agosto

agosto
agosto

sabato 27 agosto 2011

Allora... dove eravamo rimasti? Ah sì... Milena era  molto carina col suo vestito rosa e si dava da fare a scattare foto per rivivere nell'immediato quei bei momenti. "Milena... fermati un attimo..." e lei subito in posa dopo aver visto che anch'io avevo una macchinetta fotografica pronta ad entrare in azione. Rapido scatto e... via di nuovo con sua madre dietro il corteo nuziale. Finalmente gli sposi prendono posto sull'altare... i genitori nel banco subito dietro, ed io? Cambio posto e mi siedo in quello seguente. L'organo e il violino concludevano le ultime note. Mi sono guardata intorno... ma il sacerdote dov'è? Arrivano in due, entrambi in abiti liturgici. Francamente si faceva fatica a comprendere chi dei due fosse l'officiante... non sembravano neanche sacerdoti! Don Claudio era il primo, con i capelli lunghi, il più giovane e si muoveva come a tempo di musica, l'altro, don Orazio pareva un sagrestano... parlava tra i denti ed era quasi incomprensibile. Ho pensato allora, speriamo che non faccia lui l'omelia altrimenti ci ricoverano tutti per improvviso attacco letargico; per fortuna don Claudio "brandisce" il microfono e si rivolge agli sposi, "Ma siete voi quelli di ieri sera? Stento a riconoscervi... quanto siete belli!..." E in effetti belli lo erano davvero... in abiti da cerimonia, come tradizione comanda e con l'aggiunta di polverina d'argento tra i capelli... di una bellezza... che dire? "scintillante". Dopo l'accoglienza inizia il rito vero e proprio, e man mano che avanza aumentano le lacrime... piangeva la sposa... lo sposo... le madri...e il fotografo solerte, pronto ad immortalare il "pianto generale". Il momento clou, è inutile dire, s'è raggiunto quando Luciana e Mario si sono scambiati le promesse e le fedi, emozionati, un tantino impacciati sono comunque arrivati alla fine. Don Claudio che all'apparenza poteva essere un qualsiasi secolare fuorchè un prete, ha costituito la vera sorpresa dell'occasione... un sacerdote così pieno di "brio" non l'avevo mai visto... faceva tornare la voglia di risposarsi. La sua omelia in particolare,  comprensibile e affatto noiosa, credo gli sposi non dimenticheranno mai. In sintesi questo sacerdote "controcorrente" ha concluso, "... Gesù è un compagno di viaggio nel matrimonio come in ogni momento della vita... fidatevi di Lui e non ve ne pentirete. Del resto... io sono qui, se non vi troverete bene, tornate pure... Ma sono tranquillo... Gesù non mi ha mai deluso". A questo punto, devo ammettere che a commuovermi sono stata io... quanta verità ho trovato in quelle parole!
A conclusione del rito, dopo le firme sui registri, gli sposi sono usciti dalla chiesa, accolti dall'augurio del lancio del riso e da una pioggia di coriandoli...
Da quel momento una nuova vita davanti... tutta per loro.

7 commenti:

  1. bellissime foto e bellissima la tua Milena con il suo abitino rosa!!!La felicità le si vede in viso.
    Un augurio di lunga e serena vita assieme ai novelli sposi
    Grazie delle parole che hai scritto Gesùè sempre con noi e non ci abbandona mai ma a volte è davvero dura e la mia fede vacilla non è così forte......
    Un abbraccio grandissimo e una buona domenica
    Pinuccia

    RispondiElimina
  2. Bellissimo questo post!
    Mi hai fatto pensare al fatto che non vado ad un matrimonio dal 2005!

    RispondiElimina
  3. I miei auguri agli sposi,per un futuro radioso.Saluti a presto

    RispondiElimina
  4. Pinuccia... quando la Fede vacilla dobbiamo chiederci cosa possiamo fare con le nostre sole forze. La risposta non può essere che una sola, soprattutto quando siamo in difficoltà.
    Un abbraccio forte e Buona Domenica anche a Te.
    Mary

    RispondiElimina
  5. E' un post un po' diverso... un'esperienza di serenità che è comunque sempre presente nella mia vita attuale.
    Un bacio grande,
    Mary

    RispondiElimina
  6. Gli sposi propensi ad un futuro di Felicità... ringraziano.
    A presto, Cavaliere e... GRAZIE anche da parte di...
    Mary

    RispondiElimina
  7. Bellissimo post...un abbraccio cara Mary!!

    Costy

    RispondiElimina