novembre

novembre
novembre

giovedì 27 ottobre 2011

Ho messo una scarpa nuova...
E sono andata là dove vado ogni giorno.
Quando si vivono certe giornate un po' così... lascio libera l'interpretazione a Chi legge di solito e in particolare ha letto il post precedente,  non si può "girare pagina" facilmente... si ha bisogno di "rinnovare" l'animo... respirare profondamente e... ricominciare...
Vero è anche che... già ieri a fine mattinata, le lacrime di gioia di "un'amica" che finalmente trovava un po' di pausa e il controllo dei caloriferi prima della stagione invernale, "parentesi" di normale quotidianità, avevano stemperato l'imbarazzo per gli slanci di gratitudine e la malinconia per quegli sfoghi di dolore.
Tant'è... forse per volere di Dio che di ogni situazione o momento fa vedere sempre due lati, tant'è che... basta una scarpa nuova... per riprendere il cammino... che porterà ancora una volta chissà dove... chissà da chi.
Oggi mi ha fatto ritrovare il mio "amico dagli occhi azzurri come il cielo"... e "la più bella paziente con la bandana"... e grande è stata la mia gioia nel vederli entrambi sorridenti. Per loro un piccolo dono... per me grande ricompensa...
Con "la più bella paziente con la bandana" è stata la prima volta che ho parlato...
E' straniera... ha 46 anni... e un lavoro di assistenza agli anziani, per il momento... causa malattia... saltuario. In poco tempo mi ha raccontato tanto di sè... e pensare che m'avevano detto, "E' così chiusa e riservata... non parla mai." Eppure oggi l'ha fatto... forse perchè c'era qualcuno che l'ascoltava?! E ad un certo punto le son venuti anche gli occhi lucidi... quando ha raccontato di aver rischiato di perdere il lavoro perchè la "sua" malattia aveva fatto paura... quasi fosse "la peste"... contagiosa, implacabile... e quel che è peggio... facendole sentire il peso di una colpa inesistente. Maledetta e "benedetta" ignoranza... maledetta perchè arreca tanta sofferenza del tutto gratuita... benedetta per chi crede così di proteggersi... in una falsa idea... con un illusorio agire.

16 commenti:

  1. L'ignoranza come dici tu, può anche essere benedetta, ma in genere causa molto disagio e spesso dei guai... oggi si potrebbe essere tutti meno ignoranti, ma non è così. La tua bella scarpetta nuova spero ti porti verso un luogo gioioso, verso la meta sperata. Ti abbraccio caramente

    RispondiElimina
  2. ...come "la ragazza con la bandana" molti altri Vivono il dolore in silenziosa discrezione...in attesa di un'Anima che sappia accostarsi a loro seppur solo con un sorriso...Angelo ti sei fatta per avvicinarti a Lei e portare serenità al suo giorno...un abbraccio ti giunga Amica Cara...divenga , nel raggiungerti gioia ed emozione..sereno iniziar del giorno..
    dandelìon

    RispondiElimina
  3. ciao Mary io mi rispecchio nel comportamento della ragazza straniera pensa che per le terapie sono andata fino a pavia purchè nessuno venisse a conoscenza della mia malattia, idem quando sono nel salottino ad aspettare, non chiacchero con nessuno tengo le cuffiette e ascolto musica. Il mio è un modo per sfuggire la sofferenza; non voglio che mi vedano piangere e dato che ho sempre le lacrime in tasca, evito di dialogare. Se un giorno si avvicinerà una Mary che saprà guardare oltre ne sarò felice, ti abbraccio con il cuore

    RispondiElimina
  4. Come sempre prole che toccano il uore e che mi fanno star bene.E' bello pensare che ci sono persone come te che sanno entrare nell'animo di chi soffre.
    Che la tua scarpetta nuova ti porti sempre da loro.
    Un abbraccio cara amica angelo.
    Pinuccia

    RispondiElimina
  5. La malattia subdola che ti costringe ad una cura devastante, dovrebbe almeno avere la pietà di andarsene dopo al forte sacrificio fatto. A volte penso che il coraggio di lottare ti viene quando sei distrutta e debole anima ti aggrappi a quel filo di vita e anche con una scarpa sola tenti lo scatto finale. Grazie Mary per aver portato il tuo contributo ai sofferenti che sono sempre tutti nel mio cuore. Questo fa piangere!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Mary..ti scrivo in velocità per comunicarti che penso di lasciare che l'oblio del dimenticatoi affievolisca la mia presenza qui...verrò a leggerti naturalmente molto volentieri altrimenti mi mancherebbe la tua saggezza e la tua forza.
    Ora debbo dedicarmi ad altro..e sinceramente non ho la serenità giusta per dedicare a voi amiche care tutto quello che dovrei darvi.
    Poi magari mi riprendo e ci ripenso...ci sentiamo qualche volta su facebook.

