novembre

novembre
novembre

domenica 30 ottobre 2011

Spostando già da ieri sera un'ora indietro le lancette di tutti gli orologi di casa...
Prima di andare a letto ho provato una sorta di compiacimento al pensiero che avrei potuto dormire un'ora in più stamattina. Un "compiacimento" che era anche "gratificazione"  di non so che... certo che per un attimo mi sono sentita come "appagata"... certamente "serena"... con un briciolo di "felicità".
Chissà se usare il termine... "felicità"... in questa sede e in un contesto piuttosto vago... è appropriato. Solo che venivo fuori da un pomeriggio di vera "automortificazione", durante il quale già era stata dura mantenere un livello accettabile di altrettanta "autostima", e in quel momento l'aver ritrovato l'equilibrio con un pizzico d'ottimismo mi dava la sensazione di poter tornare a respirare liberamente dopo un'apnea.
E stamane... a letto fino alle 9,30... che poi erano le 10,30 dell'ora legale... il senso di "lasciarsi andare" senza obblighi... senza orari nè costrizioni... tutto questo ha fatto il resto... mi sono sentita Felice... stranamente e nonostante non ci fossero i presupposti.
Allora... è vero che si può essere felici con poco!
Ero arrivata a questa conclusione che lì per lì mi è sembrata oltre che banale anche scontata...tante volte l'ho sentita ripetere... quindi non ci pensavo quasi più... Poi sfogliando una rivista... Tra le lettere arrivate alla direzione ce n'era una di una lettrice giovanissima che pur essendo moglie e madre non era soddisfatta di niente, nè di se stessa nè di quello che la Vita le aveva offerto, e cercava perciò la soddisfazione altrove... cacciandosi in situazioni sempre sopra le righe. Ma a quanto pare anche questo "espediente" non era sufficiente perchè continuava a... non trovare quell'appagamento che cercava.
La direttrice nel risponderle le ha girato "la ricetta della soddisfazione e della felicità" secondo un grande psichiatra Allen Frances: accettare se stessi, tanto lavoro, senso dell'umorismo; e poi amore, amicizia, e sana riflessione.
In altri termini ... la Soddisfazione è da cercare in ciò che si fa... nell' Amore per sè e gli altri... nell'Autoironia che fa ridere di se stessi anche in situazioni impensabili.
Chi rispondeva a quella lettrice, infine, così concludeva... la Vita non è un reality... è molto più bella e divertente... ma costa tanta ma tanta fatica.

12 commenti:

  1. Che bella questa definizione di vita.Che bello leggerti sempre tutte le mattine ormai sei il mio inizio di giornata,il mio pezzettino di vita.
    Un abbraccio fortissimo
    Pinuccia

    RispondiElimina
  2. Posso rubarti la ricetta della soddisfazione e della felecità?
    Pinuccia

    RispondiElimina
  3. buona settimana carissima un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Buona settimana Amica cara. Sono tutta frastornata con il cambio dell'ora....
    Dormo molto poco, sono sveglia già verso le 3-4 di mattina.... L'ora in più non mi è servita a niente.
    Un abbraccio forte forte. Ale

    RispondiElimina
  5. A volte c'e' chi e' felice con una piccola cosa,altre c'e' chi ha tutto e non se ne rende conto....comunque credo anch'io che sia molto importante l'amore per gli altri:rende la vita piu' bella e le da un senso!!
    Cara Mary, e' un gran piacere leggere i tuoi pensieri, ora ti saluto e ti do un bacio!.
    Cri.

    RispondiElimina
  6. Il greco Senofonte sosteneva che per essere felici occorre conoscere se stessi;forse aveva ragione,ma non è facile.
    Un saluto,Costantino.

    RispondiElimina
  7. Sono lusingata del Tuo complimento...
    Però... mamma, che responsabilità! Spero di riuscire ad essere sempre un "buon inizio" di giornata.
    Un bacio, cara.
    Mary
    P.S. Certo che puoi "copiare" la ricetta... anzi devi come devono tutti. Il dott. Allen Frances ne sarà felice.

    RispondiElimina
  8. Un abbraccio carico d'affetto a Te... mia cara Luisa.
    Mary

    RispondiElimina
  9. Passerà... cara Ale... passerà quel senso d'intontimento che provi ora. Cerca di riposare quando puoi... anche di giorno e presto recupererai.
    Intanto... Amica mia cara... ti abbraccio forte... con tutto il Cuore.
    Mary

    RispondiElimina
  10. Ti rendi conto... cara Cri... di essere davvero ricco quando ti accorgi d'essere capace di "dare" agli Altri... di dare soprattutto se stesso senza riserve, mettendo a nudo la propria anima con tutte le sue debolezze e sofferenze.
    Grazie sempre per la "fedeltà", con un abbraccio,
    Mary

    RispondiElimina
  11. Conoscere se stessi non è nè facile nè difficile... se si vuole ci si riesce anche... magari non completamente perchè ci si evolve di continuo... però si fa.
    Piuttosto direi che è comoda la "non conoscenza" di se perchè diventa un alibi... una scusa per farsi sempre vittima.
    Un caro saluto, Costantino!
    Mary

    RispondiElimina
  12. Sai che il 30 la mia piccolina ha fatto 3 anni?
    Questo pomeriggio (che da voi sarà notte fonda) ci sarà la sua festa di compleanno.

    un salutone

    p.s. per quanto riguarda il libro dubito molto che arriverà anche in Italia, in ogni caso lì ce ne sono un'infinità che trattano quest'argomento.

    Saludos

    RispondiElimina