ottobre

ottobre
ottobre

domenica 10 luglio 2011

Come si può non considerare adorabile un marito che, se pur brontolone, una domenica accetta anzi propone di mangiare sugo pronto che, se pur gustoso, sempre sugo pronto è? E tutto perchè io possa dormire un po' di più, non affaticarmi ed uscire con lui per una passeggiata. In virtù di ciò, è doveroso... oggi ho deciso che gli perdono tutto il resto; quando gli parlo e pensa ad altro, quando gli parlo ed alza gli occhi al cielo perchè c'è il telegiornale, quando lui brontola e sono io allora ad alzarli gli occhi, ma sia ben chiaro, solo in senso metaforico, altrimenti s'arrabbia e... continua all'infinito. Eh sì, dopo 32 anni "di onorato servizio" lo conosco bene, e mi verrebbe di paragonarlo a un fragoroso temporale estivo, con il cielo scuro all'improvviso, il brontolio dei tuoni in lontananza, i lampi accecanti, e finalmente la pioggia, scrosciante è vero, ma che smette di botto e poi lascia il posto al sereno. Lui è proprio così, lo è sempre stato, io lo so e lascio che... "lo sia", perchè poi, anche dopo "tanto rumore" il nostro cielo torna sempre azzurro.
Un anno fa, quando mi operai non era fuori alla sala operatoria ad attendere la fine dell'intervento, non era presente neanche le volte che vomitai a causa della chemio, e se vogliamo andare ancor più indietro neppure quando sono nati i nostri figli. Arrivava sempre a cose fatte, col fiatone, sviscerando tutta la sua ansia,(e magari dovevo sentirmi anche in colpa) concludendo con un, "beh, meno male che è passato!" Ma io lo conosco, lo conosco bene, e so che questo suo atteggiamento è un modo per proteggersi, come voler indossare gli occhiali da sole per non ferirsi gli occhi che così restano in una penombra rassicurante. Per me va bene lo stesso perchè ciò che ci unisce è ben altro. Sa stupirmi inaspettatamente, s'adegua alle mie esigenze anche a discapito delle sue, la domenica fa colazione con me bevendo ... camomilla, la mia bevanda preferita, e inzuppandoci un morbido plum cake, "bevendolo" alla fine con la camomilla stessa. Dolci e rassicuranti aspetti di una vita a due, che procede sullo stesso binario da tanto tempo... due persone che in fin dei conti differiscono solo per la grandezza della tazza con cui bevono la camomilla, grande per lui... piccola per lei.

Nessun commento:

Posta un commento