ciao Mary, a presto, un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE, Antonella per tanta responsabilità... spero di esserne all'altezza e di non deludere mai.
      Anche Tutti Voi mi siete molto cari.
      Un abbraccio.
      Mary

      Elimina