dicembre

dicembre
dicembre

mercoledì 24 agosto 2011

Perchè lei mi conosceva bene... come del resto conosceva gli altri figli, ma solo a me faceva regali del genere. Diceva che i figli si amano tutti alla stessa maniera, ed è vero, ma che ad ognuno ci si pone in modo diverso a seconda del carattere, della sensibilità, delle circostanze. Un'opinione questa che ho imparato a condividere piano piano, nel corso degli anni acquistando esprienza come madre. E così può apparire ad occhi "inesperti" che si preferisce uno a discapito di un altro, ma non è così... un bacio in più si dà al figlio coccolone... a quello riservato basterà un sorriso ... e il bacio e il sorriso per la mamma avranno uguale valore.
Mi faceva questi doni teneri, da "cartone animato"... e sapevano d'infanzia. Aveva vent'anni quando mi mise al mondo ed ero stata per lei "una bambola viva" con cui giocare e così aveva trovato il modo di sdrammatizzare lo "sconvolgimento" della sua vita. E mentre giocava... erano sue parole... rideva tanto e di gusto perchè si sentiva contenta; sua nonna, nonchè mia bisnonna, guardandola scuoteva il capo e diceva, "ma guarda un poco chi doveva fare un figlio!" Ma lei continuava a... ridere e giocare, prendendo il "buono" che la vita le aveva regalato... una bimba... una bambola viva. Poi, naturalmente sono cresciuta, sono arrivati gli altri, ma per lei ero sempre..."a figghiarella mia" come diceva guardando le foto di me bambina; e questo credo sia stato il motivo per cui mi regalò " la casa degli orsacchiotti", "il pulcino azzurro con il cappellino di paglia", "gli uccellini sui rami", questi ultimi, in particolare era andata a comprarli che già sedeva sulla sedia a rotelle... uno dei suoi ultimi regali.
Non so perchè mi son trovata a parlare di questo, alla fine il preambolo risulterà certamente  più lungo di ciò che volevo dire... ma pensavo ai sentimenti, all'autenticità di essi... non sempre sono veri, duraturi... ecco... solo quello materno è oggettivamente l'unico sincero. Anche in una coppia felicemente collaudata è difficile che entrambi amino alla stessa maniera, non fosse altro che per le differenze caratteriali; poi ne vedi altre che a colpo d'occhio appaiono "strampalate" o "mal assortite" , uno è succubo dell'altra o viceversa... e viene da chiedersi, perchè? Non sarebbe meglio un unico Sentimento, universalmente valido per ogni tipo di rapporto o relazione? Sarebbe l'Armonia... e allora perchè no? E' sempre colpa del Libero Arbitrio?

6 commenti:

  1. Quanto è bello questo tuo scritto.I regali della tua mamma sono un dono bellissimo preziosi più di tutto perchè sono il ricordo della sua dolcezza e del suo volerti bene.
    Quanto bene c'è sempre in ogni mamma e proprio come diceva lei diverso per ogni figlio perchè ogni figlio è diverso ma sempre tanto .
    Un bacio cara Mary
    Pinuccia

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Come sempre cara amica sai cogliere di ogni sentimento o protagonista una sfumatura particolare. Sei stata la primogenita dunque..beh io sono figlia unica e son cresciuta lontano da mia madre, quindi sono felice che tu abbia invece potuto godere di questo particolare affetto che non mente mai..io sto cercando di riversarlo su mio figlio a modo mio pur non avendolo ricevuto.
    TVB...sei una persona splendida.
    Costy

    RispondiElimina
  4. E' così, cara Pinuccia... i regali di mia madre sono per me molto preziosi, ma ancor di più gli esempi e la testimonianza di come ha scelto di vivere costituiscono un autentico tesoro...unica e vera eredità.
    Un bacio grande,
    Mary

    RispondiElimina
  5. Ho perso mia madre sei anni fa... ero dunque una donna più che adulta, ma ugualmente mi sento "orfana" perchè penso a quanto ancora avrei potuto imparare da Lei, persona davvero speciale (non sono la sola ad asserirlo). Ora vivo nel suo ricordo che non è solo tale, ma diventa costante punto di riferimento per ogni evento della mia vita, triste o lieto che sia.
    Costy... anch'io Ti Voglio Bene... sei una persona che sa leggere nel cuore.
    A presto,
    Mary

    RispondiElimina
  6. L'amore materno non ha rivali.Felice serata a presto

    RispondiElimina