    Ciao e non preoccuparti la torta di mele prima o poi me la vengo a mangiare!

    Costy

    RispondiElimina
  7. Infatti... è "benedetta" solo da chi la possiede... in quanto non si rende conto del male che fa... offuscato dal continuo desiderio del suo solo benessere a 360°.
    T'abbraccio, Paoletta!
    Mary

    RispondiElimina
  8. Cara Mary un saluto veloce.... Ero senza Internet e mi siete mancati tutti.
    Ciao a presto.
    Ale

    RispondiElimina
  9. Tutti hanno pudore della propria sofferenza...
    Anch'io ne avevo e tanta... Poi più forte è stata la voglia di vivere... e non si può... no, che non si può vivere da soli... in isolamento. Così non ce la si può fare... MAI!
    Allora... basta aprire un varco agli altri e breccia è fatta nel cuore... nell'anima... ed è la Salvezza... comunque vada.
    Grazie... mia cara... di comprendermi sempre... di illuminare le mie semplici emozioni.
    Mary

    RispondiElimina
  10. Cara... se avrai letto la risposta al commento precedente, sai come la penso. Ma non voglio per questo farti un'ennesima "paternale"... ognuno vive il proprio dramma che è UNICO... Aggiungo solo una cosa... a proposito delle lacrime... io non solo le ho "in tasca" ma sempre e ovunque... e sai a che conclusione son giunta ... dopo averci pensato su? Se c'è il pianto... ci sono anch'io... Dopo aver pianto... mi sento meglio... quindi sono sempre "più io"... FORTE... non voglio destare pietà... allora le mie lacrime saranno di GIOIA...gioia perchè ESISTO, CI SONO ANCORA e VOGLIO CONTINUARE A... ESSERCI con tutta me stessa.
    Il Pianto non è sinonimo di debolezza... te l'assicuro... e Tu non ci crederai... questo lo capiscono soprattutto quando conoscono la "nostra" storia.
    Ti sono vicina con tutto l'affetto di cui sono capace,
    Mary

    RispondiElimina
  11. Pinuccia... solare amica mia... ricca di fiducia e buon senso... Grazie, cara per le Tue parole che ogni giorno mi donano determinazione ed entusiasmo per continuare a...
    Tantissimi baci,
    Mary

    RispondiElimina
  12. Benvenuta Galadriel...
    Sì... la Forza arriva prepotente proprio quando credi di non farcela. All'improvviso si comprende che non può "una malattia" stenderti a tappeto... non prima almeno di aver combattuto... opposto fiera resistenza.
    Si dice che molto conta in questi casi l'atteggiamento mentale che deve essere assolutamente positivo... E' vero! Il mio è talmente tale che... pensa... stanno cadendo i capelli bianchi e al loro posto vengono fuori quelli del mio colore di "una volta"... della "gioventù". Che dire? Non è una rinascita questa?
    Un forte ed affettuoso abbraccio di benvenuto,
    Mary

    RispondiElimina
  13. Costy... cerco di comprendere la Tua decisione, anche se non la condivido... Mi mancherai tanto... sei il mio "portafortuna"! Ora non vorrai che la Fortuna non m'arrida più... spero.
    Non voglio farti pressioni... perchè Tu sola sai... però... dai... RIPENSACI! E fai sì che "la misteriosa donna velata" compaia ancora sotto ogni(...o quasi) mio post.
    Ti abbraccio forte... come sempre... anzi più di sempre,
    Mary
    P.S. Se trovo il Tuo indirizzo e-mail Ti scrivo... Ora sono diventata brava!

    RispondiElimina
  14. Ciao... Ale... esclusivamente... mia Amica del Cuore.
    T'abbraccio forte,
    Mary

    RispondiElimina
  15. Ciao Mary. Le scarpe che ci portano chissà dove...chissà da chi...Un oggetto importante per noi...

    RispondiElimina
  16. Passo per augurarti un buon fine settimana.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina