dicembre

dicembre
dicembre

sabato 13 agosto 2011

Ho appena finito di stirare... sei magliette di Francesco, così per i prossimi tre giorni non sentirò sbattere uno dopo l'altro tutti i cassetti dell'armadio, la tovaglia per domani che è festa... e non sarò costretta a spiegarne una nuova, che tra l'altro sarebbe stata da stirare lo stesso, una polo dell'amore della mia vita, una mia canotta, e visto che avanzava una goccia d'acqua nel ferro da stiro, anche un tovagliolo. Che si vuol fare?! Sono tutti in ferie... anche Elisa, la signora che mi dà una mano con la sistemazione del bucato, a casa mia sempre straripante dalla lavatrice. E dire che ora siamo rimasti tre"gatti" più un cane, Biù Biù  il cui unico capo d'abbigliamento è una pettorina guinzaglio rosa glitter autopulente, eppure c'è sempre da lavare e stirare. In questi giorni me la sto cavando da sola, nonostante sia non proprio salutare per il mio braccio destro mandato in pensione ma solo a parole,  poi finalmente martedì con Elisa tornerà la normalità.
In ferie è anche la pizzeria dove andiamo ogni sabato sera... però alla pizza non abbiamo rinunciato, l'abbiamo comperata da asporto da un'altra... che da domani... ma no?!... sarà in ferie.
E avremmo voluto anche noi stamattina, iniziare il nostro breve periodo di riposo dormendo un po' di più ma poi... lo squillo del citofono. Mio marito balza a sedere sul letto... Beauty mostra il suo disappunto con la cosa che le riesce meglio, abbaiare in tonalità stridula...io spalanco gli occhi verso i meganumeri luminosi della sveglia... le 7,45! Ma chi diavolo è? Ma no... non poteva essere... tanta efficienza e sotto ferragosto poi... Postaaa! Così... volenti o nolenti... abbiamo avuto il servizio sveglia non richiesto in camera. Ma va bene così.
Poi questo sabato mattina è trascorso come sempre... tra le mie faccende, con Biù Biù che rincorreva la sua pallina, le piante da annaffiare...tutto "meravigliosamente" normale nella semplicità delle azioni, nella sicurezza che, ma sì, nulla è cambiato. Ed anch'io mi sento in ferie, perchè alla fine altro non è che un atteggiamento mentale.

12 commenti:

  1. e allora buona continuazione di ferie cara Mary
    e buona domenica.
    Pinuccia

    RispondiElimina
  2. ..."tra le mie faccende, con Biù Biù che rincorreva la sua pallina, le piante da annaffiare...tutto "meravigliosamente" normale nella semplicità delle azioni, nella sicurezza che, ma sì, nulla è cambiato. Ed anch'io mi sento in ferie, perchè alla fine altro non è che un atteggiamento mentale"

    Io mi sento sempre in ferie...potendo gioire di ogni alba...andarmene per la collina...ascoltare i suoni che più mi allietano..una voce sà donare gioia immensa...parole che giungono all'anima ed io torno a sorridere...Madre Terra che sempre si offre generosa a me...e la musica che ridona energia ed evasione , quando necessita un momento di fuga dalla realtà...La Vita è uno splendido giardino Mary...e Tu questo lo sai bene...ne cogli i Fiori ogni giorno...nei sorrisi..nelle parole...negli abbracci che Ti giungono in dono...grazie per tutto...il mio leggerti è per me fonte di serenità..a presto dolce Amica...possa un raggio di Sole giungere a Te in Luce e armonia...serene ore..
    dandelìon

    RispondiElimina
  3. Ciao Mary, anch'io ho un po' stirato... da quando mio figlio lavora in ristorante è un continuo lavare e stirare!
    Ti ammiro molto sai...
    Come ho scritto da Patrizia, mi vergogno molto lamentarmi per i miei malesseri, con quello che avete passato voi...
    Ti stringo forte a me (nè ho bisogno!).
    Ale

    RispondiElimina
  4. Passo ad augurarti un sereno e felice ferragosto.Salutoni a presto

    RispondiElimina
  5. Grazie, Pinuccia... BUON FERRAGOSTO anche a te e grazie per essere sempre presente.
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  6. Carissima... quanto fortunate siamo entrambe per poter gioire della vista di questo stupendo giardino che è la vita.
    Anche tu doni tanta serenità col tuo scrivere... versi che fanno sognare... regalano profumi... offrono spettacoli mai visti che solo l'anima può cogliere.
    Grazie, Dandelion... ultima fata romantica...
    Mary

    RispondiElimina
  7. Ale... grazie per quello che hai scritto!
    Non vergognarti, amica mia... tutto ciò che è sofferenza merita attenzione e rispetto... non c'è graduatoria, almeno non per noi...nè per te, nè per Patrizia, nè per me... Siamo tutte insieme... in empatia, a sostenerci ed aiutarci.
    Conta pure su di me.
    Trascorri una festa serena... confortata dalla stretta del mio abbraccio.
    Mary

    RispondiElimina
  8. Un augurio grande grande anche a Te, Cavaliere!
    Mary

    RispondiElimina
  9. i lavori di casa... ho imparato a farli a rate, poco alla volta, piano piano, ma la cosa che più mi sfinisce è cucinare...

    RispondiElimina
  10. Patrizia... niente, mia cara ti potrà sfinire... Ho appena finito di rileggere "La mia storia"... La conoscevo già... eppure, credimi, ho le lacrime agli occhi. Leggere della tua estrema vulnerabilità in quel periodo, del resto tanto simile alla mia, mi ha commosso, mi ha procurato un nodo allo stomaco... Tutto è passato, ormai...NOI LO SAPPIAMO... Siamo donne nuove, con un seno in meno, è vero, ma con tanta forza in più.
    Mia cara... mi sento molto confortata dalla tua presenza costante. GRAZIE!
    Mary
    P.S. Ah... dimenticavo... BUON FERRAGOSTO... più che mai.

    RispondiElimina
  11. Ciao Mary, solo un saluto, c'è qui la nipotina, è un amore di bambina, ma io sono così stanca... grazie TVB

    RispondiElimina
  12. Ciao, Pat... un bacio anche a te e un bacione a pizzicotti per la piccola Giulia.
    A presto1
    Mary

    RispondiElimina