maggio

maggio
maggio

sabato 20 ottobre 2012

E quest'Italia, un'Italia che c'è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca. Guai a chi me la ruba, guai a chi me la invade.
  Oriana Fallaci


Vorrei poter accendere la televisione e non essere informata dell' "illustre ladro" del giorno o del furbetto di turno o ancora delle centinaia fra disoccupati e dimostranti che in piazza manifestano i loro disagi e il malcontento.
Vorrei fare un pranzo dall'inizio alla fine consapevole di non averlo sullo stomaco fino a tarda sera.
Lo vorrei proprio...
Vorrei essere una 048 con tutto il rispetto che questo codice richiede ed anche altri codici e magari anche quelli che di codice sono sprovvisti ma meritano altrettanto per il solo fatto che sono "persone" con la dignità della persona e non possono perciò essere ridotti al ruolo di richieste, certificati o cartelle cliniche.
E poi... vorrei ancora che tutta questa burocrazia lenta restasse fuori dalla porta di Chi ha da lottare per la sopravvivenza... niente più liste d'attesa niente più tagli alla Sanità quando da tagliare e da rivedere è altrove.
E vorrei... vorrei... vorrei tante cose per questa Nostra Italia che di quel che fu oggi ha ben poco.
Ci restano i ricordi... sono grande abbastanza da averli ben chiari, e la speranza che Tutto quello che è oggi  non sarà più domani.
Anche per Lei una rinascita della dignità...

                                              GRAZIE
Amica mia, ricordo le parole
del divin poeta quando cantava:
"Nel mezzo del cammin di Nostra Vita
mi ritrovai per una selva oscura,
chè la diritta via era smarrita".
Quante volte in questa selva oscura
ti sei ritrovata non per tua colpa,
ma per la lucida follia di un
qualcuno che volle viver un giorno
senza tramonto. Ma Tu caparbia
ne sei sempre uscita, e la diritta
via hai ritrovato, forte di ciò
che sei sempre stata e della ricchezza
mai risparmiata che rese Te unica
e speciale. Quando Tu sei stata tale?
Hai donato conforto con la poesia,
hai dato gioia con la melodia,
luce agli occhi con l'armonia.
Oggi Ti guardo e penso... per una
volta ancora e come sempre devo
dirti grazie, Italia mia.

4 commenti:

  1. Bellissimo questo post anche per la tua sensibilità.
    Baci e buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, cara... GRAZIE per essere quie una felice settimana.
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina
  2. Ahi, quanto a dir qual'era
    è cosa dura, aspra e forte.
    Ma per parlar
    del ben ch'io vi trovai
    dirò dell'altre cose
    ch'io v'o scorte.....
    Come vedi, dopo la selva si può trovare qualcosa di positivo e spero veramente che questo avvenga per l'Italia, anche se ora vivo all'estero. Bella la poesia che penso sia di tua mano. Buonanotte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, caro Elio...della serie dopo il buio c'è sempre la luce, almeno speriamo.
      Ormai siamo all'apice delle delusioni e dello sfinimento... qualcosa dovrà pur cambiare!
      Un GRAZIE di cuore,
      Mary

      Elimina