maggio

maggio
maggio

mercoledì 10 ottobre 2012

Se un giorno mi avessero detto che sarei stata come sono, non c'avrei creduto... non c'avrei scommesso un centesimo. E ora "ritrovarmi" come sono è una piacevole scoperta da una parte mentre dall'altra m'inquieta perchè incredibile com'è, temo di svegliarmi e di "rivedermi" come un tempo.
Una delle qualità della mia nuova "me", che è poi anche quella che preferisco, è la totale assenza di paura accompagnata da una grande faccia tosta. Arrivo ovunque purchè io lo voglia, m'infilo e m'intrufolo con tanta sicurezza da impedire a chiunque di fermarmi, perchè, è ovvio... l'incertezza dà adito al dubbio e il suo contrario invece incute rispetto.
E così... IO vado... mi infiltro, come ho detto stamattina ad un'inserviente in ospedale che mi aveva visto "quasi contemporaneamente", con una rapidità da razzo in due posti diversi. Per dirla con la solita ironia che non guasta e stasera più che mai... sono come il "comune Amico" di tanti di Noi...  "INFILTRANTE" !
Ed è vero che gridato fa meno paura? Come fa meno paura chiamare le cose col proprio nome senza sinonini light o giri di parole... "carcinoma infiltrante" e a forza di ripeterlo si  finisce col farci l'abitudine.
La figlia di una paziente "ritrovata "stamattina raccontava di altri che erano lì a fare la terapia per contrastare recidive e la naturalezza con cui ne parlavano aveva un potere rilassante... contagioso.
Che poi Noi di tranquillità di fondo abbiamo estremo bisogno... come disse "Ma che c'mport" ad una persona entrata nella stanza, che non sorrideva e per giunta si muoveva a scatti... "Noi con questa malattia vogliamo vedere solo gente serena  che ride perchè già abbiamo le Nostre carriole per la testa senza che se ne aggiungano delle altre."
Poi sono stata anche da Lei stamattina... si era assopita, Le ho accarezzato la mano ed ha aperto gli occhi...
"Uè... Tu stai qua!? Meno male che non mi ero addormentata!..."
Cara, dolce e caparbia Amica che non vuole mostrare mai cedimenti!
"Nella borsa sta l'esito dell'ultima TAC... prendi il foglio e leggi, la dottoressa ha detto che il male si è bloccato... ma Ti pare possibile?!"
"Perchè no?!"
"Meh... io volevo che sparisse proprio!"
Va bene ma direi che è meglio accontentarsi... l'importante è esserci, ogni giorno... giorno dopo giorno.
Non è così?

6 commenti:

  1. Mary..prima fiatare, poi vedere e poi viene tutto il resto
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo post. Ed ammiro sempre la tua forza, la tua caparbietà, l'ironia... Non ne sarei mai capace: ho il coraggio di un coniglio impaurito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara... forse lo pensi ma sono convinta che non sia così.
      Fidati... riconosco i "conigli" da lontano.
      Un bacio.
      Mary

      Elimina
  3. Anch'io ho questo amico infiltrante e leggo sempre volentieri i tuoi post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che siamo in parecchi a conoscerlo quel "gran simpaticone" dagli scherzi mancini.
      In effetti costituiamo più che un esercito... una vera forza.
      Un abbraccio forte, Elisa cara e... GRAZIE.
      Mary

      Elimina