maggio

maggio
maggio

mercoledì 24 ottobre 2012

Curiosando tra i link e le note su Facebook ne ho trovata una... già il primo rigo mi ha catturato...

"Dietro ogni uomo forte c'è una donna forte. Ma chi c'è dietro una donna forte? Nessuno lo sa... perchè la donna forte non ti permette di guardare dentro di lei...
Lei prende vita tutte le mattine quando indossa la sua maschera e nasconde i sogni dentro l'anima...
Spesso non piange, le lacrime nascono dentro l'anima e muoiono sempre là, non sul suo viso.
Cammina sicura lasciando dietro di sè le tracce dei suoi passi.
E se per caso crolla... si rialzerà da sola.
.........
  (Facebook; da una nota di "IO AMO L'ESTATE")

... mi ha catturato perchè mi considero io, una donna forte o lo pensano gli Altri che ripetendo la cosa di continuo me lo fanno credere? Un po' l'uno e un po' l'altro perchè se fin dall'inizio e giorno dopo giorno mi sono guardata dentro come ad uno specchio vedendomi "leone", non c'è ragione per cui smetta anzi... arriverò persino a simulare un ruggito.
E' tutta una finzione, allora? Può darsi anche... ma del resto la Vita intera così come intendiamo viverla che cos'è se non un insieme di simulazioni perchè Tutto sia perfetto e fili liscio come l'olio? Ed ecco che quando arriva qualcosa a scombinare i piani, la maschera, il velo che protegge dal mondo cade all'improvviso rivelando un volto angosciato.
Ed ancora, in fretta bisogna riconquistare ciò che si è perso... per non soccombere e le simulazioni riprendono... questa volta fino in fondo.
Ma sono "simulazioni  in sincerità d'intenti" e non è contraddirsi quando lo si afferma.
GRAZIE, NIKI... SEMPRE PIU' BRAVA !
Tra i meandri di questi miei pensieri, lucidi ma non semplici da capire mi viene da far riferimento a quelle opere di pirandelliana memoria in cui i personaggi sembrano recitare due volte... una commedia nella commedia perchè appaia quello che non è ma lasciando la possibilità, lo spazio al dubbio. Che poi potrebbe benissimo essere... non è affatto escluso... basta cominciare a crederci e poi esserne convinti.

... nel tardo pomeriggio di ieri stavo leggendo quando mi arriva una telefonata... era l'Amico con cui avevamo pranzato due giorni prima.
"Tutto bene?..." "Certo... e a Te?" "Anche... sai, volevo dirti che poi stamattina la terapia l'ho fatta. La dottoressa ha detto che devo continuare nonostante quei fastidiosi effetti collaterali... almeno per un po', dopo magari vedremo di sospendere." "Allora, dai... ancora pazienza... ne hai avuta tanta!"
"Volevo chiederti... e Tu, quando riprendi con la chemio? Perchè voglio venire anch'io a farti visita come fai con me. Me lo permetti?"
Ora...  potevo mai deludere questo Amico caro, considerata anche la bontà del Suo intento? Non me la sono davvero sentita di dirgli che grazie a Dio per me "quel percorso" non c'è, almeno per il momento.
Appunto... per il momento e poi... Chi può dirlo?
Allora ho risposto... non so, devo fare i controlli, degli esami... non certo prima di dicembre, magari dopo le feste!
Abbiamo concluso la conversazione... contento Lui, sentendosi meno solo... contenta io per Lui e per me... nell'eventualità che fosse ma sempre senza paura.

8 commenti:

  1. ....nell'eventualità che fosse ma sempre senza paura.... e non è una donna forte a parlare così?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici davvero, Paoletta... lo sono davvero forte? Voglio crederlo e continuare a... Vivere fermamente convinta. Così magari... se non lo sono lo sarò.
      Un abbraccio fortissimo, Amica mia.
      Mary

      Elimina
  2. Ma cosa ci deve essere??? mi fai preoccupare... Non devi fare solo i controlli previsti? Un abbraccio, ci sentiamo presto.
    N.B. Stupenda questa foto di Niki. Bravissima. Ale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, Ale... non preoccuparti. Non c'è assolutamente niente.
      E' il mio modo di vivere la "vigilia" dei controlli.
      Mi predispongo... pronta a tutto... per gioire di più... ogni volta.
      Ma poichè, purtroppo... non per Tutti è così, mi affianco con l'animo a Chi non potrà avere la stessa gioia.
      Un bacio... e Ti prego, non essere in ansia "anche" per me.
      Mary

      Elimina
  3. le donne forti o con le palle, non lo sono veramente. Sono fragili dentro ed emotive e sensibili. Sono solo più brave ad indossare la maschera da vere dure!!
    ... a riprova che gli uomini non servono a niente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come è vero! Però bisogna essere un "po'forti" per riuscire a farlo alla perfezione... e poi, la "continuità" nel farlo... sfiancherebbe chiunque, persino un "gigante dal cuore duro".
      Allora, in fondo qualche merito l'abbiamo... NOI donne, pseudo-forti... dure fuori ma tanto tenere dentro.
      GRAZIE... ed un abbraccio.
      Mary

      Elimina
  4. Bello sentirsi dire un ennesimo bel complimento.....
    cmq...
    Nulla è facile. Guardarsi allo specchio.. soli.. vedere le proprie debolezze, lo scorrere delle lacrime, che dentro... sgorgano dalle nostre.. profonde.. sofferenze.. Accettarsi così.. perchè fragili combattiamo ancora sulla terra brulla, cercando di arrampicarci su una salita che a volte pare non finire mai.. Si è forti, perchè nonostante ciò ci si arrampica.. e bisogna continuare ad arrampicarsi.. Non è necessario mostrare le lacrime.. è una decisione tua.. esse ci saranno comunque.. basta che tu sappia vederle.. e affrantore la strada consapevole della loro presenza..
    Non fermati mai, Ciao ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amica cara... diciamo pure che continuiamo a... Vivere nel costante esercizio per essere forti.
      E' un'immane fatica... non si può negare, però alla fine premia perchè si conquista quel coraggio che "sembrava" mancare... si rottama la paura che "sembrava" farla da padrona anche nelle inezie... dona, e questa "è" e non "sembra", la grande capacità di non soffrire oltre misura. E Chi è accanto alla fine continua a... sorridere perchè vede sorridere.
      Un grande abbraccio.
      Mary

      Elimina