dicembre

dicembre
dicembre

martedì 16 agosto 2011

Non sempre si può riferire quel che si prova... non tutto almeno... e forse oggi avrei fatto meglio a non scrivere nulla, ma non posso, perchè, pur con una breve pausa contrasterei la "magia della vita", e non lo voglio. "Magia della vita". Che bella espressione! Non è mia... me l'ha suggerita un'amica blogger, ma mi è piaciuta immediatamente perchè sa di favola... di poesia... immaginazione. E verrebbe voglia di lasciarsi trasportare da questa magica vita, se una realtà ostinatamente concreta e a volte assai dura non si ponesse ad ostacolare quel soffio leggero capace di allontanare, trasferire in un luogo ideale che comunque esiste nell'angolo più remoto della mente. Con me vorrei che ci fossero le persone a cui tengo di più, ma non posso pretenderlo, anche se francamente non capisco come i valori o la verità in senso lato possano essere soggettivi.
Forse leggendomi, qualcuno potrà pensare che sto farneticando... se è così... lo faccio mio malgrado e senza accorgermene... Chissà se ho fatto bene a "concedermi" anche oggi  la pagina di questo mio "diario" che non vuol conoscer fine.
Una piccola piantina di basilico... sembra così rigogliosa! Ma sì, continuerà ad... esserlo, dopo tutto, che ci vuole? D'estate il sole c'è... basterà darle l'acqua quando mostrerà di aver sete, e il "gioco" è fatto. Poi... finchè dura...altrimenti... si farà posto ad un'altra pianta, tanto si sa... niente è per sempre. Con questo pensare potrà capitare che magari il sole è troppo cocente e brucerà le foglioline tenere e quando la terra sarà secca, alla piantina non basterà acqua perchè saranno arse anche le radici. Le poche foglie ingiallite, allora si ripiegheranno sul fusto che si  staccherà dalla terra...
Che strano... pareva tanto rigogliosa, ma in realtà aveva poche radici.

5 commenti:

  1. ...Anima dolce...ho avuto modo di veder rinascere due mie piante...dopo che la neve le aveva private di tutto il rigoglioso fogliame...è bastato assentarmi da casa due ore , perchè prendessero quel poco di neve che le ha terribilmente toccate...le avevo messe fuori in davanzale per le solite ore di ossigeno, ma ahimè mi sono attardata a ritirarle...a volte basta una piccola disattenzione per far sfiorire anche un affetto ...un amicizia...occorrono amorevoli cure...e a volte accade anche che la piantina si faccia forza nel vedere la Tua tristezza...prosegue la storia delle mie due piccole compagne di vissuto...le misi in un angolo in attesa di toglierle dal vaso...oramai no davano segni di vita...son trascorsi sette giorni...e pensa un pò...il mattino mi accorgo di un nuovo germoglio...donato da entrambe...la gioia immensa che mi riempì il cuore mi fece comprendere quanto la speranza fosse propizia...la gioia immensa che provai mi fece comprendere che mai bisogna abbandonarsi agli eventi...Essi sono condizionati anche dal nostro porci con Essi...dalla Natura ho imparato che in amorevoli cure...sempre i sentimenti potranno rifiorire...se lo si desidera con Cuore...un raggio di Sole giunga a te per dinarti il calore di un abbraccio che è già in viaggio per raggiungerti e donarti gioia ed armonia..serene ore Mary..
    dandelìon

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Passo ad augurarti una serena giornata.Saluti a presto

    RispondiElimina
  4. Cara... hai inteso la metafora. E' proprio di sentimenti che si parla, ma non di miei purtroppo, che so da considerare sempre e solo col Cuore. Ora a me tocca guardare dall'esterno e tacere... Ciò che io penso conta poco... è il tempo dell'attesa, e poi, per restare in tema... "se son rose fioriranno".
    Grazie per aver capito.
    Un abbraccio d'intensa amicizia,
    Mary

    RispondiElimina
  5. Tanta serenità anche a te, Cavaliere e... a presto!
    Mary

    RispondiElimina